Indagini ai confini del Sacro: 14 Indagati al Gesù Bambino di Gallinaro

Una storia davvero strana quella avvenuta nell’ultimo periodo per il Cristiani cattolici nelle zone di Frosinone a Sora. Una piccola cittadina di nome Gallinaro conosciuta come meta religiosa per il culto di Gesù Bambino grazie alla presunta veggente Giuseppina Norcia, non sta attraversando un buon momento infatti 14 persone tra seguaci e amministratori comunali sono indagati per truffa.

Infatti il genero di Giuseppina Norcia che si chiama Samuele dopo la morte della veggente ha incominciato a predicare una nuova religione mettendo i suoi seguaci contro Papa Francesco e fondando una nuova religione sotto forma di associazione chiamata “Nuova Chiesa Cristiana di Gerusalemme”.

Samuele è stato protagonista di una rivoluzione sulle credenze cattoliche mettendo in discussione alcuni dogmi della Fede a tal punto che due anni fa dovette intervenire Papa Francesco in prima persona scomunicando tutto il gruppo di Gallinaro.

Ma adesso la situazione si è fatto un po più grave. Infatti oltre al Papa anche la Procura di Cassino è intervenuta sul caso scrivendo nel registro degli indagati 14 persone tra seguici di Samuele e alcuni amministratori comunali. L’ipotesi di reato è truffa.

Al di la dei fatti capitati negli ultimi tempi voglio fare una considerazione personale sul caso. Io sono stato molte volte a Gallinaro quando Giuseppina era viva. La veggente era una brava persona pronta ad accogliere tutti, autore anche della conversione personale di mia mamma. Poi lei è stata per cinquanta anni in quel luogo accogliendo migliaia di pellegrini senza mai discutere sulle credenze cattoliche e sempre obbediente alla Chiesa, al Papa e al suo Vescovo locale.

Dopo la sua morte la situazione è cambiata con l’avvento del suo genero. Io non ho mi creduto a questa cosa anche perchè la veggenza è un dono di Dio personale che non si eredita.

Ma oltre la mia considerazione personale che rimane tale dobbiamo prendere il esame l’intervento del Papa con la scomunica (sicuramente una cosa grave ma fatto dal Papa per mettere in guardia i fedeli cattolici da questo nuovo movimento scismatico) e poi la Procura di Cassino che sta facendo le sue indagini, ma senza incolpare qualcuno, si vedrà il tutto a fine indagini, la procura per indagare avrà annusato qualcosa poco piacevole oppure e solo una verifica dei fatti.

Comunque aspettiamo l’esito delle indagini per capire il tutto, anche se nel campo religioso e sopratutto in quello cattolico dove il nostro maestro è Gesù le divisioni, i cambiamenti non hanno fatto bene nessuno. Quindi non dire male di Samuele e dei suoi seguaci io anche pur frequentando Gallinaro lo sempre considerato un luogo religioso senza farlo interferire con la Chiesa e l’insegnamento di Gesù.

Articoli correlati