Devozione al Cuore casto di San Giuseppe: il messaggio e le promesse

MESSAGGIO DEL CUORE CASTISSIMO DI SAN GIUSEPPE (05.03.1998 verso le ore 21.15)

In questa notte ho ricevuto la visita della Sacra Famiglia. San Giuseppe era vestito con un manto beige e una tunica azzurro cenere; teneva il Bambino Gesù nelle braccia e il Bambino vestiva una tunica di colore azzurro molto chiaro. Nostra Signora aveva un velo bianco e un vestito di colore azzurro cenere. I tre stavano come avvolti da una luce molto forte. In questa notte è stata Nostra Signora a parlare per prima, con una voce maternamente amorosa.

Mio caro figlio, questa notte, Dio Nostro Signore mi permette di concedere la sua pace agli uomini del mondo intero. Benedico pure tutte le famiglie e chiedo che vivano la pace e un’unione intima con Dio entro le loro pareti domestiche. Se le famiglie vogliono ricevere la benedizione e la pace di Dio devono vivere nella grazia divina poiché il peccato è come un cancro tenebroso nella vita di una famiglia che vive unita a Dio. Dio desidera che ogni famiglia, in questi ultimi tempi, chieda protezione alla Sacra Famiglia poiché Io e il mio Figlio Gesù e il mio Sposo Castissimo Giuseppe, desideriamo proteggere ogni famiglia contro gli assalti del demonio. Che vivano i miei appelli e questo messaggio che Dio mi permette, oggi, di rivelarti. Benedico tutti: nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Arrivederci a presto!”.

Dopo aver trasmesso questo messaggio, Nostra Signora mi ha detto:

“Ora ascolta il mio Sposo Castissimo San Giuseppe”. Subito dopo San Giuseppe mi ha trasmesso il seguente messaggio:

“Mio caro figlio, questa notte il mio Cuore desidera spargere molte grazie su tutti gli uomini; io, infatti mi preoccupo ansiosamente per la conversione di tutti i peccatori, perché abbiano la salvezza. Che tutti i peccatori non abbiano timore di avvicinarsi a questo mio Cuore. Io desidero accoglierli e proteggerli. Sono molti coloro che camminano lontani dal Signore per causa dei loro gravi peccati. Molti di questi miei figli si trovano in questa condizione perché si lasciano cadere nelle trame del demonio. Il nemico della perdizione cerca di condurre tutti questi miei figli alla disperazione facendo credere loro che non c’è più uscita, perché disperandosi e non confidando nella misericordia divina saranno una presa facile per il demonio. Ma io, mio caro figlio, dico a tutti i peccatori, anche a coloro che avessero commesso i più orrendi peccati, che abbiano confidenza nell’amore e nel perdono del Signore e che confidino anche in me, nella mia intercessione. Tutti coloro che ricorreranno a me con confidenza, avranno la certezza del mio aiuto per recuperare la grazia divina e la misericordia del Signore. Vedi, figlio mio: il Padre celeste mi affidò il suo Divin Figlio Gesù Cristo, e lo Spirito Santo la sua Sposa Immacolata perché fossero sotto le mie cure. Il mio cuore provava grande pace e allegria nel custodire Gesù e Maria avendoli accanto a me e abitando nella stessa casa. I nostri tre Cuori si amavano. Vivevano un amore trinitario, ma era un amore unito in un unico atto di offerta al Padre Eterno. I nostri Cuori si fondevano nel più puro amore, diventando un solo Cuore, vissuto in tre persone che si amavano veramente. Ma vedi, figlio mio, quanto il mio Cuore si angustiò e patì nel vedere il mio Figlio Gesù, così piccolo ancora, correre il pericolo di morte per causa di Erode che, posseduto dallo spirito del male, ordinò di uccidere tutti i bambini innocenti. Il mio Cuore passò per grande tribolazione e sofferenza a causa di questo grande pericolo che il mio Figlio Gesù sofferse; tuttavia il Padre Celeste non ci ha abbandonati in questo momento e ci ha inviato il suo Angelo messaggero ad orientarmi su quello che dovevo fare e quale decisione prendere in questi momenti difficili e dolorosi. Per questo, mio Figlio dice a tutti i peccatori che non si disperino nei grandi pericoli della vita e nei pericoli che possono causare la perdizione della loro anima.

PROMETTO

a tutti coloro che avranno confidenza in questo mio Cuore puro e casto e che lo onoreranno devotamente, la grazia di essere consolati da me nelle loro maggiori afflizioni dell’anima e nel pericolo di essere condannati quando per disgrazia perdessero la vita divina a causa dei loro peccati gravi. Adesso io dico a tutti i peccatori: non abbiano paura del demonio e non perdano la speranza dei loro crimini. Piuttosto si buttino nelle mie braccia e si stringano al mio Cuore perché possano ricevere tutte le grazie per la loro eterna salvezza. Ora io concedo al mondo intero la mia benedizione: nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Arrivederci a presto!”.

Articoli correlati