Gesù è il frutto benedetto dell’Immacolata

Se pensiamo al ruolo che Dio ha voluto affidare a Maria nel suo piano di salvezza, ci rendiamo subito conto che esiste una unione necessaria fra Gesù, Maria e noi. è per questo che vogliamo approfondire sempre meglio il valore della vera devozione a Maria e della consacrazione a lei, che è tutta relativa all’amore e alla consacrazione a Gesù.

Gesù Cristo Salvatore del mondo, vero Dio e vero uomo, è il fine ultimo di ogni devozione. Se la nostra devozione non è così, è falsa e ingannevole. Solo in Cristo noi siamo stati “benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli” (Ef 1, 3). All’infuori del nome di Gesù Cristo “non vi è altro nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale è stato stabilito che possiamo essere salvati” (At 4, 12). “In Cristo, con Cristo e per Cristo” noi possiamo tutto: possiamo rendere “onore e gloria a Dio Padre Onnipotente nell’unità dello Spirito Santo”. In Lui possiamo farci santi e spandere intorno a noi odore di vita eterna.

Offrirsi a Maria, essere devoti a lei, consacrarsi a lei, significa dunque stabilire più perfettamente il culto dovuto a Gesù e crescere nell’amore per Lui, avendo scelto un mezzo sicuro per trovarlo. Gesù è sempre stato ed è il frutto di Maria. Cieli e terra ripetono incessantemente: “Benedetto il frutto del tuo seno, Gesù”. E questo non soltanto per tutta l’umanità, in generale, ma per ognuno di noi in particolare: Gesù è frutto e opera di Maria. è per questo che le anime trasformate in Gesù possono dire: “Siano rese grazie a Maria, perché il mio divino possesso è opera sua. Senza di lei io non l’avrei”.

Sant’Agostino insegna che gli eletti, per divenire conformi all’immagine del Figlio di Dio, sono nascosti, in terra, nel seno di Maria, dove questa Madre li custodisce, li nutre e mantiene, li fa crescere finché li partorisce alla gloria, dopo la morte. La Chiesa chiama nascita la morte dei giusti. Che mistero di grazia è questo!

Quindi, se noi abbiamo questa devozione a Maria, se scegliamo di consacrarci a lei, abbiamo trovato il mezzo sicuro per andare a Gesù Cristo, perché il compito della Madonna è proprio quello di condurci a Lui, così come il compito di Gesù è di portarci alla conoscenza e all’unione col Padre Celeste. Chi desidera possedere il frutto divino, deve possedere, dunque, l’albero di vita che è Maria. Chi vuole far sì che lo Spirito Santo agisca in lui con potenza, deve avere la sua Sposa fedele, la celeste Maria, perché renda pronto il suo cuore alla Sua azione feconda e santificante” (cfr Trattato V. D. 62. 3. 44. 162).

Impegno: Contempliamo Maria con Gesù fra le braccia e pregando chiediamole di tenere così anche noi e di farci scoprire la bellezza della vera unione a lei e a Gesù.

Nostra Signora di Lourdes, prega per noi.

NOVENA ALLA MADONNA DI LOURDES
Vergine Immacolata, Madre di Cristo e Madre degli uomini, noi ti preghiamo. Tu sei beata perché hai creduto e la promessa di Dio si è compiuta: ci è stato dato un Salvatore. Lasciaci imitare la tua fede e la tua carità. Madre della Chiesa, Tu accompagni i tuoi figli all’incontro con il Signore. Aiutali a rimanere fedeli alla gioia del loro battesimo affinché siano nel mondo, dopo tuo Figlio Gesù Cristo, seminatori di pace e di giustizia. Madonna del Magnificat, il Signore per te fa meraviglie, Insegnaci a cantare con te il suo Santissimo Nome. Conservaci la tua protezione affinché, per tutta la nostra vita, possiamo lodare il Signore e testimoniare il suo amore nel cuore del mondo. Amen.

10 Ave Maria.

Articoli correlati