La festa del Natale

Caro amico, dopo alcune meditazioni che abbiamo fatto sul senso della vita e dell’esistenza effettiva di Dio in questi giorni è di obbligo fare una considerazione sul Santo Natale.

Se noti bene caro amico adesso la parola Natale è stata preceduta dalla parola “Santo” anche se di Santo in questo periodo e in questa festa c’è rimasto ben poco.

Per lavoro giro molto e vedo le strade piene e trafficate, negozi affollati, tanti acquisti ma le Chiese sono vuote e ormai del vero significato del Natale, la nascita di Gesù, pochi ne parlano, quasi nessuno, solo qualche nonnina che vuole trasmettere ai nipoti il vero valore della festa anche se adesso l’attenzione dei bimbi è rapita da altre cose materiali.

Ai bambini non fate scrivere la lettera a Babbo Natale per ricevere un regalo ma fategli capire che i loro genitori gli fanno regali ogni giorno mandando loro a scuola, dandogli una casa, abiti da vestire, libri, cibo e aiuto continuo. Molte cose sembrano scontate ma tanti bambini non hanno tutto questo quindi fate capire ai vostri bimbi che il Natale è una festa per ringraziare non per ricevere.

Quando preparate il cenone e fate grandi acquisti per i cibi non dimenticate che molte persone non possono avere quello che avete voi. A Natale si dice che siamo tutti più buoni ma dobbiano pure praticarlo quindi avere una portata in meno a tavola o un posto in più ed aiutare i più bisognosi sicuramente ci fa mettere in pratica l’insegnamento di Gesù.

Poi verrei dire una parola sul protagonista della festa del Natale: Gesù Cristo. Chi in questi giorni che precedono la festa ha nominato questo nome? Molti hanno cercato regali, abbigliamento, parrucchieri, estetica, beauty, ma solo qualcuno ha pronunciato quel nome per aver preparato il presepe come tradizione ma quasi nessuno capisce che il Natale si vive l’incarnazione di Dio sulla Terra attraverso la figura del figlio di Dio, Gesù.

Natale è la verginità di Maria, Natale è l’annunciazione dell’arcangelo Gabriele, Natale è la fedeltà di San Giuseppe, Natale è la ricerca dei Re Magi, Natale è il canto degli Angeli e la scoperta dei pastori. Tutto questo è Natale e non lo spendere, il prepararsi, il cibo, i regali, il bisiness, la bellezza.

Ai bambini a Natale regalate un Gesù Bambino e spiegate loro il suo immenso valore. A Natale preparate una tavola sobria, fate del bene e preparate una torta con le candele da spegliere per i vostri figli, infatti il Natale è il compleanno di Gesù.

Caro amico, buon Natale. Ti faccio i miei migliori auguri sperando che Gesù nasca nel tuo cuore e tu possa portare il valore di questa festa per tutto un anno intero e non come un regalo che dopo un giorno o due già se ne desidera un altro. Caro amico questo è Natale una festa di Dio e non degli uomini e del commercio.

Di Paolo Tescione 

Articoli correlati