ascoltare parola

Meditazione quotidiana: ascoltare e dire la parola di Dio

Erano estremamente sbalorditi e dissero: “Ha fatto bene tutte le cose. Fa sentire i sordi e parlare i muti “. Marco 7:37 Questa riga è la conclusione della storia di Gesù che guarisce un sordo che aveva anche un problema di linguaggio. L’uomo fu portato da Gesù, Gesù se lo tolse da solo, gridò: “ Effatà! “(Cioè” Apriti! “), E l’uomo fu guarito. E sebbene questo sia stato un dono incredibile per quest’uomo e un atto di grande misericordia verso di lui, rivela anche che Dio vuole usarci per attirare gli altri a Sé. A livello naturale, a tutti noi manca la capacità di ascoltare la voce di Dio quando parla. Abbiamo bisogno del dono della grazia per questo. Di conseguenza, a livello naturale, siamo anche incapaci di dire le molte verità che Dio vuole che diciamo. Questa storia ci insegna che Dio desidera anche guarire le nostre orecchie in modo da ascoltare la sua voce gentile e sciogliere le nostre lingue in modo che possiamo diventare il suo portavoce. Ma questa storia non riguarda solo Dio che parla a ciascuno di noi; rivela anche il nostro dovere di portare altri a Cristo che non lo conoscono. Gli amici di quest’uomo lo portarono a Gesù. E Gesù tolse l’uomo da solo. Questo ci dà un’idea di come aiutiamo gli altri a conoscere la voce del nostro Signore. Molte volte, quando vogliamo condividere il Vangelo con un altro, tendiamo a parlare con loro e proviamo a convincerli razionalmente a rivolgere la loro vita a Cristo. E sebbene questo possa portare buoni frutti a volte, il vero obiettivo che dobbiamo avere è quello di aiutarli ad andare via con nostro Signore da soli per un po ‘in modo che Gesù possa fare la guarigione. Se le tue orecchie sono state veramente aperte dal nostro Signore, allora anche la tua lingua sarà sciolta.

E solo se la tua lingua è sciolta, Dio sarà in grado di attirare gli altri a Sé attraverso di te. Altrimenti il ​​tuo atto di evangelizzazione si baserà solo sul tuo sforzo. Pertanto, se nella tua vita ci sono persone che non sembrano ascoltare la voce di Dio e seguire la Sua santa volontà, allora prima di tutto impegnati ad ascoltare tu stesso il nostro Signore. Lascia che le tue orecchie Lo ascoltino. E quando Lo ascolti, sarà la sua voce che, a sua volta, parla attraverso di te nel modo in cui desidera raggiungere gli altri. Rifletti, oggi, su questa scena evangelica. Medita, in particolare, sugli amici di quest’uomo mentre sono ispirati a portarlo a Gesù. Chiedi a nostro Signore di usarti in modo simile. Medita devotamente su coloro nella tua vita che Dio vuole chiamare a Sé attraverso la tua mediazione e mettiti al servizio del nostro Signore in modo che la Sua voce possa parlare attraverso di te nel modo che Egli sceglie. Preghiera: Mio buon Gesù, per favore apri le mie orecchie per ascoltare tutto ciò che vuoi dirmi e per favore sciogli la mia lingua così che diventi portavoce della tua santa parola per gli altri. Mi offro a te per la tua gloria e prego che tu mi usi secondo la tua santa volontà. Gesù, ho piena fiducia in Te.

Meditazione di oggi: consolazione per il peccatore pentito

Meditazione di oggi: consolazione per il peccatore pentito

Costruire il regno, meditazione del giorno

Costruire il regno, meditazione del giorno

La famiglia: quanto è importante oggi?

La famiglia: quanto è importante oggi?

Meditazione del giorno: un potente contrasto

Meditazione del giorno: un potente contrasto

Meditazione: di fronte alla croce con coraggio e amore

Meditazione: di fronte alla croce con coraggio e amore

Il suicidio: segnali d'allarme e prevenzione

Il suicidio: segnali d'allarme e prevenzione

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La gratitudine: un gesto che cambia la vita