Il ruolo profetico di Cristo

Gesù disse loro: “Oggi questo passo delle Scritture è adempiuto nel vostro udito”. E tutti parlavano molto di lui e si meravigliavano delle belle parole che gli uscivano dalla bocca. Luca 4: 21-22a

Gesù era appena arrivato a Nazaret, dove era cresciuto, ed era entrato nell’area del Tempio per leggere le Scritture. Lesse il brano di Isaia: “Lo Spirito del Signore è su di me, perché mi ha consacrato per portare buone novelle ai poveri. Mi ha mandato per proclamare la libertà ai prigionieri e il recupero della vista ai ciechi, per lasciare liberi gli oppressi e per proclamare un anno accettabile per il Signore. ”Dopo aver letto questo, si sedette e proclamò che questa profezia di Isaia era soddisfatto.

La reazione della gente della sua città è interessante. “Tutti parlavano molto di lui e si meravigliarono delle parole gentili che venivano dalla sua bocca”. Almeno, questa è la reazione iniziale. Ma se continuiamo a leggere vediamo che Gesù sfida le persone e, di conseguenza, erano piene di furia e hanno cercato di ucciderlo allora e là.

Spesso, abbiamo le stesse reazioni a Gesù. All’inizio, possiamo parlare bene di Lui e riceverlo con grazia. Ad esempio, a Natale possiamo cantare canti natalizi e festeggiare il suo compleanno con gioia e festeggiamenti. Potremmo andare in chiesa e augurare buon Natale alle persone. Possiamo allestire una scena della mangiatoia e decorare con simboli cristiani della nostra fede. Ma quanto è profondo tutto questo? A volte le celebrazioni e le tradizioni natalizie sono solo superficiali e non rivelano una vera profondità di convinzione o fede cristiana. Cosa succede quando questo prezioso Cristo-Bambino parla di verità e convinzione? Cosa succede quando il Vangelo ci chiama al pentimento e alla conversione? Qual è la nostra reazione a Cristo in questi momenti?

Mentre continuiamo l’ultima settimana del nostro periodo natalizio, riflettiamo, oggi, sul fatto che il piccolo bambino che onoriamo a Natale è cresciuto e ora ci dice parole di verità. Rifletti se sei disposto a onorarlo non solo come un bambino, ma anche come profeta di tutta la verità. Sei disposto ad ascoltare tutto il suo messaggio e riceverlo con gioia? Sei disposto a permettere alle Sue parole di Verità di penetrare nel tuo cuore e trasformare la tua vita?

Signore, ti amo e desidero che tutto ciò che hai detto penetri nel mio cuore e mi attiri in tutta la verità. Aiutami ad accettarti non solo come un bambino nato a Betlemme, ma anche come il grande Profeta della Verità. Possa io non essere mai offeso dalle parole che pronunci e possa essere sempre aperto al tuo ruolo profetico nella mia vita. Gesù io credo in te.

Articoli correlati