I cattolici polacchi hanno esortato a pregare e digiunare dopo che i manifestanti hanno interrotto le messe per la sentenza sull’aborto

Un arcivescovo ha esortato i cattolici polacchi a pregare e digiunare martedì dopo che i manifestanti hanno interrotto le messe sulla scia di una sentenza storica sull’aborto.

L’arcivescovo Marek Jędraszewski di Cracovia ha emesso l’appello il 27 ottobre dopo che i manifestanti hanno interrotto le messe domenicali in tutta la Polonia.

“Poiché il nostro Maestro, Gesù Cristo, ha chiesto il vero amore del prossimo, vi chiedo di pregare e digiunare per la comprensione di questa verità da parte di tutti e per la pace nella nostra patria”, ha scritto l’arcivescovo al suo gregge.

L’arcidiocesi di Cracovia ha riferito che i giovani cattolici stavano fuori dalle chiese durante le proteste nel tentativo di prevenire interruzioni e ripulire i graffiti.

Le proteste a livello nazionale sono iniziate dopo che la corte costituzionale ha stabilito il 22 ottobre che una legge che consente l’aborto per anomalie fetali era incostituzionale .

Nell’attesissima sentenza, il Tribunale costituzionale di Varsavia ha dichiarato che la legge introdotta nel 1993 era incompatibile con la costituzione polacca.

La sentenza, inappellabile, potrebbe portare ad una significativa riduzione del numero di aborti nel Paese. L’aborto continuerà a rimanere legale in caso di stupro o incesto e rischierà la vita della madre.

Oltre a interrompere le messe, i manifestanti hanno lasciato graffiti sulla proprietà della chiesa, hanno vandalizzato una statua di San Giovanni Paolo II e hanno cantato slogan al clero.

L’arcivescovo Stanisław Gądecki, presidente della conferenza episcopale polacca, ha esortato i manifestanti a esprimere la loro opposizione “in modo socialmente accettabile”.

“Le volgarità, la violenza, le iscrizioni abusive e il disturbo dei servizi e delle profanazioni che sono state commesse negli ultimi giorni – sebbene possano aiutare alcune persone a disinnescare le proprie emozioni – non sono il modo giusto per agire in uno stato democratico”, il Lo ha detto l’ arcivescovo di Poznań il 25 ottobre.

“Esprimo la mia tristezza per il fatto che oggi in molte chiese ai credenti è stato impedito di pregare e che il diritto di professare la loro fede è stato tolto con la forza”.

La cattedrale di Gądecki era tra le chiese prese di mira dai manifestanti.

L’arcivescovo presiederà mercoledì una riunione del consiglio permanente della conferenza episcopale polacca per discutere la situazione attuale.

L’arcivescovo Wojciech Polak, il primate della Polonia, ha dichiarato alla stazione polacca Radio Plus di essere rimasto sorpreso dalla portata e dal tono tagliente delle proteste.

“Non possiamo reagire con il male al male; dobbiamo reagire con il bene. La nostra arma non è combattere, ma pregare e incontrarci davanti a Dio ”, ha detto martedì l’arcivescovo di Gniezno .

Mercoledì, il sito web della conferenza episcopale polacca ha evidenziato il saluto di Papa Francesco agli oratori polacchi durante l’udienza generale di mercoledì.

“Il 22 ottobre abbiamo celebrato la memoria liturgica di san Giovanni Paolo II, in questo centenario della nascita – ha detto il Papa -. Ha sempre invocato un amore privilegiato per gli ultimi e gli indifesi e per la protezione di ogni essere umano dal concepimento fino alla morte naturale “.

“Per intercessione di Maria Santissima e del santo pontefice polacco, chiedo a Dio di suscitare nei cuori ogni rispetto per la vita dei nostri fratelli, soprattutto dei più fragili e indifesi, e di dare forza a coloro che accolgono e curano per questo, anche quando richiede amore eroico “.

Credere significa affidarsi a Dio.

Credere significa affidarsi a Dio.

Regole di Dio per vivere meglio.

Regole di Dio per vivere meglio.

Angelo custode: perché ci viene donato ?

Angelo custode: perché ci viene donato ?

I Santi in cielo non sanno degli affari sulla terra? scoprilo!

I Santi in cielo non sanno degli affari sulla terra? scoprilo!

L'aborto e la pedofilia due grandi ferite per la Chiesa cattolica

L'aborto e la pedofilia due grandi ferite per la Chiesa cattolica

Religione: le donne non sono considerate seriamente dalla società

Religione: le donne non sono considerate seriamente dalla società

La polizia britannica interrompe il battesimo nella chiesa di Londra per le restrizioni sul coronavirus

La polizia britannica interrompe il battesimo nella chiesa di Londra per le restrizioni sul coronavirus