5 lezioni da San Giuseppe

San Giuseppe era obbediente . Giuseppe è stato obbediente alla Volontà di Dio per tutta la vita. Giuseppe ha ascoltato l’angelo del Signore spiegare la nascita verginale in un sogno e poi ha preso Maria come sua moglie (Matteo 1: 20-24). Era obbediente quando condusse la sua famiglia in Egitto per sfuggire all’infanticidio di Erode a Betlemme (Matteo 2: 13-15). Giuseppe obbedì ai successivi comandi dell’angelo di tornare in Israele (Matteo 2: 19-20) e stabilirsi a Nazaret con Maria e Gesù (Matteo 2: 22-23). Quante volte il nostro orgoglio e la nostra ostinazione ostacolano la nostra obbedienza a Dio?


San Giuseppe era altruista. Nella conoscenza limitata che abbiamo di Giuseppe, vediamo un uomo che pensava solo di servire Maria e Gesù, mai se stesso. Ciò che molti possono vedere come sacrifici da parte sua, erano in realtà atti di amore disinteressato. La sua devozione alla sua famiglia è un modello per i padri odierni che possono permettere che attaccamenti disordinati alle cose di questo mondo distorcano la loro attenzione e ostacolino le loro vocazioni.


San Giuseppe guidato dall’esempio . Nessuna delle sue parole è scritta nella Scrittura, ma possiamo vedere chiaramente dalle sue azioni che era un uomo giusto, amorevole e fedele. Spesso pensiamo di influenzare gli altri principalmente da ciò che diciamo, quando così spesso siamo osservati per le nostre azioni. Ogni decisione e azione registrata da questo grande santo è lo standard che gli uomini devono seguire oggi.


San Giuseppe era un operaio . Era un semplice artigiano che serviva i suoi vicini attraverso il suo lavoro manuale. Insegnò a suo figlio adottivo Gesù il valore del duro lavoro. È probabile che l’umiltà mostrata da Giuseppe nelle Scritture registrate si sia riversata nell’approccio semplice che adottò per il suo lavoro e per provvedere alla Sacra Famiglia. Tutti possiamo imparare una grande lezione da San Giuseppe, che è anche il santo patrono dei lavoratori, sul valore del nostro lavoro quotidiano e su come dovrebbe esistere per glorificare Dio, sostenere le nostre famiglie e contribuire alla società.


San Giuseppe era un leader . Ma non nel modo in cui possiamo vedere la leadership oggi. Ha guidato come un marito amorevole quando ha improvvisato di trovare una stalla per Maria per dare alla luce Gesù, dopo essere stato allontanato dalla locanda di Betlemme. Ha guidato come un uomo di fede quando ha obbedito a Dio in ogni cosa, ha preso la donna incinta come sua moglie e in seguito ha portato la Sacra Famiglia in sicurezza in Egitto. Ha guidato come fornitore di famiglia lavorando lunghe ore nel suo laboratorio per assicurarsi che avessero abbastanza da mangiare e un tetto sopra le loro teste. Ha guidato come insegnante insegnando a Gesù il suo mestiere e come vivere e lavorare come uomo.

Gesù dice: mia madre non nega nessuna grazia per chi recita questa preghiera

Gesù dice: mia madre non nega nessuna grazia per chi recita questa preghiera

Chi recita questa coroncina otterrà una grazia speciale

Chi recita questa coroncina otterrà una grazia speciale

Festa della Misericordia Domenica 11 Aprile: cosa fare oggi?

Festa della Misericordia Domenica 11 Aprile: cosa fare oggi?

Profumo di rose ero zoppo ora cammino!

Profumo di rose ero zoppo ora cammino!

Una preghiera inedita per allontanare le tue delusioni

Una preghiera inedita per allontanare le tue delusioni

Il mancato liquefarsi del sangue di San Gennaro: svelato il quarto disastro mondiale

Il mancato liquefarsi del sangue di San Gennaro: svelato il quarto disastro mondiale

Come e perché pregare San Giuseppe

Come e perché pregare San Giuseppe