Meditazione di oggi

Meditazione di oggi: gli attacchi del maligno

Gli attacchi del maligno: Si spera che i farisei sotto menzionati abbiano attraversato una profonda conversione interiore prima di morire. Se non lo avessero fatto, il loro giorno di giudizio particolare sarebbe stato scioccante e spaventoso per loro. Il più grande atto d’amore mai conosciuto è stato Dio che diventa uno di noi, essendo concepito dallo Spirito Santo nel grembo della Beata Vergine Maria, crescendo nella famiglia di San Giuseppe, e alla fine dando inizio al Suo ministero pubblico mediante il quale la verità salvifica di il Vangelo è stato proclamato affinché tutti possano conoscere Dio ed essere salvati. Ed è stato di questo atto di amore perfetto donataci da Dio che i farisei attaccarono e chiamarono coloro che credevano in esso “ingannati” e “maledetti”.

Gli attacchi del maligno: dal Vangelo di Giovanni

le guardie risposero: “Mai prima d’ora nessuno ha parlato come quest’uomo”. Allora i farisei risposero loro: “Anche voi siete stati ingannati? Qualcuno delle autorità o dei farisei ha creduto in lui? Ma questa folla, che non conosce la legge, è maledetta “. Giovanni 7: 46–49

Sebbene i farisei non ci offrano molto come ispirazione, ci forniscono molte lezioni. Nel passaggio sopra, i farisei ci modellano una delle tattiche più comuni del maligno. Nel suo classico spirituale, Gli esercizi spirituali, Sant’Ignazio di Loyola spiega che quando una persona sta passando da una vita di peccato a una vita di santità, il maligno attaccherà in vari modi. Cercherà di sconvolgerti e causarti un’indebita ansia di servire Dio, cercherà di rattristarti con un dolore inspiegabile, metterà ostacoli alla tua virtù facendoti sentire sopraffatto e pensando che sei troppo debole per vivere una buona vita cristiana di virtù, e ti tenterà a perdere la pace del cuore dubitando dell’amore di Dio o della Sua azione nella tua vita. È chiaro che questo attacco dei farisei ha anche questi obiettivi.

Gli attacchi del maligno: rifletti sul modo di fare dei farisei

Anche in questo caso, sebbene questo possa non sembrare “stimolante”, è molto utile da capire. I farisei erano feroci nei loro attacchi, non solo a Gesù ma anche a chiunque avesse cominciato a credere in Gesù. Dissero alle guardie che furono colpite da Gesù: “Anche voi siete stati ingannati?” Questo era chiaramente il maligno all’opera attraverso di loro che cercava di intimidire le guardie e chiunque osasse credere in Gesù.

Ma comprendere la tattica del maligno e dei suoi messaggeri è di grande valore, perché ci aiuta a respingere le bugie e gli inganni che ci vengono lanciati. A volte queste bugie provengono da individui e sono dirette direttamente a noi, ea volte le bugie sono più universali, a volte arrivano attraverso i media, la cultura e persino il governo.

Rifletti, oggi, sulle parole di cattivo gusto e amare di questi farisei. Ma fallo per aiutarti a capire le tattiche che il maligno spesso prende quando cerchi maggiore santità nella vita. Stai certo che più ti avvicini a Dio, più sarai attaccato. Ma non aver paura. Identifica qualsiasi attacco personale, sociale, culturale o persino governativo per quello che è. Abbi fiducia e non lasciarti scoraggiare mentre cerchi di seguire Cristo più completamente ogni giorno.

Preghiera della meditazione del giorno

Mio divino Giudice di tutti, alla fine dei tempi stabilirai il tuo regno permanente di verità e giustizia. Regnerai su tutto e concederai a tutti la Tua misericordia e giustizia. Possa io vivere pienamente nella Tua verità e non essere mai scoraggiato dagli attacchi e dalle bugie del maligno. Dammi coraggio e forza, caro Signore, perché ho sempre fiducia in Te. Gesù, ho fiducia in Te.

Senso di colpa: cos'è e come liberarsene?

Senso di colpa: cos'è e come liberarsene?

Meditazione di oggi: gli attacchi del maligno

Meditazione di oggi: gli attacchi del maligno

Meditazione di oggi: la grandezza di San Giuseppe

Meditazione di oggi: la grandezza di San Giuseppe

Vocazione religiosa: che cos'è e come si riconosce?

Vocazione religiosa: che cos'è e come si riconosce?

Rifletti, oggi, sulle lodi che dai e ricevi

Rifletti, oggi, sulle lodi che dai e ricevi

Lo stupore della fede, meditazione di oggi

Lo stupore della fede, meditazione di oggi

Meditazione di oggi: non trattenere niente

Meditazione di oggi: non trattenere niente