Medjugorje: la Madonna ci dice il destino dei bambini non nato e parla dell’aborto

In questi tre messaggi dati dalla Madonna a Medjugorje la madre celeste ci parla dell’aborto. Un peccato grave condannato dalla Chiesa e da Gesù ma i bimbi che non nascono continuano a vivere. Sono dei fiori intorno al trono di Dio.

Invochiamo il Signore Gesù affinchè l’uomo dia la giusta dignità alla vita e non prevalga l’egoismo.

MESSAGGIO DEL 1 SETTEMBRE 1992
L ’aborto è un grave peccato. Dovete aiutare molto le donne che hanno abortito. Aiutate loro a capire che è un peccato. Invitatele a chiedere perdono a Dio e ad andare a confessarsi. Dio è pronto a perdonare tutto, poiché la sua misericordia è infinita. Cari figli, siate aperti alla vita e proteggetela.

MESSAGGIO DEL 3 SETTEMBRE 1992
I bambini uccisi nel seno materno sono ora come piccoli angeli attorno al trono di Dio.

MESSAGGIO DEL 2 FEBBRAIO 1999
«Milioni di bambini continuano a morire a causa dell’aborto. La strage degli innocenti non è avvenuta soltanto dopo la nascita di mio Figlio. Si ripete ancora oggi, ogni giorno».

VI INVITO AD APRIRVI COMPLETAMENTE A ME, AFFINCHÉ IO POSSA ATTRAVERSO VOI CONVERTIRE E SALVARE IL MONDO
(la Madonna ci invita alla conversione)
Ha bisogno della conversione chiunque si trovi sul cammino sbagliato e chiunque si trovi sul cammino sbagliato si mette in un grande pericolo e alla fine distrugge se stesso. La conversione è il cammino verso la vita, ver­so la luce e verso Dio. Non volersi convertire significa restare sul cammino del diavolo. In altre parole, questo significa che Maria ci chiama tutti a intervenire e a riconoscerci come aggressori, a fermare l’aggressione con la quale distruggiamo le nostre vite e le vite di coloro che ci circondano. Tutto questo accadrà con la conversione all’amore materno. Questi tempi sono tempi mariani.
Lei è la donna, la madre, la vergine che racchiude in sé tutti i valori della vita umana. Non solo può mostrarci il cammino, ma ci può aiutare a per­correrlo ed a farci da maestra.
Ha bisogno di ciascuno di noi e allora la vita potrà essere salvata. Quando l’intervento umano arriverà troppo tardi per molti, come in Croazia e in Bosnia Erzegovina, la vita sarà salva. La nostra fede ci dice che la vita non verrà tolta ma invece cambiata. Preghiamo con Maria che tutte le vittime della guerra e della violenza nella storia dell’umanità possano farne l’espe­rienza, assieme a quanti in un certo momento della storia si sono imposses­sati del potere e della forza. Così si sono presi la libertà di ottenere posizioni migliori, di allargare i confini dei loro stati e alla fine si sono permessi di uccidere molta gente.
Possa l’amore materno di Maria consentire a ogni persona, famiglia e nazione e alla stessa Chiesa di ricevere un cuore nuovo e quindi un nuovo modo di comportarsi!

22 febbraio festa della Divina Misericordia: la vera rivelazione di Gesù

22 febbraio festa della Divina Misericordia: la vera rivelazione di Gesù

Incrollabile devozione a Gesù Cristo: perché amarlo!

Incrollabile devozione a Gesù Cristo: perché amarlo!

Cos'è il mercoledì delle ceneri? Perché i cristiani lo celebrano

Cos'è il mercoledì delle ceneri? Perché i cristiani lo celebrano

Miracolo Eucaristico: dall'ostia i raggi di Gesù Misericordioso (foto inedita)

Miracolo Eucaristico: dall'ostia i raggi di Gesù Misericordioso (foto inedita)

Il commento alla liturgia del giorno 6 Febbraio 2021 di don Luigi Maria Epicoco

Il commento alla liturgia del giorno 6 Febbraio 2021 di don Luigi Maria Epicoco

Sacerdote distribuisce bottigliette di acqua santa per combattere il Covid

Sacerdote distribuisce bottigliette di acqua santa per combattere il Covid

La devozione che in questo periodo ti dà tante grazie

La devozione che in questo periodo ti dà tante grazie