Costruire il regno

Costruire il regno, meditazione del giorno

Costruire il regno: Sei tra coloro a cui sarà tolto il regno di Dio? O tra quelli a cui sarà dato per produrre buon frutto? Questa è una domanda importante a cui rispondere sinceramente. “Pertanto, io vi dico, il Regno di Dio vi sarà tolto e dato a un popolo che produrrà il suo frutto”. Matteo 21:42

Il primo raggruppamento di persone, coloro a cui sarà tolto il Regno di Dio, sono rappresentati in questa parabola dai fittavoli della vigna. È chiaro che uno dei loro peccati più gravi è l’avidità. Sono egoisti. Vedono la vigna come un luogo attraverso il quale possono arricchirsi e preoccuparsi poco del bene degli altri. Purtroppo, questo schema mentale è facile da adottare nelle nostre vite. È facile vedere la vita come una serie di opportunità per “andare avanti”. È facile avvicinarsi alla vita in un modo in cui ci prendiamo costantemente cura di noi stessi piuttosto che cercare sinceramente il bene degli altri.

Il secondo gruppo di persone, quelle a cui sarà dato il Regno di Dio perché produca buoni frutti, sono coloro che comprendono che lo scopo centrale della vita non è semplicemente arricchirsi ma condividere l’amore di Dio con gli altri. Queste sono le persone che sono costantemente alla ricerca di modi in cui possano essere una vera benedizione per gli altri. È la differenza tra egoismo e generosità.

Costruire il regno: la preghiera

Ma la generosità a cui siamo principalmente chiamati è quella di edificare il Regno di Dio. Lo si fa attraverso opere di carità, ma deve essere una carità motivata dal Vangelo e che ha come fine ultimo il Vangelo. Prendersi cura dei bisognosi, insegnare, servire e simili sono tutti buoni solo quando Cristo è la motivazione e l’obiettivo finale. La nostra vita deve rendere Gesù più conosciuto e amato, più compreso e seguito. Infatti, anche se dovessimo sfamare una moltitudine di persone in povertà, prenderci cura di coloro che erano malati o visitare coloro che erano soli, ma lo facessimo per ragioni diverse dalla condivisione finale del Vangelo di Gesù Cristo, allora il nostro lavoro non produrre il buon frutto dell’edificazione del Regno dei Cieli. In tal caso, saremmo solo filantropi piuttosto che missionari dell’amore di Dio.

Rifletti, oggi, sulla missione che ti è stata affidata dal nostro Signore di produrre frutti buoni in abbondanza per l’edificazione del Suo Regno. Sappi che questo può essere ottenuto solo cercando in preghiera il modo in cui Dio ti ispira ad agire. Cerca di servire solo la Sua volontà in modo che tutto ciò che fai sarà per la gloria di Dio e la salvezza delle anime.

Preghiera: Mio glorioso Re, prego che il Tuo Regno cresca e che molte anime possano conoscerti come il loro Signore e Dio. Usami, caro Signore, per l’edificazione di quel Regno e aiuta tutte le mie azioni nella vita a portare frutti abbondanti e buoni. Gesù io credo in te.

Senso di colpa: cos'è e come liberarsene?

Senso di colpa: cos'è e come liberarsene?

Meditazione di oggi: gli attacchi del maligno

Meditazione di oggi: gli attacchi del maligno

Meditazione di oggi: la grandezza di San Giuseppe

Meditazione di oggi: la grandezza di San Giuseppe

Vocazione religiosa: che cos'è e come si riconosce?

Vocazione religiosa: che cos'è e come si riconosce?

Rifletti, oggi, sulle lodi che dai e ricevi

Rifletti, oggi, sulle lodi che dai e ricevi

Lo stupore della fede, meditazione di oggi

Lo stupore della fede, meditazione di oggi

Meditazione di oggi: non trattenere niente

Meditazione di oggi: non trattenere niente