Il cardinale Dolan sollecita il ricordo dei cristiani perseguitati a Natale

I leader cattolici hanno sfidato l’amministrazione Biden in arrivo a compiere sforzi umanitari per i cristiani perseguitati in tutto il mondo, sottolineando che il Natale è un momento di solidarietà.

In un editoriale del 16 dicembre, il cardinale Timothy Dolan di New York e Toufic Baaklini, presidente di In Defense of Christians , hanno incoraggiato i funzionari e gli abitanti degli Stati Uniti a riflettere sulla storia del Natale ea essere solidali con i cristiani perseguitati.

Hanno detto che a milioni di cristiani perseguitati in tutto il mondo viene rifiutato l’accesso ai servizi della chiesa dal loro governo. Per la prima volta, hanno detto, gli americani stanno affrontando un’esperienza simile poiché le restrizioni pandemiche hanno limitato o sospeso i servizi in tutto il paese.

“Il tema della persecuzione è al centro della storia del Natale. La Sacra Famiglia è stata costretta a fuggire dalla sua terra natale a causa dell’oppressione sponsorizzata dallo stato ”, hanno scritto in un articolo pubblicato sul Wall Street Journal.

“In quanto cittadini di una superpotenza globale i cui legislatori sono sensibili ai loro cittadini, siamo chiamati a essere solidali con i cristiani perseguitati”.

Hanno detto che ci sono milioni di cristiani perseguitati che affrontano l’oppressione violenta o politica in cima alle sfide senza precedenti della pandemia.

Secondo Gregory Stanton di Genocide Watch, i militanti islamici come Boko Haram hanno ucciso oltre 27.000 cristiani nigeriani dal 2009. Questo supera il numero delle vittime dell’ISIS in Siria e Iraq.

Dolan e Baaklini hanno affermato che in Medio Oriente più di 1 milione di cristiani in Arabia Saudita non sono in grado di partecipare al culto e che i funzionari iraniani continuano a molestare e arrestare i convertiti alla fede.

Hanno anche sottolineato l’impatto del presidente Recep Tayyip Erdogan sui cristiani in Turchia e in altri paesi. Hanno detto che le milizie sostenute dalla Turchia hanno oppresso i discendenti dei cristiani sopravvissuti al genocidio ottomano.

Hanno chiesto al presidente eletto Biden di basarsi sui risultati dell’amministrazione Trump promuovendo la libertà religiosa internazionale.

“Ci auguriamo che il presidente eletto Biden si baserà sui risultati dell’amministrazione Trump, in particolare la sua assistenza ai sopravvissuti al genocidio e la priorità sulla libertà religiosa internazionale come fulcro della politica estera degli Stati Uniti”.

“Per quanto riguarda i cittadini cristiani d’America, non dobbiamo mai diventare compiacenti di fronte alle avversità. Dobbiamo rimboccarci le maniche, organizzarci e difendere i membri perseguitati del corpo di Cristo “, hanno concluso.

Come si comporta la chiesa nei confronti dei media?

Come si comporta la chiesa nei confronti dei media?

Angelus di Papa Francesco "digiunate dai pettegolezzi"

Angelus di Papa Francesco "digiunate dai pettegolezzi"

Vaccino anti covid-19: non ci sono miracoli

Vaccino anti covid-19: non ci sono miracoli

Carlo Acutis: dall'informatica al cielo

Carlo Acutis: dall'informatica al cielo

Il nunzio apostolico in Iraq risulta positivo al COVID-19

Il nunzio apostolico in Iraq risulta positivo al COVID-19

La nuova moneta italiana onorerà gli operatori sanitari

La nuova moneta italiana onorerà gli operatori sanitari

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo