In Polonia si tiene la Santa Messa per 640 bambini non nati

Un vescovo cattolico ha presieduto sabato una messa funebre per 640 bambini non nati in Polonia.

Il vescovo Kazimierz Gurda di Siedlce ha celebrato la messa il 12 dicembre nella chiesa della Santissima Trinità a Gończyce, 80 chilometri a sud-est della capitale Varsavia.

Nella sua omelia ha detto: “Questi bambini hanno diritto a una degna sepoltura in quanto sono persone dal momento del concepimento. Il diritto alla vita è un diritto che non può essere tolto a nessuno, incluso e soprattutto a un bambino indifeso nel grembo materno “.

“Chi ha ricevuto da Dio il dono della vita ha diritto alla vita e ha diritto di amare. Anche se la loro storia di vita è finita in pochi mesi, anche prima che nascessero, non significa che abbiano cessato di esistere. La vita di una persona cambia, ma non finisce. La loro vita va avanti. Dio l’ha prolungato per tutta l’eternità “.

Dopo la messa, le bare dei bambini non nati sono state sepolte solennemente in un vicino cimitero. Le bare contenevano i corpi di bambini morti in seguito a nati morti, aborti spontanei e aborti. Sono stati raccolti da diversi ospedali, principalmente da Varsavia.

La cerimonia è stata iniziativa di Maria Bienkiewicz, della Fondazione New Nazareth, che dal 2005 organizza funerali per bambini non nati.

Quell’anno, l’ospedale della Sacra Famiglia di Varsavia iniziò a mettere in pratica nuovi principi per la cura dei corpi dei bambini che morivano prima della nascita, sotto la guida dell’allora direttore, il professor Bogdan Chazan.

I principi sono stati adottati da altri ospedali, ma secondo quanto riferito alcune istituzioni conservano ancora i corpi a tempo indeterminato.

L’aborto è ancora una volta oggetto di un’accesa controversia in Polonia dopo che la corte costituzionale del paese ha dichiarato il 22 ottobre che una legge che consente l’aborto per anomalie fetali era incostituzionale.

In base a una legge introdotta nel 1993, l’aborto è consentito in Polonia solo in caso di stupro o incesto, rischio per la vita della madre o anomalia fetale.

Ogni anno nel paese si verificano circa 1.000 aborti legali. La stragrande maggioranza viene eseguita in casi di anormalità fetale. La sentenza, inappellabile, potrebbe portare ad una significativa riduzione del numero di aborti nel Paese.

La sentenza ha scatenato proteste a livello nazionale, alcune delle quali hanno preso di mira la Chiesa cattolica. I manifestanti hanno interrotto le messe tenendo in mano cartelli a sostegno dell’aborto, hanno lasciato graffiti sulla proprietà della Chiesa, statue vandalizzate di San Giovanni Paolo II e cantato slogan al clero.

Il governo ha risposto ritardando la pubblicazione della sentenza del Tribunale costituzionale, che non ha potere legale fino a quando non appare nel Journal of Laws.

Nel frattempo, il mese scorso il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che condanna il “divieto di fatto del diritto all’aborto” da parte della Polonia.

L’arcivescovo Stanisław Gądecki, presidente della conferenza episcopale polacca, ha criticato la risoluzione.

Ha detto: “Il diritto alla vita è un diritto umano fondamentale. Ha sempre la precedenza sul diritto di scelta, perché nessuno può autorizzare la possibilità di uccidere un altro “.

Dopo la sepoltura dei bambini non nati a Gończyce, il vescovo Gurda è stato invitato a suonare una campana benedetta da Papa Francesco a settembre, insieme ad altri presenti alla cerimonia.

La campana Voice of the Unborn è stata commissionata dalla Fondazione Yes to Life ( Fundacja Życiu Tak in polacco).

La campana è decorata con un calco di un’immagine ecografica di un bambino non ancora nato e una citazione del beato Jerzy Popiełuszko : “La vita di un bambino inizia sotto il cuore della madre”.

Inoltre, la campana presenta due tavolette, che simboleggiano i Dieci Comandamenti. Sul primo sono le parole di Gesù: “Non pensare che io sia venuto ad abolire la legge” (Matteo 5:17), e sul secondo è il comandamento: “Non uccidere” (Esodo 20:13).

Papa Francesco è stato il primo a suonare la campana simbolica dopo averle impartito la benedizione in un cortile della Città del Vaticano dopo l’udienza generale.

Il papa ha osservato che la campana “accompagnerebbe eventi volti a ricordare il valore della vita umana dal concepimento alla morte naturale”.

“Possa il suo fragore risvegliare le coscienze dei legislatori e di tutte le persone di buona volontà in Polonia e nel mondo intero”, ha detto il 23 settembre.

Un uomo muore in ginocchio davanti all'altare nella chiesa

Un uomo muore in ginocchio davanti all'altare nella chiesa

Vaticano: abusi al Preseminario San Pio

Vaticano: abusi al Preseminario San Pio

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo

Il papa: una lettera per le vittime del Congo

Il papa: una lettera per le vittime del Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Il Papa celebra l'apparizione della Divina Misericordia

Il Papa celebra l'apparizione della Divina Misericordia

Il Vaticano prevede un deficit di quasi 50 milioni di euro a causa delle perdite del COVID

Il Vaticano prevede un deficit di quasi 50 milioni di euro a causa delle perdite del COVID