Cosa significa il rapporto McCarrick per la chiesa

Due anni fa, Papa Francesco ha chiesto un resoconto completo di come Theodore McCarrick sia stato in grado di scalare i ranghi della chiesa e ha promesso di rendere pubblico il rapporto. Alcune persone non credevano che un rapporto del genere avrebbe mai visto la luce. Altri lo temevano.

Il 10 novembre, Papa Francesco ha mantenuto la parola. Il rapporto è senza precedenti, letto come nessun altro documento vaticano che possa ricordare. Non è rivestito di dense parole di chiesa o vaghi riferimenti a misfatti. A volte è grafico e sempre rivelatore. Nel complesso, è un ritratto devastante dell’inganno personale e della cecità istituzionale, delle opportunità perse e della fede infranta.

Per quelli di noi che hanno esperienza con documenti vaticani e indagini vaticane, il rapporto è sorprendente nei suoi sforzi per essere trasparente. Di 449 pagine, il rapporto è esaustivo ea volte estenuante. Non solo sono state condotte oltre 90 interviste, ma ampie citazioni dalla corrispondenza e dai documenti vaticani rilevanti rivelano il reciproco scambio interno tra individui e uffici.

Ci sono eroi da trovare, anche nella storia inquietante di come McCarrick è salito di grado nonostante le voci insistenti che stesse condividendo il suo letto con seminaristi e preti. Il cardinale John J. O’Connor, per esempio. Non solo ha espresso le sue preoccupazioni, lo ha fatto per iscritto, cercando di fermare l’ascesa di McCarrick alla sede cardinalizia di New York.

Ancora più coraggiose sono state le vittime sopravvissute che hanno cercato di parlare, la madre che ha cercato di proteggere i suoi figli, i consiglieri che hanno avvertito delle accuse che stavano ascoltando.

Sfortunatamente, l’impressione duratura è che coloro che volevano sollevare preoccupazioni non sono stati ascoltati e le voci sono state ignorate piuttosto che indagate a fondo.

Come molte organizzazioni grandi e non particolarmente efficienti, la chiesa è una serie di silos, che inibiscono una stretta comunicazione e collaborazione. Inoltre, come le grandi organizzazioni, è intrinsecamente cauto e autoprotettivo. Aggiungete a questo la deferenza data al rango e alla gerarchia, ed è troppo facile vedere come l’impostazione predefinita fosse spiegare, ignorare o nascondere.

Ci sono ancora elementi che vorrei fossero stati ulteriormente esplorati. Uno è il percorso del denaro. Sebbene il rapporto affermi che McCarrick non ha accettato la sua nomina a Washington, chiarisce che era un prolifico raccoglitore di fondi e apprezzato come tale. Ha diffuso la sua generosità sotto forma di regali a molti funzionari della chiesa che a posteriori sollevano preoccupazioni etiche. Sembra necessario un controllo della traccia del denaro.

Altrettanto inquietante è che c’erano molti seminaristi e sacerdoti nelle diocesi in cui McCarrick prestava servizio che avevano una conoscenza di prima mano di quello che era successo nella sua casa al mare perché erano lì anche loro. Cosa è successo a quegli uomini? Hanno continuato a tacere? In caso affermativo, cosa ci dice sulla cultura che potrebbe ancora rimanere?

La lezione più importante potrebbe essere semplicemente questa: se vedi qualcosa, dì qualcosa. La paura di ritorsioni, la paura di essere ignorati, la paura dell’autorità non possono più governare laici o il clero. Occorre prestare attenzione anche alle accuse anonime.

Allo stesso tempo, un’accusa non è una condanna. La vocazione di un uomo non può essere rovinata a causa di una voce. La giustizia esige che non si condannino semplicemente per accusa, ma chiede anche che le accuse non vengano ignorate.

Il peccato di abuso, il peccato di nascondere o ignorare l’abuso non scomparirà con questo rapporto. Papa Francesco, che lui stesso non è riuscito a soddisfare i propri standard in posti come il Cile, conosce la sfida. Deve continuare a premere per responsabilità e trasparenza senza timori o favori, e sia i laici che il clero devono continuare a premere per la riforma e il rinnovamento.

Vaccino anti covid-19: non ci sono miracoli

Vaccino anti covid-19: non ci sono miracoli

Carlo Acutis: dall'informatica al cielo

Carlo Acutis: dall'informatica al cielo

Il nunzio apostolico in Iraq risulta positivo al COVID-19

Il nunzio apostolico in Iraq risulta positivo al COVID-19

La nuova moneta italiana onorerà gli operatori sanitari

La nuova moneta italiana onorerà gli operatori sanitari

Famiglia indiana costretta a lasciare il villaggio

Famiglia indiana costretta a lasciare il villaggio

Amazon cancella il libro evangelico

Amazon cancella il libro evangelico

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo