Cardinale Bassetti dimesso dall’ospedale dopo la battaglia con il COVID-19

Giovedì il cardinale italiano Gualtiero Bassetti è stato dimesso dall’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, dove ricopre il ruolo di arcivescovo, dopo aver trascorso circa 20 giorni lì a combattere il coronavirus COVID.

Il presidente della Conferenza episcopale italiana, Bassetti è tra i più alti funzionari della Chiesa cattolica a contrarre il coronavirus e recuperare, tra cui il vicario di Roma del papa, il cardinale Angelo De Donatis, e il cardinale Philippe Ouédraogo, arcivescovo di Ouagadougou, Burkina Faso e presidente del Simposio delle Conferenze Episcopali d’Africa e Madagascar (SECAM).

Anche il cardinale filippino Luis Tagle, capo del dipartimento vaticano per l’evangelizzazione dei popoli, è risultato positivo, ma asintomatico.

In un messaggio diffuso al suo rilascio dall’ospedale, Bassetti ha ringraziato l’ospedale Santa Maria della Misericordia per le cure, dicendo: “In questi giorni che mi hanno visto passare attraverso la sofferenza del contagio con COVID-19, ho potuto toccare con mano mano l’umanità, la competenza e le cure fornite ogni giorno, con instancabile preoccupazione, da tutto il personale, sanitario e non. “

“Medici, infermieri, amministratori: ognuno di loro si impegna nel proprio territorio per garantire la migliore accoglienza, cura e accompagnamento per ogni paziente, riconosciuto nella vulnerabilità del malato e mai abbandonato all’angoscia e al dolore”, ha detto. .

Bassetti ha detto che continuerà a pregare per il personale dell’ospedale e che “li porterà nel cuore” e li ha ringraziati per il loro “lavoro instancabile” per salvare quante più vite possibili.

Ha anche offerto preghiere per tutti i pazienti che sono ancora malati e lottano per la loro vita, dicendo che li lascia con un messaggio di conforto e una richiesta di “rimanere uniti nella speranza e nell’amore di Dio, il Signore non ci abbandona mai, ma ci tiene nelle sue braccia.”

“Continuo a raccomandare a tutti di perseverare nella preghiera per coloro che soffrono e vivono in situazioni di dolore”, ha detto.

Bassetti è stato ricoverato in ospedale a fine ottobre dopo essere risultato positivo al COVID-19, dove gli è stata diagnosticata una polmonite bilaterale e conseguente insufficienza respiratoria. Il 3 novembre è stato trasferito in terapia intensiva, dove ci fu un breve spavento quando le sue condizioni iniziarono a peggiorare. Tuttavia, dopo alcuni giorni ha iniziato a mostrare miglioramenti ed è stato trasferito fuori dall’ICU il 10 novembre.

Prima di rientrare nella sua abitazione nella residenza arcivescovile di Perugia, Bassetti, nei prossimi giorni, si trasferirà all’ospedale Gemelli di Roma per un periodo di riposo e guarigione. Quanto tempo dovrebbe rimanere non è stato ancora specificato.

Mons. Stefano Russi, segretario generale della Cei, in un comunicato ha anche espresso la sua gratitudine per la guarigione di Bassetti, esprimendo “gioia per il costante progresso delle sue condizioni di salute. I vescovi ei fedeli italiani gli sono vicini nella convalescenza al Gemelli, dove è atteso con grande affetto ”.

Il 18 novembre, il giorno prima della dimissione di Bassetti, Papa Francesco per la seconda volta ha chiamato il vescovo ausiliare di Perugia, Marco Salvi, appena uscito dalla quarantena dopo essere risultato asintomaticamente positivo per COVID-19, per verificare le condizioni di Bassetti.

Secondo Salvi, durante la chiamata, che è stata la seconda del papa in meno di 10 giorni, il papa ha chiesto per primo della propria salute “dopo che l’ospite indesiderato, il coronavirus, ha lasciato il mio corpo”.

“Poi ha chiesto un aggiornamento sullo stato di salute del nostro parroco Gualtiero e io l’ho rassicurato sul fatto che tutto sta procedendo per il meglio con l’aiuto di Dio e degli operatori sanitari che si prendono cura di lui”, ha detto Salvi, sottolineando che disse anche al papa dei piani di Bassetti di venire al Gemelli per la sua guarigione.

“Ho detto al Santo Padre che al Gemelli il nostro cardinale si sentirà come a casa, rincuorato dalla vicinanza di Sua Santità”, ha detto Salvi, aggiungendo di aver trasmesso il saluto personale del Papa a Bassetti, che “è stato molto commosso dal costante attenzione e premura della sollecitudine del Santo Padre per lui “.

Secondo il settimanale diocesano La Voce , Bassetti aveva inizialmente sperato di tornare a casa sua presso la residenza arcivescovile dopo essere stato dimesso, ma ha deciso di andare a Gemelli per prudenza.

Nel commentare la sua decisione a un collaboratore, riferisce La Voce , Bassetti ha detto di aver “condiviso 15 giorni di questa difficile prova con i malati in Umbria, confortandosi a vicenda, senza mai perdere la speranza di guarire con l’aiuto del Signore e del Beato. Vergine Maria.”

“Nella sofferenza ho condiviso l’atmosfera di una famiglia, quella dell’ospedale della nostra città, quella famiglia che Dio mi ha donato per aiutarmi a vivere con serenità questa grave malattia. In questa famiglia ho ricevuto cure adeguate e ringrazio tutti coloro che mi hanno aiutato “.

Parlando della sua comunità diocesana, Bassetti ha detto che mentre starà lontano dall’arcidiocesi per un po ‘di tempo, ha la certezza “di averlo sempre nel mio cuore come lei ha sempre avuto me nel suo”.

Al 19 novembre, l’Italia ha registrato 34.283 nuovi casi di coronavirus e 753 decessi in 24 ore: il secondo giorno consecutivo in cui i decessi correlati al coronavirus sono stati 700. Finora, circa 1.272.352 persone sono risultate positive al COVID-19 dall’inizio dell’epidemia in Italia, con un totale di 743.168 attualmente infette.

L'elemosiniere del papa mons.  Krajewski invita a ricordarsi dei poveri durante le vaccinazioni covid

L'elemosiniere del papa mons. Krajewski invita a ricordarsi dei poveri durante le vaccinazioni covid

Due italiani del XX secolo avanzano sulla via della santità

Due italiani del XX secolo avanzano sulla via della santità

Papa Francesco si congratula con la squadra di calcio La Spezia per la vittoria contro la Roma

Papa Francesco si congratula con la squadra di calcio La Spezia per la vittoria contro la Roma

Papa Francesco al clero venezuelano: servire con 'gioia e determinazione' in mezzo alla pandemia

Papa Francesco al clero venezuelano: servire con 'gioia e determinazione' in mezzo alla pandemia

43 sacerdoti cattolici sono morti nella seconda ondata di coronavirus in Italia

43 sacerdoti cattolici sono morti nella seconda ondata di coronavirus in Italia

Sacerdote cattolico in Nigeria trovato morto dopo il rapimento

Sacerdote cattolico in Nigeria trovato morto dopo il rapimento

"Le parole possono essere baci", ma anche "spade", scrive papa in un nuovo libro

"Le parole possono essere baci", ma anche "spade", scrive papa in un nuovo libro