43 sacerdoti cattolici sono morti nella seconda ondata di coronavirus in Italia

Quarantatré sacerdoti italiani sono morti a novembre dopo aver contratto il coronavirus, mentre l’Italia vive una seconda ondata di epidemia.

Secondo L’Avvenire, il quotidiano della conferenza episcopale italiana, 167 sacerdoti hanno perso la vita a causa del COVID-19 dall’inizio della pandemia a febbraio.

A novembre è morto anche un vescovo italiano. Un vescovo ausiliare di Milano in pensione, Marco Virgilio Ferrari, 87 anni, è morto il 23 novembre a causa del coronavirus.

All’inizio di ottobre è morto all’età di 72 anni il vescovo Giovanni D’Alise della diocesi di Caserta.

Il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana, era gravemente malato di COVID-19 all’inizio di questo mese. Sta continuando a recuperare dopo essere risultato negativo la scorsa settimana.

Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, ha trascorso 11 giorni in terapia intensiva in un ospedale di Perugia, prima di essere trasferito al Policlinico Gemelli di Roma per proseguire la convalescenza.

“In questi giorni che mi hanno visto attraversare la sofferenza del contagio da COVID-19, ho potuto sperimentare l’umanità, la competenza, le cure messe in campo ogni giorno, con instancabile preoccupazione, da tutto il personale”, Lo ha detto Bassetti in un messaggio alla sua diocesi il 19 novembre.

“Saranno nelle mie preghiere. Porto con me anche nella memoria e nella preghiera tutti i pazienti che sono ancora nel momento della prova. Vi lascio con un’esortazione di conforto: rimaniamo uniti nella speranza e nell’amore di Dio, il Signore non ci abbandona mai e, nella sofferenza, ci tiene tra le sue braccia “.

L’Italia sta attualmente vivendo una seconda ondata di virus, con oltre 795.000 casi positivi, secondo il ministero della Salute italiano. Quasi 55.000 persone sono morte a causa del virus nel paese da febbraio.

Nuove misure di contenimento sono state introdotte all’inizio del mese, inclusi blocchi regionali e restrizioni come il coprifuoco, la chiusura dei negozi e il divieto di cenare in ristoranti e bar dopo le 18:00.

Secondo i dati nazionali, la curva della seconda ondata è in calo, anche se gli esperti riferiscono che in alcune regioni d’Italia i numeri di contagi non hanno ancora raggiunto il picco.

Ad aprile, i vescovi di tutta Italia hanno visitato i cimiteri per pregare e offrire messa per le anime di coloro che erano morti a causa del COVID-19, compresi i sacerdoti

Vaticano: abusi al Preseminario San Pio

Vaticano: abusi al Preseminario San Pio

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo

Il papa: una lettera per le vittime del Congo

Il papa: una lettera per le vittime del Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Il Papa celebra l'apparizione della Divina Misericordia

Il Papa celebra l'apparizione della Divina Misericordia

Papa Francesco: il diavolo è bugiardo

Papa Francesco: il diavolo è bugiardo

Perù: manca l'ossigeno, il papa: nessuno deve essere lasciato solo

Perù: manca l'ossigeno, il papa: nessuno deve essere lasciato solo