Devozione a Maria: discorso di San Bernardo sul santo nome della Madonna

DISCORSO DI SAN BERNARDO

“Chiunque tu sia che nel flusso e riflusso del secolo abbia impressione di camminare meno su terra ferma che in mezzo alla tempesta turbinante, non distogliere gli occhi dall’astro splendido, se non vuoi essere inghiottito dall’uragano. Se si desta la burrasca delle tentazioni, se si drizzano gli scogli delle tribolazioni, guarda la stella e invoca Maria. Se sei in balìa dei flutti della superbia o dell’ambizione, della calunnia o della gelosia, guarda la stella e invoca Maria. Se collera, avarizia, attrattive della carne, scuotono la nave dell’anima, volgi gli occhi a Maria.

Turbato per l’enormità del delitto, vergognoso di te stesso, tremante all’avvicinarsi del terribile giudizio, senti aprirsi sotto i tuoi passi il gorgo della tristezza o l’abisso della disperazione, pensa a Maria. Nei pericoli, nell’angoscia, nel dubbio, pensa a Maria, invoca Maria.
Sia sempre Maria sulle tue labbra, sia sempre nel tuo cuore e vedi di imitarla per assicurarti il suo aiuto. Seguendola non devierai, pregandola non dispererai, pensando a lei tu non potrai smarrirti. Sostenuto da lei non cadrai, protetto da lei non avrai paura, guidato da lei non sentirai stanchezza: chi da lei è aiutato arriva sicuro alla meta. Sperimenta così in te stesso il bene stabilito in questa parola il Nome della Vergine era Maria”.

I 5 SALMI DEL SANTISSIMO NOME DI MARIA
La pratica consistente nel recitare cinque salmi le cui lettere iniziali corrispondono alle cinque di cui si compone il Nome di Maria:

M: Magnificat (Luc. 46-55);
A: Ad Dominum cum tribularer clamavi (Sal. 119);
R: Retribue servo tuo (Sal. 118, 17-32);
I: In convertendo (Sal. 125)
A: Ad te levavi animam meam (Sal. 122).

La recita dei cinque salmi, con le antifone che li uniscono, fu indulgenziata da Papa Pio VII (1800-1823).

V. O Dio, vieni a salvarmi.
R. Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Così sia.

Ant. Maria il tuo nome è la gloria di tutte le chiese, a te grandi cose fece l’Onnipotente, e santo è il tuo nome.

L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore,
ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Così sia.
Ant.Maria il tuo nome è la gloria di tutte le chiese, a te grandi cose fece l’Onnipotente, e santo è il tuo nome.

Ant. Dall’oriente al tramonto si deve lodare il nome del Signore e di Maria Madre sua.

Nella mia angoscia ho gridato al Signore ed egli mi ha risposto.
Signore, libera la mia vita dalle labbra di menzogna, dalla lingua ingannatrice.
Che ti posso dare, come ripagarti, lingua ingannatrice?
Frecce acute di un prode, con carboni di ginepro.
Me infelice: abito straniero in Mosoch, dimoro fra le tende di Cedar!
Troppo io ho dimorato con chi detesta la pace.
Io sono per la pace, ma quando ne parlo, essi vogliono la guerra.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Così sia.
Ant. Dall’oriente al tramonto si deve lodare il nome del Signore e di Maria Madre sua.

Ant. Nelle tribolazioni il nome di Maria è il rifugio per tutti quelli che lo invocano.

Sii buono con il tuo servo e avrà vita, custodirò la tua parola.
Aprimi gli occhi perché io veda le meraviglie della tua legge.
Io sono straniero sulla terra, non nascondermi i tuoi comandi.
Io mi consumo nel desiderio dei tuoi precetti in ogni tempo.
Tu minacci gli orgogliosi; maledetto chi devia dai tuoi decreti.
Allontana da me vergogna e disprezzo, perché ho osservato le tue leggi.
Siedono i potenti, mi calunniano, ma il tuo servo medita i tuoi decreti.
Anche i tuoi ordini sono la mia gioia, miei consiglieri i tuoi precetti.
Io sono prostrato nella polvere; dammi vita secondo la tua parola.
Ti ho manifestato le mie vie e mi hai risposto; insegnami i tuoi voleri.
Fammi conoscere la via dei tuoi precetti e mediterò i tuoi prodigi.
Io piango nella tristezza; sollevami secondo la tua promessa.
Tieni lontana da me la via della menzogna, fammi dono della tua legge.
Ho scelto la via della giustizia, mi sono prostrato ai tuoi giudizi.
Ho aderito ai tuoi insegnamenti, Signore, che io non resti confuso.
Corro per la via dei tuoi comandamenti, perché hai dilatato il mio cuore.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Così sia.
Ant. Nelle tribolazioni il nome di Maria è il rifugio per tutti quelli che lo invocano.

Ant. Ammirabile in tutta la terra è il tuo nome, o Maria.

Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion,
ci sembrava di sognare.
Allora la nostra bocca si aprì al sorriso,
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.
Allora si diceva tra i popoli:
“Il Signore ha fatto grandi cose per loro”.
Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha colmati di gioia.
Riconduci, Signore, i nostri prigionieri,
come i torrenti del Negheb.
Chi semina nelle lacrime mieterà con giubilo.
Nell’andare, se ne va e piange, portando la semente da gettare, ma nel tornare, viene con giubilo, portando i suoi covoni.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Così sia.
Ant. Ammirabile in tutta la terra è il tuo nome, o Maria.

Ant. I cieli hanno annunciato il nome di Maria e tutti i popoli hanno veduta la sua gloria.

A te levo i miei occhi, a te che abiti nei cieli.
Ecco, come gli occhi dei servi alla mano dei loro padroni;
come gli occhi della schiava alla mano della sua padrona, così i nostri occhi sono rivolti al Signore nostro Dio, finché abbia pietà di noi.
Pietà di noi, Signore, pietà di noi,
già troppo ci hanno colmato di scherni,
noi siamo troppo sazi degli scherni dei gaudenti, del disprezzo dei superbi.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Così sia.
Ant. I cieli hanno annunciato il nome di Maria e tutti i popoli hanno veduta la sua gloria.

V. Sia benedetto il nome della Vergine Maria.
R. Da questo momento e nei secoli.

Preghiamo. Ti preghiamo, Dio onnipotente, affinché i tuoi fedeli, che si rallegrano del nome e della protezione della santissima Vergine Maria, grazie alla sua pietosa intercessione siano liberati da tutti i mali sulla terra, e meritino di giungere alle gioie eterne in cielo. Per Cristo nostro Signore. Così sia.

Se cerchi il Cielo, anima,
invoca il nome di Maria;
a chi invoca Maria
apre le porte del Cielo.
Al nome di Maria i celesti
si rallegrano, trema l’inferno;
il cielo, la terra, il mare,
e tutto il mondo esulta.

Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.
Amen.

Articoli correlati