Stop in Sicilia ai padrini nei battesimi e nelle cresime

Da lunedì primo gennaio 2022 è in vigore il nuovo decreto del vescovo di Mazara del Vallo (Sicilia), monsignor Domenico Mogavero, che dispone la sospensione “ad experimentum” (ovvero a tempo determinato) dei padrini nella celebrazione del sacramento del battesimo dei bambini, della confermazione degli adolescenti e degli adulti e nel rito dell’iniziazione cristiana degli adulti.

La sospensione è in vigore sino al dicembre 2024. Ad accompagnare davanti al presbitero chi deve ricevere il battesimo o la cresima saranno i genitori o chi ne ha curato la preparazione.

“L’ufficio di padrino nei due sacramenti del battesimo e della confermazione ha perduto il suo significato originario – ha dichiarato il vescovo Domenico Mogavero nel decreto – limitandosi a una presenza liturgica puramente formale alla quale non segue l’accompagnamento del battezzato e del crismato nel cammino di crescita umana e spirituale”.

La scelta del prelato non è isolata perché già altre esperienze analoghe sono state avviate in diverse diocesi italiane.

Il decreto di sospensione è valido nel territorio della Diocesi di Mazara del Vallo (che non coincide con l’intera provincia di Trapani).

Pareri discordanti tra i fedeli in merito alla decisione del vescovo Mogavero: c’è chi è d’accordo e chi no.

E voi? Lasciate un commento!

Articoli correlati