I vantaggi del digiuno e della preghiera

Il digiuno è una delle pratiche spirituali più comuni – e una delle più fraintese – descritte nella Bibbia . Il reverendo Masud Ibn Syedullah , un sacerdote episcopale, ha parlato sul significato del digiuno e sul perché è una pratica spirituale così importante.

Molte persone vedono il digiuno come qualcosa da usare a scopo dietetico o da fare solo durante la Quaresima. Syedullah, d’altra parte, vede il digiuno come qualcosa di molto più grande di una dieta o di una devozione stagionale.

“Il digiuno è un’intensificazione dell’intenzione della preghiera”, ha detto Syedullah. “Esiste una tradizione nella fede cristiana secondo cui quando si vuole focalizzarsi su un particolare problema o presentare un particolare problema davanti a Dio, lo si fa con una preghiera focalizzata, specialmente con il digiuno”.

Syedullah vede il digiuno e la preghiera come strettamente correlati. “Quando uno va deliberatamente senza cibo, non stai solo pregando passivamente, stai dicendo che questo è qualcosa di importante”, ha detto.

Tuttavia, Syedullah è pronto a sottolineare che l’ obiettivo principale del digiuno non è far accadere qualcosa.

“Alcune persone considerano sia la preghiera che il digiuno in modi magici”, ha detto Syedullah. “Lo considerano un modo per manipolare Dio”.

Il vero segreto del digiuno, ha detto Syedullah, è che si tratta molto più di cambiarci che di cambiare Dio.

Per esempi di digiuno in azione, Syedullah guarda alla Scrittura.

“Penso che l’esempio più toccante sia Gesù”, ha detto Syedullah. “Dopo essere stato battezzato … Va nel deserto per 40 giorni e 40 notti, ed è in un periodo di preghiera e digiuno nel deserto.”

Syedullah sottolinea che è durante questo periodo di digiuno e preghiera che Gesù è tentato da Satana. Dice che potrebbe essere perché il digiuno mette il cervello in uno spazio più aperto.

“Non conosco la chimica dietro questo”, ha detto. “Ma certamente quando si va senza cibo e bevande, si è più ricettivi. C’è una dimensione fisiologica che influenza la percezione e la consapevolezza spirituale ”.

È dopo questo periodo di digiuno e tentazione che Gesù iniziò il suo ministero pubblico. Ciò è in linea con l’opinione di Syedullah secondo cui il digiuno è una forma attiva di preghiera.

“La preghiera e il digiuno ci aprono al discernimento [di come] potremmo partecipare alla benedizione di Dio”, ha detto Syedullah. “La preghiera e il digiuno … sono mezzi per fornirci assistenza dandoci potere e aiutandoci ad avere maggiore chiarezza su ciò che ora deve essere fatto.”

Molti considerano il digiuno fondamentalmente legato alla Quaresima, i 40 giorni che precedono la Pasqua, che in alcune tradizioni cristiane sono riservati al digiuno.

“La Quaresima è una stagione di penitenza”, ha detto Syedullah. “[È] un [tempo] per rendersi conto della propria dipendenza da Dio … per riallineare i nostri pensieri, le nostre azioni, i nostri comportamenti, il nostro modo di vivere più da vicino al modello di Gesù, ciò che Dio chiede nella nostra vita.”

Ma la Quaresima non si tratta solo di rinunciare al cibo. Syedullah menziona che molte persone leggeranno una sezione devozionale o scritturale quotidiana durante la Quaresima o parteciperanno a servizi speciali di adorazione. Il digiuno è solo un aspetto del significato spirituale della Quaresima e non esiste un modo corretto di digiunare durante la stagione quaresimale.

“Se [qualcuno] non è abituato al digiuno, potrebbe essere una buona idea allentarlo”, ha detto Syedullah.

Esistono diversi tipi di digiuni che le persone potrebbero fare durante la Quaresima, a seconda delle loro esigenze di salute. Syedullah suggerisce che i principianti iniziano con un digiuno parziale, forse dal tramonto al tramonto, e per bere molta acqua, indipendentemente dal tipo di digiuno che stai facendo. La cosa più importante non è ciò che fisicamente digiuni, ma l’intenzione dietro il digiuno.

“La cosa più importante è che [il digiuno] sia fatto con un certo grado di intenzionalità, di essere aperto all’essere riempito da Dio”, ha detto Syedullah. “Il digiuno ricorda che le cose materiali non sono le uniche cose importanti”.

La perversione: attribuita alla Chiesa Cattolica

La perversione: attribuita alla Chiesa Cattolica

La croce: simbolo religioso della cristianità

La croce: simbolo religioso della cristianità

Il mese di marzo è dedicato a San Giuseppe

Il mese di marzo è dedicato a San Giuseppe

Il buddismo alla luce della nostra fede cattolica

Il buddismo alla luce della nostra fede cattolica

I pettegolezzi sono un peccato?

I pettegolezzi sono un peccato?

Chiesa: la verginità consacrata

Chiesa: la verginità consacrata

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri