Epifania: che cos’è e il suo significato

Entrando in casa videro il bambino con Mary sua madre. Si prostrarono e gli fecero omaggio. Quindi aprirono i loro tesori e gli offrirono doni d’oro, incenso e mirra. Matteo 2:11

“Epifania” significa manifestazione. E l’Epifania del Signore è la manifestazione di Gesù non solo per questi tre Magi dell’Est, ma è anche una manifestazione simbolica ma reale del Cristo per tutto il mondo. Questi Magi, viaggiando da una nazione straniera e non ebrea, rivelano che Gesù venne per tutte le persone e tutti sono chiamati ad adorarlo.

Questi Magi erano “uomini saggi” che studiavano le stelle e erano consapevoli della convinzione ebraica che un Messia stava arrivando. Sarebbero stati versati in gran parte della saggezza del giorno e sarebbero stati incuriositi dalla fede ebraica nel Messia.

Dio usò ciò che conoscevano per chiamarli per adorare il Cristo. Ha usato una stella. Hanno capito le stelle e quando hanno visto questa nuova e unica stella sopra Betlemme hanno capito che stava succedendo qualcosa di speciale. Quindi la prima lezione che prendiamo da questo per le nostre stesse vite è che Dio userà ciò che ci è familiare per chiamarci a Se stesso. Cerca la “stella” che Dio sta usando per chiamarti. È più vicino di quanto tu possa pensare.

Una seconda cosa da notare è che i Magi caddero prostrati davanti al Cristo Bambino. Abbandonarono le loro vite davanti a Lui in completa resa e adorazione. Ci danno l’esempio perfetto. Se questi astrologi di una terra straniera potessero venire e adorare Cristo in modo così profondo, dobbiamo fare lo stesso. Forse potresti provare letteralmente sdraiati prostrato in preghiera oggi, a imitazione dei Magi, o almeno farlo nel tuo cuore attraverso la preghiera. Adoralo con una resa completa della tua vita.

Infine, i Magi portano oro, incenso e mirra. Questi tre doni, presentati a nostro Signore, mostrano che hanno riconosciuto questo Bambino come il Re Divino che sarebbe morto per salvarci dal peccato. L’oro è per un re, l’incenso è un olocausto a Dio e la mirra viene usata per chi morirà. Pertanto, la loro adorazione è radicata nelle verità su chi sia questo Bambino. Se vogliamo adorare Cristo in modo adeguato, dobbiamo anche onorarlo in questo triplice modo.

Rifletti, oggi, su questi Magi e considerali come un simbolo di ciò che sei chiamato a fare. Siete chiamati dal luogo straniero di questo mondo per cercare il Messia. Cosa sta usando Dio per chiamarti a Se stesso? Quando lo scopri, non esitare a riconoscere tutta la verità di chi è, mentendo prostrato davanti a lui in completa e umile sottomissione.

Signore, ti amo e ti adoro. Metto la mia vita davanti a Te e mi arrendo. Sei il mio Divino Re e Salvatore. La mia vita è tua. (Prega tre volte e poi prostrati davanti al Signore) Gesù, confido in Te.

Articoli correlati