Cosa significa essere santificati?

La salvezza è l’inizio della vita cristiana. Dopo che una persona si è allontanata dai propri peccati e ha accettato Gesù Cristo come suo Salvatore, ora è entrata in una nuova avventura e in un’esistenza piena di Spirito.

È anche l’inizio di un processo noto come santificazione. Una volta che lo Spirito Santo diventa la forza guida per un credente, inizia a convincere e trasformare l’individuo. Questo processo di cambiamento è noto come santificazione. Attraverso la santificazione, Dio rende qualcuno più santo, meno peccaminoso e più preparato a trascorrere l’eternità in Cielo.

Cosa significa santificazione?
La santificazione è il risultato dell’avere lo Spirito Santo che dimora nel credente. Può accadere solo dopo che un peccatore si è pentito del proprio peccato e ha accettato l’amore e l’offerta di perdono di Gesù Cristo.

La definizione di santificare è: “rendere santo; messo a parte come sacro; consacrare; purificare o liberare dal peccato; impartire la sanzione religiosa a; rendere legittimo o vincolante; dare diritto alla riverenza o al rispetto; per rendere produttivo o favorevole alla benedizione spirituale “. Nella fede cristiana , questo processo di essere santificati è la trasformazione interna del diventare più simili a Gesù.

Come Dio incarnato, reso umano, Gesù Cristo ha vissuto una vita perfetta, completamente allineata con la volontà del Padre. Tutte le altre persone, al contrario, sono nate nel peccato e non sanno come vivere perfettamente nella volontà di Dio. Persino i credenti, che sono stati salvati dal vivere sotto la condanna e il giudizio causati da pensieri e azioni peccaminose, affrontano ancora tentazioni, commettono errori e lottano con la parte peccaminosa della loro natura. Per modellare ogni individuo affinché sia ​​meno terreno e più celeste, lo Spirito Santo intraprende un processo di convinzione e guida. Nel tempo, se il credente è disposto a essere modellato, quel processo cambierà la persona dall’interno verso l’esterno.

Il Nuovo Testamento ha molto da dire sulla santificazione. Questi versetti includono, ma non sono limitati a:

2 Timoteo 2:21 – “Pertanto, se qualcuno si purifica da ciò che è disonorevole, sarà un vaso per uso onorevole, ritenuto santo, utile al padrone di casa, pronto per ogni opera buona”.

1 Corinzi 6:11 – “E tali eravate alcuni di voi. Ma sei stato lavato, sei stato santificato, sei stato giustificato nel nome del Signore Gesù Cristo e per lo Spirito del nostro Dio “.

Romani 6: 6 – “Sappiamo che il nostro vecchio io fu crocifisso con lui in modo che il corpo del peccato potesse essere ridotto a nulla, in modo che non saremmo più schiavi del peccato.”

Filippesi 1: 6 – “E sono sicuro di questo, che colui che ha iniziato una buona opera in te, la porterà a compimento nel giorno di Gesù Cristo”.

Ebrei 12:10 – “Poiché ci hanno disciplinato per un breve periodo come sembrava loro meglio, ma ci disciplina per il nostro bene, affinché possiamo condividere la sua santità”.

Giovanni 15: 1-4 – “Io sono la vera vite, e mio Padre è il vignaiolo. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo toglie e ogni tralcio che porta frutto, lo pota, affinché porti più frutto. Sei già pulito per la parola che ti ho detto. Rimani in me e io in te. Poiché il tralcio da solo non può portare frutto, a meno che non dimora nella vite, nemmeno tu puoi, a meno che tu non dimori in me “.

Come siamo santificati?
La santificazione è un processo attraverso il quale lo Spirito Santo cambia una persona. Una delle metafore usate nella Bibbia per descrivere il processo è quella del vasaio e dell’argilla. Dio è il vasaio, crea ogni persona, impregnandola di respiro, personalità e tutto ciò che la rende unica. Li rende anche più simili a Lui una volta che scelgono di seguire Gesù.

La persona è l’argilla in questa metafora, essendo plasmata per questa vita, e la prossima, dalla volontà di Dio prima dal processo di creazione, e poi attraverso l’opera dello Spirito Santo. Poiché ha creato tutte le cose, Dio cerca di perfezionare coloro che sono disposti a essere perfezionati per essere ciò che intendeva, piuttosto che gli esseri peccaminosi che gli uomini scelgono di essere. “Poiché noi siamo la sua opera, creata in Cristo Gesù per le opere buone, che Dio ha preparato in anticipo, affinché dovessimo camminare in esse” ( Efesini 2:10 ).

Lo Spirito Santo, uno degli aspetti della natura di Dio, è l’aspetto di Lui che vive nel credente e plasma quella persona. Prima di ascendere al cielo , Gesù promise ai discepoli che avrebbero ricevuto aiuto dal cielo per ricordare i suoi insegnamenti, per essere confortati e per essere formati per essere più santi. “Se mi ami, osserverai i miei comandamenti. E chiederò al Padre, e lui ti darà un altro Aiuto, per essere con te per sempre, anche lo Spirito di verità, che il mondo non può ricevere, perché non lo vede né lo conosce. Lo conosci, perché dimora con te e sarà in te ”( Giovanni 14: 15-17 ).

È molto difficile per gli uomini peccatori osservare perfettamente i comandamenti, quindi lo Spirito Santo convince i cristiani quando peccano e li incoraggia quando fanno ciò che è giusto. Questo processo di convinzione, incoraggiamento e trasformazione rende ogni persona più simile alla persona che Dio vuole che sia, più santa e più simile a Gesù.

Perché abbiamo bisogno della santificazione?
Solo perché qualcuno è salvato, non significa che quell’individuo sia utile per lavorare nel Regno di Dio. Alcuni cristiani continuano a perseguire i propri obiettivi e ambizioni, altri lottano contro potenti peccati e tentazioni. Queste prove non li rendono meno salvati, ma significa che c’è ancora del lavoro da fare, quindi possono essere usati per gli scopi di Dio, piuttosto che per i propri.

Paolo incoraggiò il suo discepolo Timoteo a continuare a perseguire la giustizia per essere utile al Signore: “Ora in una grande casa non ci sono solo vasi d’oro e d’argento ma anche di legno e argilla, alcuni per uso onorevole, altri per disonore. Pertanto, se qualcuno si purifica da ciò che è disonorevole, sarà un vaso per uso onorevole, ritenuto santo, utile al padrone di casa, pronto per ogni opera buona ”( 2 Timoteo 2: 20-21 ). Far parte della famiglia di Dio significa lavorare per il suo bene e per la gloria di Dio, ma senza santificazione e rinnovamento nessuno può essere così efficace come potrebbe essere.

Perseguire la santificazione è anche un modo per perseguire la santità. Sebbene lo stato naturale di Dio sia perfetto, non è naturale o facile per i peccatori, anche per i peccatori salvati per grazia, essere santi. In effetti, il motivo per cui le persone non possono stare davanti a Dio, vedere Dio o andare in paradiso è perché la natura delle persone è peccaminosa, piuttosto che santa. In Esodo, Mosè voleva vedere Dio, quindi Dio gli lasciò vedere la Sua schiena; solo questo piccolo scorcio trasformò effettivamente Mosè. La Bibbia afferma: “Quando Mosè scese dal monte Sinai con le due tavole della legge dell’alleanza nelle sue mani, non si rese conto che il suo volto era radioso perché aveva parlato con il Signore. Quando Aaronne e tutti gli Israeliti videro Mosè, il suo volto era radioso e avevano paura di avvicinarsi a lui “( Esodo 34: 29-30). Per il resto della sua vita, Mosè indossò un velo per coprirsi il viso, rimuovendolo solo quando era alla presenza del Signore.

Abbiamo mai finito di essere consacrati?
Dio vuole che ogni persona sia salvata e poi sia come Se stesso in modo che possano stare alla Sua piena presenza, piuttosto che solo un barlume della sua schiena. Questo è parte del motivo per cui ha mandato lo Spirito Santo: “Ma come colui che ti ha chiamato è santo, anche tu sii santo in tutta la tua condotta, poiché è scritto:” Sii santo, perché io sono santo “” ( 1 Pietro 1: 15-16 ). Passando attraverso il processo di santificazione, i cristiani diventano più preparati a trascorrere l’eternità in uno stato di santità con Dio.

Sebbene l’idea di essere costantemente plasmati e raffinati possa sembrare noiosa, la Bibbia assicura anche a coloro che amano il Signore che il processo di santificazione avrà fine. In Cielo , “ma nulla di impuro entrerà mai in esso, né chiunque fa ciò che è detestabile o falso, ma solo quelli che sono scritti nel libro della vita dell’Agnello” ( Apocalisse 21:27 ). I cittadini del nuovo cielo e della nuova terra non pecceranno mai più. Tuttavia, fino al giorno in cui il credente vedrà Gesù, sia che passi alla prossima vita o che ritorni, avranno bisogno dello Spirito Santo per santificarli continuamente.

Il Libro di Filippesi ha molto da dire sulla santificazione e Paolo incoraggiò i credenti: “Perciò, mio ​​amato, come hai sempre obbedito, così ora, non solo come in mia presenza, ma molto di più in mia assenza, risolvi il tuo la propria salvezza con timore e tremore, perché è Dio che opera in voi, sia per volere che per operare per il Suo piacere ”( Filippesi 2: 12-13 ).

Anche se le prove di questa vita possono far parte del processo di purificazione, alla fine i cristiani saranno in grado di stare davanti al loro Salvatore, rallegrandosi per sempre alla Sua presenza ed essere parte del Suo Regno per sempre.

Come possiamo perseguire la santificazione nella nostra vita quotidiana?
Accettare e abbracciare il processo di santificazione è il primo passo per vedere il cambiamento nella vita quotidiana. È possibile essere salvati ma testardi, aggrappati al peccato o eccessivamente attaccati alle cose terrene e impedendo allo Spirito Santo di compiere l’opera. Avere un cuore sottomesso è importante e ricordare che è diritto di Dio come Creatore e Salvatore migliorare le Sue creazioni. “Ma ora, o Signore, tu sei nostro Padre; noi siamo l’argilla e tu sei il nostro vasaio; siamo tutti opera delle tue mani ”( Isaia 64: 8 ). L’argilla è modellabile, modellandosi sotto la mano guida dell’artista. I credenti devono avere lo stesso spirito modellabile.

La preghiera è anche un aspetto importante della santificazione. Se lo Spirito convince una persona di un peccato, pregare che il Signore aiuti a sconfiggerlo è il miglior primo passo. Alcune persone vedono i frutti dello Spirito in altri cristiani che desiderano sperimentare di più. Questo è qualcosa da portare a Dio in preghiera e supplica.

Vivere in questa vita è pieno di lotte, dolori e trasformazioni. Ogni passo che avvicina le persone a Dio ha lo scopo di santificare, preparare i credenti per l’eternità nella gloria. Dio è perfetto, fedele e usa il Suo Spirito per plasmare la Sua creazione per quello scopo eterno. La santificazione è una delle più grandi benedizioni per il cristiano.

20 potenti versetti della Bibbia per aiutarti a essere paziente

20 potenti versetti della Bibbia per aiutarti a essere paziente

Bibbia: qual è il rapporto tra il Padre e il Figlio?

Bibbia: qual è il rapporto tra il Padre e il Figlio?

Perché è così importante ricordare la Pasqua a Natale

Perché è così importante ricordare la Pasqua a Natale

Come chiedere perdono a Dio

Come chiedere perdono a Dio

5 cose che impariamo dalla fede di Giuseppe a Natale

5 cose che impariamo dalla fede di Giuseppe a Natale

È un peccato interrogare Dio?

È un peccato interrogare Dio?

Cosa dovrebbero sapere i cristiani sull'anno del Giubileo

Cosa dovrebbero sapere i cristiani sull'anno del Giubileo