7 suggerimenti biblici per coltivare vere amicizie

“L’amicizia nasce dalla semplice compagnia quando due o più compagni scoprono di avere in comune una visione o un interesse o addirittura un gusto che gli altri non condividono e che, fino a quel momento, ognuno credeva fosse il proprio tesoro unico (o onere). L’espressione tipica dell’apertura di Friendship sarebbe qualcosa del tipo, ‘Cosa? Anche tu? Pensavo di essere l’unico. ‘”- CS Lewis, The Four Loves

È meraviglioso trovare un compagno che condivide qualcosa in comune con noi che poi si trasforma in una vera amicizia. Tuttavia, ci sono momenti in cui stringere e sostenere amicizie durature non è facile.

Per gli adulti, la vita può darsi da fare con il bilanciamento di varie responsabilità sul lavoro, a casa, nella vita familiare e in altre attività. Trovare il tempo per coltivare le amicizie può essere difficile e ci saranno sempre quelli con cui lottiamo per entrare in contatto. Creare vere amicizie richiede tempo e impegno. Ne stiamo facendo una priorità? Ci sono cose che possiamo fare per iniziare e continuare un’amicizia?

La verità di Dio contenuta nella Bibbia può aiutarci in tempi in cui trovare, stringere e mantenere amicizie può essere difficile.

Cos’è l’amicizia?
“Chi ha amici inaffidabili presto finisce in rovina, ma c’è un amico che si tiene più vicino di un fratello” ( Proverbi 18:24 ).

L’unione tra Dio Padre, Figlio e Spirito Santo rivela una vicinanza e una relazione che tutti desideriamo, e Dio ci invita a farne parte. Le persone erano fatte per compagnia come portatori dell’immagine del Dio uno e trino e si dichiarava che non era bene per l’uomo essere solo ( Genesi 2:18 ).

Dio creò Eva come aiuto per Adamo e camminò con loro nel Giardino dell’Eden prima della caduta. Era relazionale con loro ed erano relazionali verso di lui e tra di loro. Anche dopo che Adamo ed Eva peccarono, fu il Signore che per primo li abbracciò e dispiegò il Suo piano di redenzione contro il maligno ( Genesi 3:15 ).

L’amicizia è dimostrata più chiaramente nella vita e nella morte di Gesù. Disse: “Nessuno ha un amore più grande di questo, che ha dato la vita per i suoi amici. Siete miei amici se fate quello che comando. Non vi chiamo più servi, perché un servitore non conosce gli affari del suo padrone. Invece vi ho chiamati amici, perché tutto quello che ho imparato dal Padre mio vi ho fatto conoscere “( Giovanni 15: 13-15 ).

Gesù si è rivelato a noi e non ha trattenuto nulla, nemmeno la sua vita. Quando Lo seguiamo e obbediamo, siamo chiamati Suoi amici. È lo splendore della gloria di Dio e l’esatta rappresentazione della Sua natura ( Ebrei 1: 3 ). Possiamo arrivare a conoscere Dio perché si è fatto carne e si è fatto conoscere da noi. Ha dato la sua vita per noi. Essere conosciuti e amati da Dio ed essere chiamati Suoi amici dovrebbe motivarci ad essere amici degli altri per amore e obbedienza a Gesù. Possiamo amare gli altri perché ci ha amati per primo ( 1 Giovanni 4:19 ).

7 modi per creare amicizie
1. Pregate per uno o due amici intimi
Abbiamo chiesto a Dio di stringere amicizie? Si prende cura di noi e sa tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Potrebbe non essere mai stato qualcosa per cui avremmo pensato di pregare.

In 1 Giovanni 5: 14-15 si dice: “questa è la fiducia che abbiamo verso di lui, che se chiediamo qualcosa secondo la sua volontà, ci ascolta. E se sappiamo che ci sente in qualunque cosa gli chiediamo, sappiamo che abbiamo le richieste che gli abbiamo chiesto “.

Nella fede , possiamo chiederGli di portare qualcuno nella nostra vita per incoraggiarci, sfidarci e continuare a indicarci Gesù. Se abbiamo chiesto a Dio di aiutarci a coltivare strette amicizie che possono incoraggiarci nella nostra fede e nella nostra vita, dobbiamo credere che Egli ci risponderà. Aspettiamo che Dio possa fare incommensurabilmente più di quanto possiamo chiedere o immaginare grazie al Suo potere all’opera in noi ( Efesini 3:20 ).

2. Cerca nella Bibbia la saggezza sull’amicizia
La Bibbia è piena di saggezza e il libro dei Proverbi ha molto da dire sull’amicizia, inclusa la scelta saggia degli amici e l’essere un amico. Parla di buoni consigli di un amico: “Il profumo e l’incenso portano gioia al cuore, e la piacevolezza di un amico scaturisce dal loro sincero consiglio” ( Proverbi 27: 9 ).

Mette anche in guardia contro coloro che possono rompere le amicizie: “Una persona perversa suscita conflitti e un pettegolezzo separa gli amici intimi” ( Proverbi 16:28 ) e “Chi promuove l’amore copre un’offesa, ma chi ripete la questione si separa da vicino amici “( Proverbi 17: 9 ).

Nel Nuovo Testamento, Gesù è il nostro più grande esempio di cosa significa essere un amico. Dice: “Nessuno ha amore più grande di questo: dare la propria vita per i propri amici” ( Giovanni 15:13 ). Dalla Genesi all’Apocalisse vediamo la storia dell’amore e dell’amicizia di Dio con le persone. Ci ha sempre inseguiti. Perseguiremo gli altri con lo stesso amore che Cristo aveva per noi?

3. Sii un amico
Non si tratta solo della nostra edificazione e di ciò che possiamo ottenere da un’amicizia. Filippesi 2: 4 dice: “Ciascuno di voi guardi non solo ai propri interessi, ma anche agli interessi degli altri” e 1 Tessalonicesi 5:11 dice: “Perciò incoraggiatevi a vicenda e edificatevi a vicenda, proprio come in realtà stai facendo.”

Ci sono molti che sono soli e in difficoltà, desiderosi di un amico e qualcuno da ascoltare. Chi possiamo benedire e incoraggiare? C’è qualcuno che dovremmo conoscere? Non tutti i conoscenti o le persone che aiutiamo diventeranno amici intimi. Tuttavia, siamo chiamati ad amare il nostro prossimo e anche i nostri nemici, ea servire coloro che incontriamo e ad amarli come fa Gesù.

Come dice Romani 12:10 : “ Amatevi gli uni gli altri con affetto fraterno. Superatevi l’un l’altro nel mostrare onore. “

4. Prendi l’iniziativa
Fare un passo di fede può essere davvero difficile. Chiedere a qualcuno di incontrarsi per un caffè, invitare qualcuno a casa nostra o fare qualcosa che speriamo possa aiutare qualcuno può prendere coraggio. Ci possono essere tutti i tipi di barriere. Forse sta superando la timidezza o la paura. Forse c’è un muro culturale o sociale che deve essere infranto, un pregiudizio che deve essere sfidato o dobbiamo semplicemente aver fiducia che Gesù sarà con noi in tutte le nostre interazioni.

Può essere difficile e seguire Gesù non è facile, ma non c’è modo migliore di vivere. Dobbiamo essere intenzionali e aprire il nostro cuore e la nostra casa a coloro che ci circondano, mostrando ospitalità e gentilezza e amandoli come Cristo ama noi. Fu Gesù che iniziò la redenzione riversando la sua grazia su di noi quando eravamo ancora nemici e peccatori contro Dio ( Romani 5: 6-10 ). Se Dio può elargire una grazia così straordinaria su di noi, possiamo riversare la stessa grazia sugli altri.

5. Vivi in ​​modo sacrificale
Gesù si spostava sempre da un luogo all’altro, incontrando persone diverse dalla folla e soddisfacendo i loro bisogni fisici e spirituali. Tuttavia, trovava continuamente del tempo da trascorrere con Suo Padre in preghiera e con i Suoi discepoli. Alla fine, Gesù ha vissuto una vita di sacrificio quando ha obbedito a Suo Padre e ha posto la Sua vita sulla croce per noi.

Ora possiamo essere amici di Dio perché è morto per il nostro peccato, riconciliandoci in una giusta relazione con Lui. Dobbiamo fare lo stesso e vivere una vita che riguarda meno noi, più Gesù ed è altruista verso gli altri. Essendo trasformati dall’amore sacrificale del Salvatore , siamo in grado di amare gli altri in modo radicale e investire nelle persone come fece Gesù.

6. Stand by Friends in alti e bassi
Un vero amico è risoluto e rimarrà nei momenti di difficoltà e dolore, nonché nei momenti di gioia e celebrazione. Gli amici condividono sia le prove che i risultati e sono trasparenti e sinceri. La stretta amicizia condivisa tra Davide e Gionatan in 1 Samuele 18: 1 lo dimostra: “Non appena ebbe finito di parlare a Saul, l’anima di Gionathan era unita all’anima di Davide, e Gionatan lo amava come la sua anima”. Gionathan mostrò gentilezza a Davide quando suo padre, il re Saul, inseguì la vita di Davide. Davide si fidava di Jonathan per aiutarlo a persuadere suo padre a cedere, ma anche per avvertirlo se Saul era ancora dopo la sua vita ( 1 Samuele 20 ). Dopo che Gionatan fu ucciso in battaglia, Davide fu addolorato, il che mostrò la profondità della loro relazione ( 2 Samuele 1: 25-27 ).

7. Ricorda che Gesù è l’ultimo amico
Può essere difficile stringere amicizie vere e durature, ma poiché confidiamo che il Signore ci aiuti in questo, dobbiamo ricordare che Gesù è il nostro ultimo amico. Chiama i credenti suoi amici perché si è aperto a loro e non ha tenuto nascosto nulla ( Giovanni 15:15 ). È morto per noi, ci ha amati per primo ( 1 Giovanni 4:19 ), ci ha scelti ( Giovanni 15:16 ), e quando eravamo ancora lontani da Dio ci ha avvicinati con il suo sangue, versato per noi sulla croce ( Efesini 2:13 ).

È amico dei peccatori e promette di non lasciare né abbandonare mai coloro che confidano in Lui. Il fondamento di un’amicizia vera e duratura sarà quella che ci sprona a seguire Gesù in tutta la vita, desiderandoci di finire la corsa verso l’eternità.

Cosa significa "Bibbia" e come ha preso quel nome?

Cosa significa "Bibbia" e come ha preso quel nome?

20 potenti versetti della Bibbia per aiutarti a essere paziente

20 potenti versetti della Bibbia per aiutarti a essere paziente

Bibbia: qual è il rapporto tra il Padre e il Figlio?

Bibbia: qual è il rapporto tra il Padre e il Figlio?

Perché è così importante ricordare la Pasqua a Natale

Perché è così importante ricordare la Pasqua a Natale

Come chiedere perdono a Dio

Come chiedere perdono a Dio

5 cose che impariamo dalla fede di Giuseppe a Natale

5 cose che impariamo dalla fede di Giuseppe a Natale

Ogni momento della nostra vita condiviso con Dio attraverso la Bibbia

Ogni momento della nostra vita condiviso con Dio attraverso la Bibbia