Beato Giovanni da Parma: il santo del giorno

Beato Giovanni da Parma: Settimo ministro generale dell’Ordine Francescano, Giovanni era noto per i suoi tentativi di riportare lo spirito precedente dell’Ordine dopo la morte di San Francesco d’Assisi .

Beato Giovanni da Parma: la sua vita

Era nato a Parma, in Italia, nel 1209. Fu quando era un giovane professore di filosofia noto per la sua devozione e cultura che Dio lo chiamò per dire addio al mondo a cui era abituato ed entrare nel nuovo mondo del francescano Ordine. Dopo la sua professione, John è stato inviato a Parigi per completare i suoi studi teologici. Ordinato sacerdote, fu nominato per insegnare teologia a Bologna, poi a Napoli e infine a Roma.

Nel 1245, papa Innocenzo IV convocò un consiglio generale nella città di Lione, in Francia. Crescentius, all’epoca ministro generale francescano, era malato e impossibilitato a partecipare. Al suo posto mandò Frate John, che fece una profonda impressione sui dirigenti della Chiesa lì riuniti. Due anni dopo, quando lo stesso papa presiedette l’elezione di un ministro generale dei francescani, si ricordò bene di frate Giovanni e lo considerò l’uomo più qualificato per l’ufficio.

E così nel 1247 Giovanni da Parma fu eletto ministro generale. I discepoli superstiti di San Francesco si rallegrarono della sua elezione, aspettandosi un ritorno allo spirito di povertà e umiltà dei primi tempi dell’Ordine. E non furono delusi. Come generale dell’Ordine, Giovanni ha viaggiato a piedi, accompagnato da uno o due compagni, praticamente in tutti i conventi francescani esistenti. A volte arrivava e non veniva riconosciuto, rimanendo lì per diversi giorni per mettere alla prova il vero spirito dei fratelli.

I legami con il papa

Il papa ha invitato Giovanni a servire come legato a Costantinopoli, dove ha avuto più successo nel riconquistare i greci scismatici. Al suo ritorno, ha chiesto che qualcun altro prendesse il suo posto per governare l’Ordine. Su sollecitazione di Giovanni, San Bonaventura fu scelto per succedergli. Giovanni ha intrapreso una vita di preghiera nell’eremo di Greccio.

Molti anni dopo, Giovanni apprese che i greci che si erano riconciliati con la Chiesa per un certo periodo, erano ricaduti nello scisma. Sebbene avesse ormai 80 anni, Giovanni ricevette il permesso da Papa Nicola IV di tornare in Oriente nel tentativo di ristabilire l’unità ancora una volta. Durante il viaggio, John si ammalò e morì. Fu beatificato nel 1781.

preghiera del giorno

Beato Giovanni da Parma: la riflessione del giorno

Riflessione: Nel XIII secolo, le persone sulla trentina erano di mezza età; quasi nessuno è vissuto fino alla veneranda età di 80 anni. John lo ha fatto, ma non si è ritirato facilmente. Invece era in viaggio per cercare di sanare uno scisma nella Chiesa quando morì. La nostra società oggi vanta molte persone nei loro ultimi decenni. Come John, molti di loro conducono una vita attiva. Ma alcuni non sono così fortunati. La debolezza o la cattiva salute li tengono confinati e soli, in attesa di nostre notizie. Il 20 marzo si celebra la festa liturgica del Beato Giovanni da Parma.

Alla fine di questo articolo vi propongo un video per visitare la bellissima Chiesa di Parma dedicata a San Giovanni evangelista. Bellissimi posti di architettura e spiritualità.

29 aprile Caterina da Siena chi è oggi

29 aprile Caterina da Siena chi è oggi

San Turibio di Mogrovejo, santo del giorno

San Turibio di Mogrovejo, santo del giorno

Beato Giovanni da Parma: il santo del giorno

Beato Giovanni da Parma: il santo del giorno

Santo del giorno: San Salvatore di Horta

Santo del giorno: San Salvatore di Horta

Santo del giorno: San Giuseppe, sposo di Maria

Santo del giorno: San Giuseppe, sposo di Maria

San Cirillo di Gerusalemme, santo del giorno

San Cirillo di Gerusalemme, santo del giorno

Santo del giorno: San Leandro di Siviglia

Santo del giorno: San Leandro di Siviglia