La descrizione fisica della Madonna fatta dal veggente Bruno Cornacchiola

Torniamo all’apparizione delle Tre Fontane. In quella e nelle successive apparizioni come hai visto la Madonna: triste o felice, preoccupata o serena?

Vedi, talvolta la Vergine parla con una tristezza sul volto. E’ triste specialmente quando parla della Chiesa e dei sacerdoti. Questa sua tristezza però è materna. Lei dice: “ Io sono la madre dei puro clero, del santo clero, del fedele clero, dell’unito clero. Desidero che il clero sia veramente come mio Figlio lo vuole ».
Perdonami l’impertinenza, ma penso che i nostri lettori abbiano tutti il desiderio di farti questa domanda: ci puoi descrivere, se ti riesce, com’è fisicamente la Madonna?

Posso descriverla come una donna orientale, snella, bruna, occhi bellissimi ma non neri, carnagione scura, capelli lunghi e neri. Una donna bellissima. Se le dovessi dare un’età? Una donna dai 18 ai 22 anni. Giovane nello spirito e nel fisico. La Vergine l’ho vista così.
Il 12 aprile dell’anno scorso anch’io ho visto alle Tre Fontane gli strani prodigi del sole, che ruotava su se stesso cambiando colore e che si poteva fissare senza essere disturbati negli occhi. Ero immerso in una folla di circa 10 mila persone. Quale significato aveva questo fenomeno?

Prima di tutto la Vergine quando fa questi prodigi o fenomeni, come dici tu, è per richiamare l’umanità alla conversione. Ma lo fa anche per richiamare l’attenzione dell’autorità a credere che lei è scesa sulla terra.
Perché, secondo te, la Madonna è apparsa tante volte e in luoghi così diversi nel nostro secolo?

La Vergine è apparsa in luoghi diversi, anche in case private, a persone buone per incoraggiarle, guidarle, illuminarle sulla loro missione. Ma ci sono dei posti un po’ particolari che vengono portati a un risalto mondiale. In questi casi la Vergine appare sempre per richiamare. E’ come un aiuto, un soccorso, un ausilio che lei dà alla Chiesa, Corpo mistico di suo Figlio. Ella non dice cose nuove, ma è una madre che cerca con tutti i mezzi di richiamare i suoi figli a ritornare sulla via dell’amore, della pace, del perdono, della conversione.
Analizziamo un po’ i contenuti dell’apparizione. Qual è stato l’argomento del tuo dialogo con la Madonna?

L’argomento è vasto. La prima volta mi ha parlato per un’ora e venti minuti. Le altre volte mi ha comunicato messaggi che poi si sono realizzati.
Quante volte ti è apparsa la Madonna?

Sono già 27 volte che la Vergine si degna di farsi vedere da questa povera creatura. Vedi, la Vergine in queste 27 volte non ha parlato sempre; a volte è apparsa solo per consolarmi. Alcune volte s’è presentata con lo stesso vestito, altre volte con un vestito soltanto bianco. Quando mi ha parlato, l’ha fatto prima per me, poi per il mondo. Ed io ogni volta che ho ricevuto qualche messaggio l’ho dato alla Chiesa. Non può dirsi cristiano chi non obbedisce al confessore, al direttore spirituale, alla Chiesa; chi non frequenta i sacramenti, chi non ama, crede e vive dell’Eucaristia, della Vergine e del Papa. Quando parla, la Vergine dice quello che è lei, quello che dobbiamo fare noi o una singola persona; ma più ancora vuole da tutti noi preghiera e penitenza. Ricordo queste sue raccomandazioni: « Le Ave Marìa che dite con fede e amore sono tante frecce d’oro che raggiungono il Cuore di mio Figlio Gesù” e « Frequentate i nove primi venerdì del mese, perché è una promessa del Cuore di mio Figlio”

Articoli correlati