Devozione al Sacro Cuore ogni giorno: preghiera del 21 Dicembre

O Gesù, mio Dio e mio Salvatore, che nell’infinita tua carità ti sei fatto mio fratello e sei morto per me sulla croce; Tu che ti sei donato a me nell’Eucaristia e mi hai mostrato il tuo Cuore per assicurarmi del tuo amore, volgi a me in questo momento i tuoi occhi misericordiosi e avvolgimi nel fuoco della tua carità.

Io credo nel tuo amore per me e ripongo in Te tutta la mia speranza. Sono consapevole delle mie infedeltà e delle mie colpe, e domando umilmente il tuo perdono.

A te dono e consacro la mia persona e tutto ciò che mi appartiene, perché – come cosa doppiamente tua – Tu disponga di me come meglio credi per la maggior gloria di Dio.

Da parte mia prometto di accettare volentieri ogni tua disposizione e di regolare ogni mia azione secondo la tua volontà.

Cuore divino di Gesù, vivi e regna sovrano in me e in tutti i cuori, nel tempo e nell’eternità. Amen.

LE PROMESSE DEL S. CUORE
1 Darò loro tutte le grazie necessarie al loro stato.

2 Io metterò la pace nelle loro famiglie.

3 Io li consolerò in tutte le loro afflizioni.

4 Io sarò il loro sicuro rifugio in vita e specialmente in punto di morte.

5 Io spanderò le più abbondanti benedizioni sopra tutte le loro imprese.

6 I peccatori troveranno nel mio cuore la fonte e l’oceano della misericordia.

7 Le anime tiepide diventeranno fervorose.

8 Le anime fervorose s’innalzeranno rapidamente a grande perfezione.

9 Io benedirò le case dove l’immagine del mio Sacro Cuore sarà esposta e venerata

10 Io darò ai Sacerdoti il dono di commuovere i cuori più induriti.

11 Le persone che propagheranno questa mia devozione avranno il loro nome scritto nel mio Cuore e non ne sarà mai cancellato.

12 A tutti quelli che per nove mesi consecutivi si comunicheranno al primo venerdì di ogni mese io prometto la grazia della penitenza finale; essi non morranno in mia disgrazia, ma riceveranno i sacra-menti e il mio Cuore sarà loro sicuro asilo in quel momento estremo.

COMMENTO ALLA SESTA PROMESSA
“I PECCATORI TROVERANNO NEL MIO CUORE LA SORGENTE E L’OCEANO INFINITO DELLA MISERICORDIA”.

L’amore di Gesù per i peccatori è ad un tempo predilezione e passione! Nel Cuore di Gesù i primi posti sono i figliuoli prodighi ed invero l’inaugurazione del Paradiso è stata compiuta dal buon ladrone. Egli manifesta la sua onnipotenza soprattutto perdonando sempre; misericordioso significa appunto colui che dona il cuore ai miserabili. Come il capo del corpo fisico ha delle preferenze per le membra malate, così il Capo del corpo mistico usa delle premure speciali per i poveri pec-catori che sono le membra sue più doloranti. Apre il suo Cuore «come una fortezza ed un asilo sicuro a tutti i poveri peccatori che vorranno rifugiarsi».

Scrive Santa Margherita Maria: «Questa devozione è come l’ultimo sforzo dell’amore di Gesù che in questi ultimi secoli vuol concedere agli uomini una tale redenzione amorosa per attirarli al suo amore». «Là, in quel cuore, i peccatori eviteranno la divina giustizia che li travolgerebbe come un torrente».

Anche «i cuori più induriti e le anime ree dei più enormi delitti saranno con questo mezzo condotte a penitenza».

E pochi anni fa il Cuore di Gesù lanciava un altro messaggio agli uomini bisognosi della sua misericordia: «Amo le anime dopo il primo peccato, se vengono umilmente a chiedermi perdono… le amo ancora dopo che hanno pianto il secondo peccato e se cadessero non dico un miliardo di volte, ma dei milioni di miliardi, io le amo e le perdono sempre e lavo nello stesso mio sangue l’ultimo come il primo peccato… ».

E ancora: «Voglio che il mio amore sia il sole che illumina e il calore che riscalda le anime… Voglio che il mondo sappia che sono un Dio di amore e di perdono, di misericordia. Voglio che tutto il mondo legga il mio desiderio ardente di perdonare e di salvare, che i più miserabili non temano… che i più colpevoli non fuggano lontano da me!… che tutti vengano, li aspetto come un padre a braccia aperte…». Non deludiamo quest’oceano di misericordia!

Articoli correlati