La nostra oscurità può diventare la luce di Cristo

La lapidazione di Stefano, primo martire della Chiesa, ci ricorda che la croce non è semplicemente il precursore della risurrezione. La croce è e diventa in ogni generazione la rivelazione della vita risorta di Cristo. Stephen lo vide nel momento esatto della sua morte. “Stefano, pieno di Spirito Santo, guardò in cielo e vide la gloria di Dio, e Gesù stava alla destra di Dio. ‘Vedo il cielo spalancato e Gesù in piedi alla destra di Dio’ ”.

Istintivamente ci restringiamo dal dolore e dalla sofferenza. Non possiamo comprenderne il significato, e tuttavia, quando si arrendono alla Croce di Cristo, diventano la visione di Stefano della porta del cielo spalancata. La nostra oscurità diventa la luce di Cristo, la nostra lotta fervente la rivelazione del suo Spirito.

Il Libro dell’Apocalisse abbracciava la sofferenza della Chiesa primitiva e parlava con una sicurezza che andava oltre le sue paure più oscure. Cristo, il primo e l’ultimo, l’Alfa e l’Omega, si sono rivelati il ​​compimento del nostro desiderio irrequieto. “Vieni, fa venire tutti coloro che hanno sete; tutti coloro che lo desiderano possono avere l’acqua della vita e averla libera. Chi garantisce queste rivelazioni ripete la sua promessa: presto sarò con te presto. Amen, vieni Signore Gesù. ”

L’umanità peccatrice desidera ardentemente una pace che rimanga indisturbata nonostante le sfide della vita. Tale era la pace irremovibile che accompagnava Gesù sulla Croce e oltre. Non poteva essere scosso perché riposava nell’amore del Padre. Questo è stato l’amore che ha portato Gesù a nuova vita nella sua risurrezione. Questo è l’amore che ci porta la pace, che ci sostiene giorno dopo giorno. “Ho fatto conoscere loro il tuo nome e continuerò a farlo conoscere, così che l’amore con cui mi hai amato possa essere in loro e che io possa essere in loro”.

Gesù promise acqua viva agli assetati. L’acqua viva che ha promesso è la nostra condivisione nella sua perfetta comunione con il Padre. La preghiera che ha concluso il suo ministero ci ha abbracciato in quella comunione: “Santo Padre, prego non solo per questi, ma anche per coloro che, attraverso le loro parole, crederanno in me. Possano essere tutti uno. Padre, possano essere uno in noi come tu sei in me e io sono in te ”.

Possa la nostra vita, attraverso lo Spirito promesso, testimoniare quella perfetta comunione di Padre e Figlio.

Chiesa: la verginità consacrata

Chiesa: la verginità consacrata

Discussione del giorno "sesso prima del matrimonio"

Discussione del giorno "sesso prima del matrimonio"

Chiesa: differenza tra madrina e comare di fazzoletto

Chiesa: differenza tra madrina e comare di fazzoletto

l'incesto: perché la chiesa lo condanna?

l'incesto: perché la chiesa lo condanna?

3 cose da fare per avere un rapporto con Dio

3 cose da fare per avere un rapporto con Dio

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri

Il peccato mortale: quello che devi sapere e perchè non trascurarlo

Il peccato mortale: quello che devi sapere e perchè non trascurarlo