Confronto tra credenze islamiche e cristiane

La religione
La parola Islam significa sottomissione a Dio.

La parola cristiana significa discepolo di Gesù Cristo che segue le sue credenze.

Nomi di Dio

Nell’Islam, Allah significa “il Dio”, il perdono, misericordioso, saggio, onnisciente, potente, aiutante, protettore, ecc.

Una persona che è cristiana deve riferirsi a Dio come al suo Padre.

Natura di Dio

Nell’Islam, Allah è uno. Non genera e non è generato e non c’è nessuno come Lui (il termine “Padre” non è mai usato nel Corano).

Un vero cristiano crede che la Divinità sia attualmente composta da due Esseri (Dio Padre e Suo Figlio). Nota che la Trinità non è una dottrina del Nuovo Testamento.

Insegnamenti di base della Bibbia
In che modo Maometto si confronta con Gesù?
Cosa è esattamente considerato New Age?

Lo scopo e il piano di Dio

Nell’Islam, Allah fa come vuole.

I cristiani credono che l’Eterno stia attualmente elaborando un piano in cui tutti gli umani entrano nell’immagine di Gesù come Suoi figli divini.

Che cos’è uno spirito?

Nell’Islam, uno spirito è un angelo o un attributo creato. Dio non è spirito.

La Bibbia chiarisce che Dio, Gesù e gli angeli sono composti di spirito. Quello che viene chiamato lo Spirito Santo è il potere mediante il quale l’Eterno e Gesù Cristo compiono la loro volontà. Quando il suo spirito risiede in una persona, li rende cristiani.

Portavoce di Dio

L’Islam crede che i profeti dell’Antico Testamento e Gesù siano culminati in Maometto. Maometto era il paracleto (avvocato).

Il cristianesimo insegna che i profeti dell’Antico Testamento hanno raggiunto il culmine in Gesù, che è stato poi seguito dagli apostoli.

Chi è Gesù Cristo?

L’Islam insegna che Gesù è considerato uno dei profeti di Dio, nato da una donna di nome Maria e prodotto dal potere angelico di Gabriele. Allah prese Gesù mentre un fantasma ( fantasma? ) Di lui veniva messo sulla croce e crocifisso.

Gesù Cristo, l’unico Figlio di Dio generato, è stato miracoloso concepito nel grembo di Maria attraverso il potere dello Spirito Santo. Gesù, il Dio dell’Antico Testamento, si spogliò di tutta la sua potenza e gloria per diventare un uomo e morire per i peccati di tutta l’umanità.

Comunicazione scritta di Dio

Al Koran (la recitazione) di 114 suras (unità) supportate da molti volumi di hadith (tradizioni). Il Corano ( Corano ) fu dettato a Maometto dall’angelo Gabriele in puro arabo classico. Per l’Islam il Corano è il loro legame con Dio.

Per i cristiani la Bibbia, composta da libri dell’Antico Testamento in ebraico e aramaico e libri del Nuovo Testamento in greco, è l’ispirazione e la comunicazione autorevole di Dio con gli umani.

Natura dell’Uomo

L’Islam crede che gli esseri umani siano senza peccato alla nascita con capacità di progresso morale e spirituale illimitato attraverso la fede in Dio e l’adesione fedele agli insegnamenti.

La Bibbia insegna che gli esseri umani sono nati con la natura umana, il che li rende inclini al peccato e conduce alla naturale inimicizia verso Dio. La sua grazia e il suo Spirito danno agli umani la capacità di pentirsi delle loro vie malvagie e di diventare santi.

Responsabilità personale

Le attività dei malvagi e dei santi, dei generosi e degli afferrati, sono, secondo l’Islam, tutta la creazione di Allah. Allah può dare fino a sette spiriti a un uomo. Ma coloro che scelgono il bene saranno premiati e il male punito.

Il cristianesimo crede che tutti abbiano peccato e siano rimasti privi della gloria di Dio. Il compenso del peccato è la morte. Nostro Padre invita gli umani a scegliere la vita, diventare cristiani e allontanarsi dal male.

Cosa sono i credenti?

Nell’Islam, i credenti sono indicati come “i miei schiavi”.

La Bibbia insegna a coloro che hanno lo spirito di Dio in loro i suoi cari figli (Romani 8:16).

La vita dopo la morte

Alla risurrezione i giusti vanno nel Giardino di Dio ma non lo vedono. L’Islam crede che i malvagi dimorino per sempre nel fuoco. Quelli considerati particolarmente giusti non hanno bisogno di attendere la risurrezione.

Il vero cristianesimo insegna che alla fine tutti gli umani risorgeranno. Tutti avranno una vera opportunità di essere salvati. I giusti governeranno con Gesù nel Regno quando il trono dell’Eterno è con gli uomini. Coloro che rifiutano la sua strada, i malvagi incorreggibili, saranno cancellati.

Martirio

“Non chiamare” morti “coloro che sono uccisi nel modo di Allah. No, stanno vivendo, solo tu non lo percepisci “(2: 154). Ogni martire ha 72 vergini che lo aspettano in Paradiso (Sermone alla moschea di Al-Aqsa, 9 settembre 2001 – cfr. 56:37).

Gesù ha avvertito che coloro che credono in lui saranno odiati, respinti e alcuni infine uccisi (Giovanni 16: 2, Giacomo 5: 6 – 7).

Nemici

“Combatti sulla via di Allah contro coloro che combattono contro di te … E uccidili ovunque tu li trovi” (2: 190). “Ecco! Allah ama coloro che combattono per la sua causa tra i ranghi, come se fossero una struttura solida” (61: 4).

I cristiani devono amare i loro nemici e pregare per loro (Matteo 5:44, Giovanni 18:36).

Preghiere

Ob’adah-b-Swa’met, credente nell’Islam, riferì che Maometto aveva detto che Allah Onnipotente richiedeva cinque preghiere al giorno.

I veri cristiani credono di dover pregare in segreto e di non far sapere a nessuno (Matteo 6: 6).

Giustizia criminale

L’Islam afferma che “per te è stata prescritta una rappresaglia in merito all’assassinio” (2: 178). Afferma anche “Per quanto riguarda il ladro, sia maschio che femmina, si sono tagliati le mani” (5:38).

La credenza dei cristiani ruota attorno all’insegnamento di Gesù che afferma: “Quindi, quando continuarono a chiedergli, Lui (Gesù) si sollevò e disse loro: ‘Colui che è senza peccato in mezzo a voi, lascia che prima lanci una pietra su di lei’ “(Giovanni 8: 7, vedi anche Romani 13: 3 – 4).

Articoli correlati