A storia di Maria Bambina, da a creazione à u locu di riposu finale

Milanu hè l'imaghjini di a moda, di a vita frenetica di u caosu, di i monumenti di Piazza Affari è di a Borsa. Ma sta cità hà ancu un altru visu, quellu di a fede, di a riligiosità è di e credenze populari. Pocu luntanu da a Cattedrale si trova a casa generale di e Sorelle di a Carità, induve l'imaghjini di Maria Bambina.

Madonna

L'origine di Maria Bambina

Per capisce l'origine di sta statua di cera, ci vole à viaghjà à traversu u tempu à l'anni 1720-1730. À quellu tempu, Sr Isabella Chiara Fornari, un franciscanu di Todi, hà amatu di creà picculi statue di u Bambinu Ghjesù è Maria Bambina in cera. Una di queste statuette hè stata donata Monseigneur Alberico Simonetta de Milan è, dopu à u so donna, mortu, l'effigie passò à Monai capucine di Santa Maria degli Angeli, chì sparghje a devozione.

statua di cera

Tuttavia, durante l'anni trà 1782 è 1842, e cungregazioni religiose eranu suppressa per decretu di l'imperatore Ghjiseppu II è dopu di Napulione. A causa di questu, u simulacrum di Maria Bambina hè stata purtata da e suore capucine à u Cunventu Augustinian, e poi passò in manu di e Canonesse Laterane. In seguitu, u pastore Pè Luigi Bosisio s’occupa di l’effigie, cù u scopu di trasmettela à una istituzione religiosa chì puderia mantene viva a devozione.

Stu simulacru passa dopu à l'uspidale Cicerone di Milanoaffidata a suor Teresa Bosio, superiora delle Suore della Carità di Lovere. A cungregazione religiosa era stata fundata in u 1832 da Bartolomea Capitanio è, dopu esse chjamatu da u Cardinal Gaysruck per aiutà i malati in l'uspidale, sti monache si curavanu di u simulacru. Prestu, e monache è i malati si vultonu Maria zitella à truvà forza, speranza è prutezzione.

In u 1876, dopu à un trasferimentu, u simulacru hè finalmente ghjuntu via Santa Sofia, in Milan. Dopu più di un seculu, l'effigie di Maria Bambina in cera cuminciò à mostrà segni di deteriorazione è per quessa, rimpiazzatu cù un altru ritrattu. L'uriginale, però, hè esibitu ogni annu l'8 di sittembri ind'a casa religiosa.