IL VERO VOLTO DI GESÙ. LA SINDONE SVELATA

È di poche settimane fa la notizia che nuove e avanzate tecniche spettroscopiche dimostrano come, quasi sicuramente, sia autentica la Sacra Sindone custodita a Torino. Mettiamo il quasi solo perché stiamo parlando di un reperto di 2000 anni fa, ma nei nostri cuori non abbiamo bisogno di alcuna prova scientifica.

Può ben testimoniarlo chi ha avuto la fortuna di osservarla dal vivo, testimoniando la sensazione unica che trasmette. Anche la scienza sbaglia e come nel corso degli anni le varie e differenti datazioni dimostrano, affidarsi esclusivamente ad essa per dimostrare questa o quella posizione, è concettualmente sbagliato. Nel corso dei secoli coloro che non credono nel nostro amato Gesù, sono passati dal dire che era un personaggio di fantasia all’asserire che era un derivato di altri dei dell’antichità. E proprio la scienza e la storia a cui si erano sempre aggrappati, alla fine li ha sbugiardati!

È ormai accettato da tutti gli storici, credenti e non, che Gesù è realmente esistito. Quindi il dibattito si è spostato sul fatto se sia stato o no il Messia. Ma questo a noi credenti interessa relativamente o per nulla. Avere Fede questo significa. Credere. Al di là delle dimostrazioni. E si che il Nostro Signore Gesù Cristo di prove ce ne ha fornite e ce ne continua a dare.

Come amo ripetere: CI VUOLE PROPRIO FEDE A NON AVERE FEDE! Tornando alla Sacra Sindone, stiamo assistendo allo stesso fenomeno. Ormai le storie del fatto che sia un dipinto, un falso, un reperto medievale, si sono via via sgretolate, proprio sotto i colpi di quella scienza che i detrattori hanno sempre invocato.

Senza contare che nessuno, con nessuna tecnica, è riuscita a replicarla. Intanto approfittiamo della tecnologia che ci dà un’idea di come potrebbe essere stato il volto di Gesù.

Anche se quello che ha noi interessa è come è il suo Cuore. E quello noi lo conosciamo certamente. Condividi se anche tu lo pensi.

Elisa stupisce con Allelujah…da brividi

Cristo Redentore chiude le braccia a Rio de Janeiro