U Papa, a tristezza hè una malatia di l'ànima, un male chì porta à u male

La tristezza hè un sintimu cumunu à tutti noi, ma hè impurtante di ricunnosce a diffarenza trà una tristezza chì porta à a crescita spirituale è quella chì porta à a chjusura è a gattivezza. U Papa Francescu ci ramenta chì a tristezza pò esse una malatia di l'ànima, un dimòniu sottile chì sguassate è sviuta à quelli chì l'ospitanu. Hè un sintimu chì pò scaccià in l'ànima è trasfurmà in un statu negativu di mente s'ellu ùn hè micca indirizzatu bè.

ragazza triste

ci dui tipi di tristezza: u bonu chì cù a grazia di Diu, pò trasfurmà in gioia e u cattivu, chì porta à u disprezzu, u pessimisimu è l'egoismu. Hè impurtante d'amparà à distingue trà i dui è reagisce in cunseguenza. Tristezza pò nasce quandu u nostru e speranze sbucciate o quandu soffremu una perdita emotiva, ma duvemu amparà à superà a basa di a speranza.

Tristezza, un male chì porta à u male

Il Pontefice si riferisce à a storia di discepuli di Emmaus, chì lascianu Ghjerusalemme cù i cori disappuntu è ci ricorda chì avemu tutti passatu mumenti di scoraggiamentu è angoscia. Tuttavia, ùn ci vole micca permette à a tristezza di ripiglià è indurisce i nostri cori. Avemu da risistiri à a tentazione di chjappà in a malincunia è di circà a forza in a speranza.

male

A tristezza, s'ellu ùn hè micca cuntrullata, pò trasfurmà in a u malu statu di mente chì ci porta à a chjusura è l'egoismu. Hè cum'è a verme in u core chì sviuta à quelli chì l'aspittavanu. Avemu da amparà à ricunnosce quandu si piglia è reagisce in cunseguenza.

Papa Francesco

A tristezza pò esse unu caramelle amara ch'è no sughjemu senza zuccaru, un piacè di ùn piace, ma ci vole à risistiri à a tentazione di lascià sbuccà. Avemu da ricurdà chì Ghjesù ci porta gioia di a risurrezzione è chì pudemu vincelu cunfiendu à a speranza è a grazia di Diu. Ùn ci vole micca permette ch'ella ci purtassi à u male, ma ci vole à luttà cun ella. forza di spiritu è ​​di fede.