Cosa significa pentirsi del peccato?

Il dizionario del New World College di Webster definisce il pentimento come “un pentimento o essere penitente; sentimento di dispiacere, specialmente per aver commesso un errore; compulsione; contrizione; rimorso”. Il pentimento è anche noto come un cambiamento di mentalità, allontanarsi, ritornare a Dio, allontanarsi dal peccato.

Il pentimento nel cristianesimo significa un sincero allontanamento, sia nella mente che nel cuore, da sé a Dio. Implica un cambiamento di mentalità che porta all’azione: il distacco da Dio verso una via peccaminosa.

Il Dizionario biblico Eerdmans definisce il pentimento nel suo senso più pieno come “un completo cambiamento di orientamento che implica un giudizio sul passato e un reindirizzamento deliberato per il futuro”.

Pentimento nella Bibbia
In un contesto biblico, il pentimento sta riconoscendo che il nostro peccato è offensivo per Dio. Il pentimento può essere superficiale, come il rimorso che sentiamo a causa della paura della punizione (come Caino ) o può essere profondo, come capire quanto costano i nostri peccati a Gesù Cristo e come la sua grazia salvifica ci lava puramente (come la conversione di Paolo ).

Le richieste di pentimento si trovano in tutto l’ Antico Testamento , come Ezechiele 18:30:

“Pertanto, o casa d’Israele, io ti giudicherò, ognuno secondo le sue vie, dichiara il Sovrano Signore. Pentiti! Allontanati da tutte le tue offese; allora il peccato non sarà la tua rovina.” ( NIV )
Questa chiamata profetica al pentimento è un grido amorevole per uomini e donne per ritornare alla dipendenza da Dio:

“Vieni, torniamo al Signore, perché ci ha strappati, per guarirci; ci ha abbattuti e ci legherà.” (Osea 6: 1, ESV)

Prima che Gesù iniziasse il suo ministero terreno, Giovanni Battista predicava:

“Pentiti, perché il regno dei cieli è vicino.” (Matteo 3: 2, ESV)
Gesù ha anche chiesto il pentimento:

“È giunto il momento”, disse Gesù. “Il regno di Dio è vicino. Pentiti e credi alla buona notizia!” (Marco 1:15, NIV)
Dopo la risurrezione , gli apostoli continuarono a chiamare i peccatori al pentimento. Qui in Atti 3: 19-21, Pietro predicò agli uomini non salvati di Israele:

“Pentiti dunque, e torna indietro, affinché i tuoi peccati possano essere cancellati, che i tempi di ristoro possano venire dalla presenza del Signore, e che possa inviare il Cristo nominato per te, Gesù, che il cielo deve ricevere fino al tempo per restaurando tutte le cose di cui Dio ha parlato per bocca dei suoi santi profeti molto tempo fa. ” (ESV)
Pentimento e salvezza
Il pentimento è una parte essenziale della salvezza , che richiede un allontanamento dalla vita governata dal peccato verso una vita caratterizzata dall’obbedienza a Dio . Lo Spirito Santo porta una persona a pentirsi, ma il pentimento stesso non può essere visto come una “buona opera” che si aggiunge alla nostra salvezza.

La Bibbia afferma che le persone sono salvate solo per fede ( Efesini 2: 8-9 ). Tuttavia, non può esserci fede in Cristo senza pentimento e nessun pentimento senza fede. I due sono inseparabili.

Chiesa: la verginità consacrata

Chiesa: la verginità consacrata

Discussione del giorno "sesso prima del matrimonio"

Discussione del giorno "sesso prima del matrimonio"

Chiesa: differenza tra madrina e comare di fazzoletto

Chiesa: differenza tra madrina e comare di fazzoletto

l'incesto: perché la chiesa lo condanna?

l'incesto: perché la chiesa lo condanna?

3 cose da fare per avere un rapporto con Dio

3 cose da fare per avere un rapporto con Dio

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri

Il peccato mortale: quello che devi sapere e perchè non trascurarlo

Il peccato mortale: quello che devi sapere e perchè non trascurarlo