Meditazione

Meditazione: di fronte alla croce con coraggio e amore

Meditazione: di fronte alla croce con coraggio e amore: mentre Gesù saliva a Gerusalemme, prese da soli i Dodici discepoli e disse loro durante il viaggio: “Ecco, noi saliamo a Gerusalemme e il Figlio dell’uomo sarà consegnato ai capi dei sacerdoti e ai scribi, e lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani perché sia ​​schernito, flagellato e crocifisso, e sarà risuscitato il terzo giorno “. Matteo 20: 17-19

Che conversazione deve essere stata! Mentre Gesù era in viaggio a Gerusalemme con i Dodici appena prima della prima Settimana Santa, Gesù parlò apertamente e chiaramente di ciò che Lo avrebbe aspettato a Gerusalemme. Immagina cosa avrebbero pensato i discepoli. In molti modi, sarebbe stato troppo per loro da comprendere in quel momento. In molti modi, i discepoli probabilmente preferirono non ascoltare ciò che Gesù aveva da dire. Ma Gesù sapeva che avevano bisogno di ascoltare questa difficile verità, soprattutto quando si avvicinava il momento della crocifissione.

Spesso, il messaggio completo del Vangelo è difficile da accettare. Questo perché il messaggio completo del Vangelo ci indicherà sempre al centro il sacrificio della Croce. L’amore sacrificale e il pieno abbraccio della Croce devono essere visti, compresi, amati, pienamente abbracciati e proclamati con fiducia. Ma come si fa? Cominciamo con il nostro Signore stesso.

Gesù non aveva paura della verità. Sapeva che la Sua sofferenza e morte era imminente ed era pronto e disposto ad accettare questa verità senza esitazione. Non ha visto la sua croce in una luce negativa. Considerava una tragedia da evitare. Permise alla paura di scoraggiarlo. Invece, Gesù guardò le sue sofferenze imminenti alla luce della verità. Vedeva la sua sofferenza e morte come un glorioso atto d’amore che presto avrebbe offerto e, quindi, non aveva paura non solo di abbracciare queste sofferenze, ma anche di parlarne con fiducia e coraggio.

Meditazione: di fronte alla croce con coraggio e amore: nella nostra vita, ci viene dato l’invito a imitare il coraggio e l’amore di Gesù ogni volta che dobbiamo affrontare qualcosa di difficile nella vita. Quando ciò accade, alcune delle tentazioni più comuni sono arrabbiarsi per la difficoltà, o cercare modi per evitarlo, o incolpare gli altri, o cedere alla disperazione e cose simili. Ci sono numerosi meccanismi di coping che si attivano attraverso i quali tendiamo a cercare di evitare le croci che ci aspettano.

Ma cosa succederebbe se invece seguissimo l’esempio del nostro Signore? E se affrontassimo ogni croce in sospeso con amore, coraggio e un abbraccio volontario? E se invece di cercare una via d’uscita, cercassimo una via d’entrata, per così dire? Cioè, abbiamo cercato un modo per abbracciare la nostra sofferenza in modo sacrificale, senza esitazione, a imitazione dell’abbraccio di Gesù alla sua croce. Ogni croce nella vita ha il potenziale di diventare uno strumento di molta grazia nella nostra vita e in quella degli altri. Pertanto, dal punto di vista della grazia e dell’eternità, le croci devono essere abbracciate, non evitate o maledette.

Rifletti, oggi, sulle difficoltà che stai affrontando. Lo vedi nello stesso modo in cui lo vede Gesù? Riesci a vedere ogni croce che ti viene data come un’opportunità per l’amore sacrificale? Riuscite ad accoglierlo con speranza e fiducia, sapendo che Dio può trarne del bene? Cerca di imitare nostro Signore abbracciando con gioia le difficoltà che affronti e quelle croci alla fine condivideranno la risurrezione con nostro Signore.

Mio Signore sofferente, hai abbracciato liberamente con amore e coraggio l’ingiustizia della Croce. Hai visto oltre l’apparente scandalo e sofferenza e hai trasformato il male che Ti è stato fatto nel più grande atto d’amore mai conosciuto. Dammi la grazia di imitare il Tuo amore perfetto e di farlo con la forza e la fiducia che avevi. Gesù io credo in te.

Dio aiuta a superare una fobia o altre paure

Dio aiuta a superare una fobia o altre paure

Testimonianza scoprire cosa dice lo Spirito

Testimonianza scoprire cosa dice lo Spirito

Senso di colpa: cos'è e come liberarsene?

Senso di colpa: cos'è e come liberarsene?

Meditazione di oggi: gli attacchi del maligno

Meditazione di oggi: gli attacchi del maligno

Meditazione di oggi: la grandezza di San Giuseppe

Meditazione di oggi: la grandezza di San Giuseppe

Vocazione religiosa: che cos'è e come si riconosce?

Vocazione religiosa: che cos'è e come si riconosce?

Meditazione di oggi: Un riassunto di tutto il Vangelo

Meditazione di oggi: Un riassunto di tutto il Vangelo