Come trasformare la paura in fede durante la pandemia

Il coronavirus ha capovolto il mondo. Due o tre mesi fa, scommetto che non avevi sentito parlare molto del coronavirus. Non l’ho fatto. La parola pandemia non era nemmeno all’orizzonte. Molto è cambiato negli ultimi mesi, settimane e persino giorni.

Ma tu, e altri come te, state cercando di ascoltare un valido consiglio professionale, soprattutto quando non è facile. Stai facendo del tuo meglio per lavarti le mani frequentemente , evitare di toccarti il ​​viso, indossare una maschera per il viso e stare a due metri di distanza dagli altri. Ti stai persino riparando sul posto.

Eppure sappiamo che c’è di più per sopravvivere a una pandemia che evitare semplicemente l’infezione. I germi non sono l’unico contagio che si è diffuso in un’epidemia virale. Così fa la paura. La paura può essere ancora più virulenta del coronavirus stesso. E quasi altrettanto dannoso.

Cosa fai quando la paura prende il sopravvento?

È una bella domanda. In qualità di allenatore del clero, faccio da mentore ad altri dirigenti della chiesa attraverso la creazione di una cultura del rinnovamento, un programma di leadership che ho sviluppato. Trascorro anche molto tempo a fare da mentore a colleghi tossicodipendenti e alcolisti durante il recupero. Anche se si tratta di due gruppi di persone molto diversi, ho imparato da entrambi come trasformare la paura in fede.

Diamo un’occhiata a due modi in cui la paura può rubare la tua fede; e due potenti modi per reclamare la pace . Anche nel mezzo di una pandemia.

Come la paura ti ruba la fede

Una volta era che nel momento in cui sentivo i fremiti della paura, abbandonavo Dio e mi abbandonavo. Vorrei fuggire tutto e run (la paura). Sono corso a droghe, alcol e molto cibo. Lo chiami, l’ho fatto. Il problema è che fuggire non ha risolto nulla. Dopo aver finito di correre, avevo ancora la paura, oltre agli effetti collaterali di esagerare.

I miei fratelli e sorelle in convalescenza mi hanno insegnato che è normale provare paura. È anche normale voler scappare.

Ma anche se la paura è una parte naturale dell’essere umano, crogiolarsi in essa ti impedisce di ricevere tutta la bontà che la vita ha in attesa di te. Perché la paura interrompe la capacità di abbracciare il futuro.

Più di 30 anni nel recupero dalla dipendenza e decenni nel ministero mi hanno insegnato che la paura non è per sempre . Se non mi faccio del male, se resto vicino a Dio, anche questo passerà.

Come affrontare la paura nel frattempo?

In questo momento, il tuo pastore, sacerdote, rabbino, imam, insegnante di meditazione e altri leader spirituali stanno ascoltando, pregando, studiando la Bibbia, musica, yoga e meditazione in diretta streaming. La compagnia di coloro che conosci, anche a distanza, ti aiuterà a capire che non tutto è perduto. Insieme, ce la farai.

Se non hai una comunità spirituale regolare, questo è un ottimo momento per entrare in contatto. Non è mai stato così facile provare un nuovo gruppo o una nuova pratica. Non solo, la spiritualità fa bene al sistema immunitario .

Rinnova la PAURA e rivendica la tua fede

Metti la paura dalla sua parte e rivelerà modi per rivendicare la tua fede. Quando rimango bloccato nella paura, significa semplicemente che sto dimenticando che va tutto bene. La paura ha una straordinaria capacità di trascinarmi in un terribile futuro immaginario, dove tutto si rivela terribile. Quando ciò accade, ricordo cosa mi ha detto il mio mentore: “Resta dove sono i tuoi piedi”. In altre parole, non andate nel futuro, rimanete nel momento presente.

Se il momento presente è molto difficile, chiamo un amico, faccio coccole con il mio cane e prendo un libro devozionale. Quando lo faccio, mi rendo conto che il motivo per cui va tutto bene è perché non sono solo. Dio è con me.

Ci è voluto un po ‘, ma ho scoperto che posso davvero sconfiggere la paura. Posso affrontare tutto e rialzarmi. Dio non mi lascerà e non mi abbandonerà mai. Quando lo ricordo, non devo prendere alcol, droghe o mega porzioni di cibo. Dio mi ha mostrato che posso gestire ciò che è di fronte a me.

Tutti noi ci sentiamo soli o spaventati di tanto in tanto. Ma questi sentimenti difficili sono amplificati in momenti incerti come questi. Tuttavia, se ritieni di aver bisogno di più dei suggerimenti sopra riportati, non aspettare. Si prega di contattare e chiedere ulteriore aiuto. Chiama il tuo prete, ministro, rabbino o amico nella fede locale. Non esitate a contattare un numero verde per ansia, salute mentale o suicidio . Sono lì per aiutarti. Proprio come lo è Dio.

l'incesto: perché la chiesa lo condanna?

l'incesto: perché la chiesa lo condanna?

3 cose da fare per avere un rapporto con Dio

3 cose da fare per avere un rapporto con Dio

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri

Incenso: significato religioso e non solo

Incenso: significato religioso e non solo

Santa Faustina ci dice le difficoltà nella preghiera (dal suo diario)

Santa Faustina ci dice le difficoltà nella preghiera (dal suo diario)

Devozione a Santa lucia: come e dove viene celebrata!

Devozione a Santa lucia: come e dove viene celebrata!

Perché la Chiesa è di vitale importanza per ogni cristiano.

Perché la Chiesa è di vitale importanza per ogni cristiano.