La vita ha senso quando viene data con amore agli altri, dice papa Francesco

Una vita vissuta egoisticamente, corrotta o piena di odio è una vita inutile, avvizzisce e muore, ha detto Papa Francesco in un’omelia mattutina.

D’altra parte, la vita ha un significato e un valore “solo nel donarla con amore, in verità, nel donarla ad altri nella vita quotidiana, in famiglia”, ha detto l’8 febbraio alla messa mattutina nella cappella della sua residenza, la Domus Sanctae Marthae.

Nella sua omelia, il papa ha riflettuto sulle quattro persone nella lettura evangelica del giorno da San Marco (6: 14-29): re Erode; la moglie di suo fratello, Erodiade; sua figlia, Salome; e San Giovanni Battista.

Gesù aveva detto “non c’è stato niente di più grande di Giovanni Battista”, ma questo santo sapeva che quello da esaltare e seguire era Cristo, non se stesso, disse il papa.

Il santo aveva detto, è il Messia che “deve aumentare; devo diminuire”, cosa che ha fatto, fino al punto di essere gettato in una cella di prigione buia e decapitato, ha detto Papa Francesco.

“Il martirio è un servizio, è un mistero, è un dono molto speciale e molto grande della vita”, ha detto il papa.

I responsabili della morte di San Giovanni Battista, tuttavia, furono o ingannati o ispirati dal diavolo, disse.

“Dietro queste figure c’è Satana”, che ha riempito Erodiadi di odio, Salome di vanità e Erode di corruzione, ha detto.

“L’odio è capace di tutto. È una forza enorme. L’odio è il respiro di Satana”, ha detto. “E dove c’è corruzione, è molto difficile uscirne.”

Erode fu catturato in un ostacolo; sapeva che doveva cambiare modo, ma non poteva, disse il papa.

Giovanni aveva detto a Erode che era illegale per lui sposare la moglie di suo fratello, Erodiade, che aveva un rancore contro Giovanni e lo voleva morto. Erodiade ordinò a sua figlia di chiedere la sua testa quando Erode – incantato dalla danza di Salome – le promise tutto quello che voleva.

Pertanto, Giovanni Battista fu ucciso per capriccio di un “presuntuoso ballerino” e per “l’odio di una donna diabolica e la corruzione di un re ambivalente”, ha detto il papa.

Se le persone vivono la vita solo per se stesse e per mantenere la propria vita al sicuro, ha detto il papa, allora “la vita muore, la vita appassisce, è inutile”.

“È un martire che lascia che la sua vita svanisca un po ‘alla volta per fare spazio al Messia”, ha detto, e che dice: “Devo diminuire in modo che sia ascoltato, sia visto, così che lui, il Signore, si manifesta “.

Articoli correlati