I papi Francesco e Benedetto ricevono le prime dosi di vaccino COVID-19

Sia Papa Francesco che Papa Benedetto XVI in pensione hanno ricevuto la prima dose del vaccino contro COVID-19 dopo che il Vaticano ha iniziato a vaccinare i suoi dipendenti e residenti il ​​13 gennaio.

Matteo Bruni, direttore della Sala Stampa vaticana, ha confermato la notizia il 14 gennaio.

Mentre è stato ampiamente riferito che Papa Francesco ha ricevuto il vaccino il 13 gennaio, il segretario del papa in pensione, l’arcivescovo Georg Ganswein, ha detto a Vatican News che Papa Benedetto ha ricevuto il suo colpo la mattina del 14 gennaio.

L’arcivescovo aveva detto all’agenzia di stampa cattolica tedesca KNA l’ 11 gennaio che il papa 93enne, che vive in un monastero convertito nei Giardini Vaticani, e tutto il suo personale domestico volevano essere vaccinati non appena il vaccino fosse Stato della Città del Vaticano.

Ha detto a Vatican New s che il papa in pensione ha seguito la notizia “in televisione, e condivide le nostre preoccupazioni per la pandemia, per quanto sta accadendo nel mondo, per le tante persone che hanno perso la vita a causa del virus”.

“Ci sono state persone che conosce che sono morte a causa del COVID-19”, ha aggiunto.

Ganswein ha detto che il papa in pensione è ancora molto acuto mentalmente, ma che la sua voce e la sua forza fisica si sono indebolite. “È molto fragile e può camminare solo un po ‘con un deambulatore.”

Si riposa di più, “ma usciamo ancora tutti i pomeriggi, nonostante il freddo, nei Giardini Vaticani”, ha aggiunto.

Il programma di vaccinazione del Vaticano era volontario. Il servizio sanitario vaticano dava la priorità ai suoi operatori sanitari, personale di sicurezza, dipendenti che si occupano del pubblico e residenti anziani, dipendenti e pensionati.

All’inizio di dicembre, il dottor Andrea Arcangeli, direttore del servizio sanitario vaticano, ha detto che avrebbero iniziato con il vaccino Pfizer, sviluppato in collaborazione con BioNTech.

Papa Francesco aveva detto in un’intervista televisiva trasmessa il 10 gennaio che anche lui sarebbe stato vaccinato contro il coronavirus non appena fosse stato disponibile.

Ha detto di ritenere che da un punto di vista etico tutti dovrebbero prendere il vaccino perché chi non lo facesse metterebbe a rischio non solo la propria vita, ma anche quella degli altri.

In un comunicato stampa del 2 gennaio, il dipartimento dei servizi sanitari del Vaticano ha affermato di aver acquistato un “frigorifero a temperatura ultra bassa” per conservare i vaccini e ha affermato di aspettarsi di ricevere dosi sufficienti per coprire “le esigenze della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano. “

Il Vaticano ha segnalato il suo primo caso noto di infezione all’inizio di marzo, e da allora ci sono stati altri 25 casi segnalati, tra cui 11 guardie svizzere a ottobre.

Il medico personale di Papa Francesco è morto il 9 gennaio per complicazioni causate da COVID-19. Fabrizio Soccorsi, 78 anni, era stato ricoverato all’ospedale Gemelli di Roma il 26 dicembre a causa di un cancro, secondo l’agenzia cattolica italiana SIR, il 9 gennaio.

Tuttavia, è morto a causa di “complicazioni polmonari” causate da COVID-19, ha detto l’agenzia, senza fornire ulteriori dettagli.

Vaticano: abusi al Preseminario San Pio

Vaticano: abusi al Preseminario San Pio

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo

Il papa: una lettera per le vittime del Congo

Il papa: una lettera per le vittime del Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Il Papa celebra l'apparizione della Divina Misericordia

Il Papa celebra l'apparizione della Divina Misericordia

Papa Francesco: il diavolo è bugiardo

Papa Francesco: il diavolo è bugiardo

Perù: manca l'ossigeno, il papa: nessuno deve essere lasciato solo

Perù: manca l'ossigeno, il papa: nessuno deve essere lasciato solo