Meditazione del giorno: la vera grandezza

Meditazione del giorno, la vera grandezza: vuoi essere veramente grande? Vuoi che la tua vita faccia davvero la differenza nella vita degli altri? In fondo questo desiderio di grandezza è posto dentro di noi dal nostro Signore e non se ne andrà mai. Anche coloro che vivono eternamente all’inferno si aggrapperanno a questo desiderio innato, che per loro sarà causa di dolore eterno, poiché quel desiderio non sarà mai soddisfatto. E a volte è utile riflettere su quella realtà come motivazione per assicurarsi che questo non sia il destino che incontriamo.

“Il più grande tra voi deve essere il vostro servitore. Chi si esalta sarà umiliato; ma chi si umilia sarà esaltato “. Matteo 23: 11–12

Quello che dice Gesù

Nel vangelo di oggi, Gesù ci dà una delle chiavi della grandezza. “Il più grande tra voi deve essere il vostro servitore.” Essere un servitore significa mettere gli altri prima di te stesso. Elevi i loro bisogni piuttosto che cercare di convincerli a essere attenti ai tuoi bisogni. E questo è difficile da fare.

È molto facile nella vita pensare prima a noi stessi. Ma la chiave è che mettiamo noi stessi “al primo posto”, in un certo senso, quando praticamente mettiamo gli altri prima di noi. Questo perché la scelta di mettere gli altri al primo posto non è solo un bene per loro, è anche esattamente ciò che è meglio per noi. Siamo stati fatti per l’amore. Creati per servire gli altri.

Fatti con lo scopo di donarci agli altri senza contare i costi. Ma quando lo facciamo, non ci perdiamo. Al contrario, è nell’atto di donare noi stessi e vedere per primo l’altro che scopriamo realmente chi siamo e diventiamo ciò per cui siamo stati creati. Diventiamo l’amore stesso. E una persona che ama è una persona che è grande … e una persona che è grande è una persona che Dio esalta.

Meditazione del giorno, la vera grandezza: preghiera

Rifletti, oggi, sul grande mistero e sulla chiamata dell’umiltà. Se trovi difficile mettere gli altri al primo posto e agire come loro servi, fallo comunque. Scegli di umiliarti prima di tutti gli altri. Eleva le loro preoccupazioni. Sii attento ai loro bisogni. Ascolta quello che dicono. Mostra loro compassione e sii pronto e disposto a farlo nella massima misura possibile. Se lo fai, quel desiderio di grandezza che vive nel profondo del tuo cuore sarà soddisfatto.

Mio umile Signore, grazie per la testimonianza della tua umiltà. Hai scelto di mettere tutte le persone al primo posto, fino al punto di permettere a Te stesso di sperimentare la sofferenza e la morte che erano una conseguenza dei nostri peccati. Dammi un cuore umile, caro Signore, in modo che tu possa usarmi per condividere il tuo amore perfetto con gli altri. Gesù io credo in te.

Dio aiuta a superare una fobia o altre paure

Dio aiuta a superare una fobia o altre paure

Testimonianza scoprire cosa dice lo Spirito

Testimonianza scoprire cosa dice lo Spirito

Senso di colpa: cos'è e come liberarsene?

Senso di colpa: cos'è e come liberarsene?

Meditazione di oggi: gli attacchi del maligno

Meditazione di oggi: gli attacchi del maligno

Meditazione di oggi: la grandezza di San Giuseppe

Meditazione di oggi: la grandezza di San Giuseppe

Vocazione religiosa: che cos'è e come si riconosce?

Vocazione religiosa: che cos'è e come si riconosce?

Meditazione di oggi: Un riassunto di tutto il Vangelo

Meditazione di oggi: Un riassunto di tutto il Vangelo