Come possiamo ringraziare i nostri Angeli Custodi per l’aiuto che ci danno?

Cos’è un angelo custode?

Un angelo custode è un angelo (un essere creato, non umano, non corporeo) che è stato assegnato per proteggere una particolare persona, specialmente per aiutare quella persona ad evitare i pericoli spirituali e raggiungere la salvezza.

L’angelo può anche aiutare la persona a evitare pericoli fisici, in particolare se questo aiuterà la persona a raggiungere la salvezza.

Come possiamo ringraziarli per l’aiuto che ci danno?

La Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti ha spiegato:

La devozione ai Santi Angeli dà origine a una certa forma di vita cristiana caratterizzata da:

devota gratitudine a Dio per aver posto questi spiriti celesti di grande santità e dignità al servizio dell’uomo;
un atteggiamento di devozione derivante dalla conoscenza di vivere costantemente alla presenza dei Santi Angeli di Dio; – serenità e fiducia nell’affrontare situazioni difficili, poiché il Signore guida e protegge i fedeli nella via della giustizia attraverso il ministero dei Suoi Santi Angeli . Tra le preghiere per gli Angeli Custodi, l’ Angele Dei è particolarmente popolare, ed è spesso recitata dalle famiglie alle preghiere del mattino e della sera, o alla recita dell’Angelus.

PREGHIERE ALL’ANGELO CUSTODE

Angelo benignissimo, mio custode, tutore e maestro, mia guida e difesa, mio sapientissimo consigliere e amico fedelissimo, a te io sono stato raccomandato, per la bontà del Signore, dal giorno in cui nacqui fino all’ultima ora della mia vita. Quanta riverenza di debbo, sapendo che mi sei dovunque e sempre vicino! Con quanta riconoscenza ti devo ringraziare per l’amore che nutri per me, quale e quanta confidenza per saperti il mio assistente e difensore! Insegnami, Angelo Santo, correggimi, proteggimi, custodiscimi e guidami per il diritto e sicuro cammino alla Santa Città di Dio. Non permettere che io faccia cose che offendano la tua santità e la tua purezza. Presenta i miei desideri al Signore, offrigli le mie orazioni, mostragli le mie miserie e impetrami il rimedio di esse dalla sua infinita bontà e dalla materna intercessione di Maria Santissima, tua Regina. Vigila quando dormo, sostienimi quando sono stanco, sorreggimi quando sto per cadere, alzami quando sono caduto, indicami la via quando sono smarrito, rincuorami quando mi perdo d’animo, illuminami quando non vedo, difendimi quando sono combattuto e specialmente nell’ultimo giorno della mia vita, siimi scudo contro il demonio. In grazia della tua difesa e della tua guida, ottienimi infine di entrare nella tua gloriosa dimora, dove per tutta l’eternità io possa esprimerti la mia gratitudine e glorificare assieme a te il Signore e la Vergine Maria, tua e mia Regina. Amen.

Articoli correlati