Cosa significa “Bibbia” e come ha preso quel nome?

La Bibbia è il libro più affascinante del mondo. È il libro più venduto di tutti i tempi ed è ampiamente considerato come una delle più belle pubblicazioni mai scritte. È stato tradotto in numerose lingue ed è il fondamento delle leggi e dell’etica moderne. Ci guida attraverso circostanze difficili, ci dà saggezza ed è stato il fondamento della fede per secoli di credenti. La Bibbia è la stessa Parola di Dio e rende chiare le vie per la pace, la speranza e la salvezza. Ci dice come è iniziato il mondo, come finirà e come dobbiamo vivere nel frattempo.

L’influenza della Bibbia è inconfondibile. Allora da dove viene la parola “Bibbia” e cosa significa effettivamente?

Il significato della parola Bibbia
La stessa parola Bibbia è semplicemente una traslitterazione della parola greca bíblos (βίβλος), che significa “libro”. Quindi la Bibbia è, molto semplicemente, Il Libro . Tuttavia, fai un passo indietro e la stessa parola greca significa anche “rotolo” o “pergamena”. Naturalmente, le prime parole della Scrittura sarebbero state scritte su pergamena, e poi copiate in rotoli, poi quei rotoli sarebbero stati copiati e distribuiti e così via.

Si pensa che la parola stessa Biblos sia probabilmente presa da un’antica città portuale chiamata Byblos. Situata nell’odierno Libano, Byblos era una città portuale fenicia nota per l’esportazione e il commercio di papiro. A causa di questa associazione, i greci presumibilmente presero il nome di questa città e lo adattarono per creare la loro parola per libro. Molte parole familiari come bibliografia, bibliofilo, biblioteca e persino bibliofobia (paura dei libri) si basano sulla stessa radice greca.

In che modo la Bibbia ha preso quel nome?
È interessante che la Bibbia non si riferisca mai a se stessa come “la Bibbia”. Quindi quando le persone hanno iniziato a chiamare questi scritti sacri con la parola Bibbia? Ancora una volta, la Bibbia non è realmente un libro, ma una raccolta di libri. Eppure, anche gli scrittori del Nuovo Testamento sembravano capire che le cose che venivano scritte su Gesù dovevano essere considerate parte della Scrittura.

In II Pietro 3:16 , Pietro si rivolge agli scritti di Paolo: “ Scrive allo stesso modo in tutte le sue lettere, parlando in esse di queste cose. Le sue lettere contengono alcune cose che sono difficili da capire, che persone ignoranti e instabili distorcono, come fanno le altre Scritture … “(grassetto aggiunto)

Quindi anche allora c’era qualcosa di unico nelle parole che venivano scritte, che queste erano le parole di Dio e che le parole di Dio erano soggette ad essere manomesse e manipolate. La raccolta di questi scritti, compreso il Nuovo Testamento, fu chiamata per la prima volta Bibbia da qualche parte intorno al quarto secolo negli scritti di Giovanni Crisostomo. Chrysostom prima si riferisce all’Antico e al Nuovo Testamento insieme come ta biblia (i libri), la forma latina di biblos. Fu anche in questo periodo che queste raccolte di scritti iniziarono a essere messe insieme in un certo ordine, e questa raccolta di lettere e scritti iniziò a prendere forma nel libro in un volume che conosciamo oggi.

Perché la Bibbia è importante?
Dentro la tua Bibbia c’è una raccolta di sessantasei libri unici e separati: scritti di tempi diversi, nazioni diverse, autori diversi, situazioni e lingue diverse. Tuttavia, questi scritti compilati durante il periodo di 1600 anni si intrecciano tutti insieme in un’unità senza precedenti, indicandoci la verità di Dio e la salvezza che è nostra in Cristo.

La Bibbia è alla base di gran parte della nostra letteratura classica. Come ex insegnante di inglese al liceo, ho trovato autori come Shakespeare, Hemingway, Mehlville, Twain, Dickens, Orwell, Steinbeck, Shelley e altri difficili da comprendere appieno senza almeno una conoscenza rudimentale della Bibbia. Facevano spesso allusione alla Bibbia e il linguaggio della Bibbia è profondamente radicato nei pensieri e negli scritti della nostra storia e cultura.

Parlando di libri e autori, è importante notare che il primo libro stampato sulla macchina da stampa di Gutenberg era una Bibbia. Era il 1400, prima che Colombo salpasse nell’oceano blu e un paio di secoli prima che le colonie americane fossero stabilite. La Bibbia continua ad essere il libro più stampato oggi. Sebbene sia stato scritto molto prima che la lingua inglese venisse all’esistenza, la vita e la lingua degli anglofoni sono state influenzate per sempre dalle frasi della Bibbia.

Cosa significa "Bibbia" e come ha preso quel nome?

Cosa significa "Bibbia" e come ha preso quel nome?

20 potenti versetti della Bibbia per aiutarti a essere paziente

20 potenti versetti della Bibbia per aiutarti a essere paziente

Bibbia: qual è il rapporto tra il Padre e il Figlio?

Bibbia: qual è il rapporto tra il Padre e il Figlio?

Perché è così importante ricordare la Pasqua a Natale

Perché è così importante ricordare la Pasqua a Natale

Come chiedere perdono a Dio

Come chiedere perdono a Dio

5 cose che impariamo dalla fede di Giuseppe a Natale

5 cose che impariamo dalla fede di Giuseppe a Natale

Ogni momento della nostra vita condiviso con Dio attraverso la Bibbia

Ogni momento della nostra vita condiviso con Dio attraverso la Bibbia