L’albero di Natale del Vaticano di quest’anno ha ornamenti fatti a mano dai senzatetto

Raggiungendo un’altezza di quasi 100 piedi, l’albero di Natale in Piazza San Pietro quest’anno è adornato con ornamenti in legno fatti a mano dai senzatetto, così come bambini e altri adulti.

Prima della cerimonia di accensione dell’albero di Natale, l’11 dicembre, Papa Francesco ha affermato di volere che l’albero di Natale e il presepe in piazza San Pietro fossero “un segno di speranza” in un anno segnato dalla pandemia di coronavirus.

“L’albero e il presepe contribuiscono a creare il clima natalizio favorevole per vivere con fede il mistero della nascita del Redentore”, ha detto il papa.

“Nella natività tutto parla di ‘buona povertà’, povertà evangelica, che ci rende beati: contemplando la Sacra Famiglia e i vari personaggi, siamo attratti dalla loro disarmante umiltà”.

L’imponente abete rosso di Piazza San Pietro è un dono della Slovenia, un paese dell’Europa centrale con una popolazione di due milioni di persone, che ha anche donato 40 alberi più piccoli da collocare negli uffici della Città del Vaticano.

Jakob Štunf, ambasciatore della Slovenia presso la Santa Sede, ha detto a EWTN News che la Slovenia sta anche sponsorizzando un pranzo di Natale presso il rifugio per senzatetto vicino al Vaticano.

“Abbiamo deciso di regalare anche un albero speciale… alla struttura per i senzatetto, che si trova accanto a Piazza San Pietro. Forniremo loro anche una sorta di pasto speciale per quel giorno, così possiamo esprimere anche il nostro legame con loro in questo modo ”, ha detto l’ambasciatore.

I senzatetto sono stati anche coinvolti nella realizzazione di alcuni ornamenti per l’albero di Natale del Vaticano, secondo Sabina Šegula, fiorista e decoratrice del Vaticano.

Šegula ha aiutato a formare 400 persone per aiutare a realizzare gli ornamenti di quest’anno in paglia e legno utilizzando video didattici a causa della pandemia.

Ha detto che la maggior parte degli ornamenti sono stati realizzati da persone in Slovenia, compresi alcuni bambini piccoli, ma anche i senzatetto a Roma e in Slovenia sono stati coinvolti nell’artigianato.

“Hanno apprezzato molto i loro laboratori, quindi hanno creato i loro progetti”, ha detto Šegula a EWTN.

“E questo era l’obiettivo principale: portare anche gioia e spirito natalizio nella casa dei senzatetto a Roma”, ha detto.

La Slovenia ha donato l’albero di Natale come simbolo di gratitudine per il sostegno del Vaticano al movimento per l’indipendenza del paese in occasione del 30 ° anniversario dell’indipendenza della Slovenia dalla Jugoslavia.

“Giovanni Paolo II … comprese molto bene la situazione in quel tempo, cosa stava succedendo, non solo in Slovenia o in Jugoslavia in quel momento, ma anche in Europa. Quindi ha capito i grandi cambiamenti in corso ed era davvero personale, molto coinvolto e impegnato nel processo “, ha detto Štunf.

“La Slovenia è effettivamente riconosciuta come uno dei paesi più verdi al mondo. … Più del 60% del territorio sloveno è ricoperto da foreste “, ha detto, aggiungendo che questo albero potrebbe essere considerato un dono del” cuore verde dell’Europa “.

L’albero delle foreste slovene di Kočevje ha 75 anni, pesa 70 tonnellate ed è alto 30 metri.

Si è acceso l’11 dicembre con una cerimonia presieduta dal cardinale Giuseppe Bertello e dal vescovo Fernando Vérgez Alzaga, rispettivamente presidente e segretario generale del governatorato dello Stato della Città del Vaticano. Alla cerimonia è stato anche svelato il presepe vaticano di quest’anno.

Il presepe è composto da 19 statue in ceramica a grandezza naturale realizzate negli anni ’60 e ’70 da insegnanti ed ex allievi di un istituto d’arte della regione italiana dell’Abruzzo.

Tra le statue c’è la figura di un astronauta, che è stata aggiunta alla natività nel momento in cui è stata creata per celebrare lo sbarco sulla luna del 1969, ha detto a EWTN Alessia Di Stefano, ministro del turismo locale.

Negli ultimi anni il presepe vaticano è stato realizzato con diversi materiali, dalle tradizionali figure napoletane alla sabbia.

Un presepe italiano più tradizionale con figure in movimento è anche esposto nella cappella del battistero della Basilica di San Pietro. Gli angeli dipinti dal grande mosaico della cappella del battesimo di Gesù nel fiume Giordano sembrano librarsi sopra la mangiatoia in legno della scena, che è circondata da stelle di Natale e una lunga fila di inginocchiatoi per i pellegrini che desiderano contemplare la natività in preghiera.

Anche “Angels Unawares”, l’immagine della Sacra Famiglia nella scultura dei migranti in Piazza San Pietro, è stata illuminata per la prima volta per il periodo dell’Avvento e del Natale.

Sia l’albero che i presepi saranno esposti fino al 10 gennaio 2021, festa del Battesimo del Signore.

Venerdì, Papa Francesco ha incontrato una delegazione della Slovenia e della regione italiana dell’Abruzzo impegnata nella realizzazione delle manifestazioni natalizie di quest’anno in Piazza San Pietro.

“La festa del Natale ci ricorda che Gesù è la nostra pace, la nostra gioia, la nostra forza, il nostro conforto”, ha detto il Papa.

“Ma, per accogliere questi doni di grazia, dobbiamo sentirci piccoli, poveri e umili come i personaggi della natività”.

“Vi esprimo i miei migliori auguri per una festa di Natale piena di speranza e vi chiedo di portarli alle vostre famiglie ea tutti i vostri concittadini. Vi assicuro le mie preghiere e vi benedico. E anche tu, per favore, prega per me. Buon Natale.”

Ivan Jurkovic: un sostegno alimentare nei paesi poveri

Ivan Jurkovic: un sostegno alimentare nei paesi poveri

La famiglia: incontro tra Governo e Vaticano

La famiglia: incontro tra Governo e Vaticano

Papa Francesco: Iraq, il viaggio da fare!

Papa Francesco: Iraq, il viaggio da fare!

Come si comporta la chiesa nei confronti dei media?

Come si comporta la chiesa nei confronti dei media?

Angelus di Papa Francesco "digiunate dai pettegolezzi"

Angelus di Papa Francesco "digiunate dai pettegolezzi"

Vaccino anti covid-19: non ci sono miracoli

Vaccino anti covid-19: non ci sono miracoli

Amazon cancella il libro evangelico

Amazon cancella il libro evangelico