Di chi sono i sogni nella Bibbia? Qual era il loro significato?

Dio usa una varietà di modi per comunicare con gli umani come visioni, segni e prodigi, angeli, ombre e motivi biblici e molti altri. Uno dei mezzi più comuni usati nella Bibbia per trasmettere la sua volontà è attraverso i sogni (Numeri 12: 6).

La parola sogni e la sua versione singolare ricorrono il più delle volte nel libro della Genesi (33 occorrenze totali) seguito dal libro di Daniele (27 volte) nella Bibbia di Re Giacomo. Entrambe le parole ricorrono solo otto volte in tutto il Nuovo Testamento. È interessante notare che le uniche due persone che gli Stati delle Scritture hanno avuto la capacità di interpretare correttamente i sogni erano Giuseppe (Genesi 40:12, 13, 18, 19, 41:25 – 32) e Daniele (Daniele 2:16 – 23, 28 – 30 , 4).

I sogni si verificano quando una persona dorme mentre le visioni di solito si verificano durante le ore di veglia. Le Scritture, tuttavia, a volte non sono del tutto chiare se Dio sta comunicando con qualcuno attraverso un sogno o una visione.

Ad esempio, Daniele 2:19 afferma che un profeta fu rivelato al profeta in una “visione notturna”. Non è noto se Daniel stesse dormendo o meno quando si è verificato l’evento. Un altro esempio di sogni si trova in Daniele 7: 1 – 2.

Daniel ha visto visioni poco prima di addormentarsi e poi ha fatto sogni, entrambi provenienti da Dio? D’altra parte, mentre stava sognando, ha visto visioni vivide di quattro grandi imperi del mondo che ha poi scritto quando si è svegliato? La Bibbia sembra indicare che le visioni possono accadere sia durante il risveglio che durante le ore di sonno.

Chi li aveva?
I sogni di molte persone dell’Antico Testamento sono registrati nelle Scritture. Includono il re Abimelech di Gerar (Genesi 20: 3), Giacobbe (Genesi 28:12, 31:10), Labano (datore di lavoro di Giacobbe – Genesi 31:24), Giuseppe (Genesi 37: 5, 9) e un maggiordomo imprigionato e fornaio (Genesi 40).

Altri ancora che la Bibbia racconta di avere sogni speciali includono il faraone egiziano (Genesi 41), Madianiti che saranno presto conquistati da Gedeone (Giudici 7), re Salomone (1 Re 3: 5), re Nabucodonosor di Babilonia (Daniele 2: 3, 4) e il profeta Daniele (Daniele 7).

I dettagli di ciò che Giuseppe, il patrigno di Gesù, sognava in tre diverse occasioni è riportato nel Nuovo Testamento (Matteo 1:20 – 23, 2:13, 19 – 20). Viene anche citato un quarto sogno, in cui viene avvertito di non vivere in Giudea (Matteo 2:22).

I saggi che vennero per adorare Gesù sognavano di sentirsi dire di non visitare Erode il Grande mentre tornavano a casa (Matteo 2:12) e la moglie di Pilato fece un sogno inquietante sul giudizio di suo marito su Cristo (Matteo 27:19).

Qual è il loro scopo?
Scopriamo, dalla documentazione biblica di almeno venti sogni, che furono usati da Dio per vari scopi.

I sogni possono avvisare una persona di non fare qualcosa (Genesi 20: 3, 31:24, Matteo 27:19).

Possono trasmettere ciò che accadrà nel prossimo o lontano futuro (Genesi 37: 5, 9, 40: 8 – 19, 41: 1 – 7, 15 – 32, Daniele 2, 7).

I sogni possono trasmettere una verità spirituale (Genesi 28:12).

Possono confermare una promessa (Genesi 28:13 – 14).

I sogni possono offrire incoraggiamento (Genesi 28:15).

Possono informare qualcuno o un gruppo a fare qualcosa (Gensis 31:11 – 13, Matteo 1:20 – 23, 2:12 – 13, 19, 22).

Possono trasmettere a un nemico la loro distruzione (Giudici 7:13 – 15).

Possono offrire a una persona un dono di Dio (1 Re 3: 5).

I sogni possono avvertire una persona che riceveranno una punizione per i loro peccati (Daniele 4).

È sempre la verità?
Un programma intenso durante il giorno può produrre sogni di notte (Ecclesiaste 5: 3). Possono anche nascere dalla nostra stessa vanità e lussuria (Ecclesiaste 5: 7, Giuda 1: 8). Secondo la Bibbia, comunemente trasmettono informazioni e descrivono eventi che non riflettono la verità ma rappresentano piuttosto la nostra vivida immaginazione (Isaia 29: 8, Zaccaria 10: 2)!

Se alcuni sogni vengono da Dio, allora ha senso che solo Lui può rivelare il loro vero significato (Genesi 40: 8, Daniele 2:27 – 28). Coloro che credono che l’Eterno stia comunicando con loro usando questo metodo dovrebbero pregare e chiedere umilmente se ciò che hanno visto è venuto da lui e se sì, cosa significa.

Un severo avvertimento
La Bibbia offre severi avvertimenti contro coloro che usano i sogni (quelli che hanno effettivamente sognato o mentito) come mezzo per convincere gli altri a infrangere le leggi di Dio e ribellarsi contro l’adorarlo. Nell’antico Israele, coloro che praticavano tali cose ricevevano la pena ultima.

“Se un profeta sorge in mezzo a te, o un sognatore di sogni, e ti dà un segno o una meraviglia, E il segno o la meraviglia che ti ha predetto si manifesta, dicendo: ‘Andiamo a cercare altri dei. (loro) devono essere messi a MORTE … ” (Deuteronomio 13: 1 – 3, 5, vedi anche Geremia 23:25 – 27, 32).

Sebbene il Nuovo Testamento dia loro molto meno significato rispetto all’Antico Testamento, afferma che proprio prima del ritorno di Gesù sulla terra che Dio farà sì che il suo popolo abbia sogni speciali. La Bibbia registra l’apostolo Pietro, citando Gioele 2, affermando un fatto simile quando predicava un potente messaggio nel giorno di Pentecoste (Atti 2:17).

Articoli correlati