Concessa l’indulgenza plenaria da papa Francesco per la devozione alla Madonna di Guadalupe

Con la Basilica di Nostra Signora di Guadalupe chiusa per la sua festa per impedire la diffusione del COVID-19, Papa Francesco ha detto che i cattolici possono ancora ricevere un’indulgenza plenaria l’11 e il 12 dicembre per la loro devozione mariana se seguono determinate condizioni.

La lettera di annuncio dell’indulgenza del cardinale di Città del Messico Carlos Aguiar Retes è stata accompagnata dalla proclamazione formale del cardinale Mauro Piacenza, capo della Penitenzieria Apostolica, tribunale vaticano che si occupa di questioni di coscienza e di indulgenze.

Per ricevere un’indulgenza, una remissione della pena temporale che si merita per i propri peccati, devono essere soddisfatte le seguenti condizioni. Una persona deve:

– Preparare un altare o un luogo di preghiera a Nostra Signora di Guadalupe a casa.

– Guarda un live streaming o una messa televisiva nella Basilica di Nostra Signora di Guadalupe a Città del Messico il 12 dicembre, “partecipando attivamente … con devozione e con un’attenzione esclusiva all’Eucaristia”. Diceva che si poteva accedere alle messe su www.youtube.com/user/BasilicadeGuadalupe a mezzanotte o alle 24:00 CST.

– Completare le normali condizioni per un’indulgenza pregando per le intenzioni del papa, trovandosi in stato di grazia dopo la confessione, partecipando a una messa piena e ricevendo la Comunione. La lettera afferma che le ultime tre condizioni “possono essere soddisfatte quando l’orientamento della salute pubblica lo consente”.

L’indulgenza sarebbe per chiunque nel mondo, ma Aguiar ha riconosciuto che le persone negli Stati Uniti e nelle Filippine hanno una devozione speciale a Nostra Signora di Guadalupe, la cui festa è il 12 dicembre.

Alla fine di novembre, la chiesa messicana e i funzionari civici hanno annullato le celebrazioni pubbliche per la patrona del Messico a causa della pandemia COVID-19. La celebrazione attira normalmente 10 milioni di pellegrini alla basilica, il santuario mariano più visitato al mondo.

La segreteria sanitaria messicana segnala più di 100.000 morti per COVID-19 – il quarto più di qualsiasi paese – e il numero è in aumento.

L’Arcidiocesi di Città del Messico ha organizzato un pellegrinaggio virtuale e ha chiesto alle persone di inviare foto con le loro intenzioni e condividere immagini dei loro altari domestici e piccole celebrazioni più vicino a casa.

Alla conferenza stampa che ha annunciato la chiusura, l’arcivescovo Rogelio Cabrera López, presidente della conferenza episcopale messicana, ha detto: “Sappiamo già che la Vergine si sposta e si trasferisce dove si trovano i suoi figli, soprattutto quelli che sono in lutto”

Come si comporta la chiesa nei confronti dei media?

Come si comporta la chiesa nei confronti dei media?

Angelus di Papa Francesco "digiunate dai pettegolezzi"

Angelus di Papa Francesco "digiunate dai pettegolezzi"

Vaccino anti covid-19: non ci sono miracoli

Vaccino anti covid-19: non ci sono miracoli

Carlo Acutis: dall'informatica al cielo

Carlo Acutis: dall'informatica al cielo

Il nunzio apostolico in Iraq risulta positivo al COVID-19

Il nunzio apostolico in Iraq risulta positivo al COVID-19

La nuova moneta italiana onorerà gli operatori sanitari

La nuova moneta italiana onorerà gli operatori sanitari

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo