Alla ricerca del bisognoso

Portarono a Gesù tutti coloro che erano malati di varie malattie e tormentati dal dolore, quelli che erano posseduti, pazzi e paralitici, e li guarì. Matteo 4: 24b

Ora che abbiamo completato la celebrazione dell’ottava di Natale e abbiamo anche celebrato l’Epifania del Signore, iniziamo a rivolgere gli occhi al ministero pubblico di Gesù. Il Vangelo di oggi rivela l’inizio del suo ministero dopo l’arresto di Giovanni Battista. In questo Vangelo, molti che erano nel bisogno furono portati a Gesù.

Possiamo guardare questo passaggio da diverse prospettive. Possiamo guardarlo dal punto di vista del ministero di Gesù, dal punto di vista di coloro che sono stati guariti, ma anche dal punto di vista di coloro che hanno portato gli altri a Gesù. È quest’ultima prospettiva su cui riflettiamo oggi.

Immagina di essere uno di quelli che hanno portato a Gesù quelli con “varie malattie”, quelli “tormentati dal dolore” e quelli che erano “posseduti, pazzi e paralitici”. Hai l’amore, la preoccupazione e la compassione necessari per essere uno che porta queste persone a Gesù?

Spesso, quando incontriamo coloro che fanno male o sono i “rifiuti” della società, tendiamo a guardarli dall’alto in basso. Ci vuole una persona molto misericordiosa e compassionevole per vedere la dignità di queste persone e fare qualcosa per aiutarle a guarire e incontrare l’amore di Dio. Raggiungere coloro che hanno un serio bisogno richiede grande umiltà da parte nostra e richiede un cuore veramente non giudicante. Il Figlio di Dio è venuto nel nostro mondo per portare guarigione e salvezza a tutte le persone. È nostro dovere aiutare a portare tutte le persone a Gesù, indipendentemente dalla loro condizione, livello di necessità o stato sociale.

Rifletti, oggi, su coloro che rientrano in questa categoria nella tua vita. Chi è che fa male e ha bisogno? Chi è che potresti essere tentato di giudicare e criticare? Chi è che è rotto, triste, confuso, fuorviato o malato spiritualmente? Forse ci sono persone che sono fisicamente malate a cui Dio ti sta chiamando per raggiungere, o forse è qualcuno che è malato mentalmente, moralmente o spiritualmente in qualche modo. Come li trattate? Il Vangelo di oggi ci chiama a seguire l’esempio di questi primi discepoli di Gesù cercando i bisognosi e cercando modi per portarli a Gesù, il Divino Guaritore. Impegnati a questo atto di compassione e sarai benedetto per la tua bontà.

Signore, ti prego, dammi un cuore di misericordia e compassione. Aiutami a capire che sei venuto per tutte le persone, specialmente quelle che hanno un bisogno serio. Dammi la grazia di fare la mia parte in modo che tutte le persone vengano per entrare nella tua presenza di guarigione. Gesù io credo in te.

Articoli correlati