“Mio cugino è morto mentre i dottori sono tutti in sciopero”

La gente era seduta a terra in attesa di raccogliere un corpo dall’obitorio all’ospedale di Parirenyatwa, che è stato paralizzato dallo sciopero dei medici a livello nazionale.

Due delle donne, che hanno parlato in condizioni di anonimato, hanno detto che il loro cugino era morto per insufficienza renale il giorno precedente.

“È stata ammessa nel fine settimana, con cuore e reni ingrossati. Era gonfia dalla testa ai piedi”, uno di loro mi ha raccontato del calvario.

“Ma non c’è nessun record a cui sia mai stata seguita da un medico. L’hanno messa in ossigeno. Aspettava di ricevere la dialisi da due giorni. Ma aveva bisogno di un consenso medico.

“La politica deve essere messa da parte, in materia di salute. I malati dovrebbero essere curati.”

La sua compagna mi ha detto di aver perso tre parenti durante lo sciopero: sua suocera a settembre, suo zio la settimana scorsa e ora sua cugina.

“Salvare vite umane dovrebbe essere la priorità. Nel nostro quartiere, stiamo registrando così tanti funerali. È sempre la stessa storia:” Erano malati e poi sono morti “. È devastante “, ha detto.

Non ci sono dati ufficiali su quante persone siano state allontanate dagli ospedali pubblici o che abbiano perso la vita dall’inizio di settembre quando i medici più giovani hanno smesso di andare al lavoro.

Ma gli aneddoti lasciano intravedere la crisi che il sistema sanitario pubblico dello Zimbabwe deve affrontare.

Una giovane donna incinta all’ospedale di Parirenyatwa, con un enorme squarcio sopra l’occhio sinistro, mi disse che era stata gravemente aggredita da suo marito e non poteva più sentire il suo bambino muoversi.

Era stata allontanata da un ospedale pubblico e stava tentando la fortuna nell’ospedale principale della capitale, Harare, dove aveva sentito che avrebbe potuto trovare alcuni medici militari.

“Non possiamo permetterci di metterci al lavoro”
I medici non lo definiscono uno sciopero, piuttosto una “incapacità”, dicendo che non possono permettersi di andare al lavoro.

Chiedono aumenti salariali per far fronte all’inflazione a tre cifre nel contesto del collasso dell’economia dello Zimbabwe.

La maggior parte dei dottori in sciopero porta a casa meno $ 100 (£ 77) al mese, non abbastanza per comprare cibo e generi alimentari o per andare al lavoro.

Non molto tempo dopo l’inizio dello sciopero, il loro leader sindacale, il dott. Peter Magombeyi, è stato rapito per cinque giorni in circostanze misteriose, uno dei numerosi rapimenti di quest’anno considerati critici nei confronti del governo.

Le autorità negano qualsiasi coinvolgimento in questi casi, ma quelli presi di solito vengono rilasciati dopo essere stati picchiati e minacciati.

Da allora 448 medici sono stati licenziati per sciopero e violazione della sentenza del tribunale del lavoro che li ordinava di tornare al lavoro. Altre 150 persone affrontano ancora audizioni disciplinari.

Dieci giorni fa, un giornalista ha twittato un filmato che mostrava i reparti deserti dell’ospedale di Parirenyatwa, descrivendo la scena come “vuota e spettrale”.

Chiedono che il governo ripristini i dottori licenziati e soddisfi le loro richieste salariali.

Gli scioperi hanno paralizzato il sistema sanitario e anche gli infermieri delle cliniche comunali non stanno presentando rapporti di lavoro in quanto chiedono un salario di sussistenza.

Un’infermiera mi ha detto che i suoi costi di trasporto da soli hanno assorbito metà del suo stipendio.

“Trappole mortali”
Ha peggiorato le condizioni in un settore sanitario che stava già crollando.

I medici senior descrivono gli ospedali pubblici come “trappole mortali”.

Maggiori informazioni sul crollo economico dello Zimbabwe:

La terra dove prosperano i baroni del denaro
Lo Zimbabwe scende nell’oscurità
Lo Zimbabwe sta peggio ora che sotto Mugabe?
Per mesi hanno dovuto affrontare carenze di basi come bende, guanti e siringhe. Alcune apparecchiature acquistate di recente sono scadenti e obsolete, dicono.

Il governo dice che non può permettersi di aumentare gli stipendi. Non sono solo i medici, ma l’intero servizio civile che preme per gli aumenti salariali, anche se i salari rappresentano già oltre l’80% del bilancio nazionale.

Didascalia dei mediaScolastica Nyamayaro ha dovuto scegliere tra l’acquisto di medicine o cibo
Ma i rappresentanti dei lavoratori affermano che si tratta di priorità. I migliori funzionari guidano tutti i veicoli di lusso di fascia alta e cercano regolarmente cure mediche all’estero.

A settembre, Robert Mugabe, ex presidente del paese, è morto a 95 anni a Singapore , dove aveva ricevuto cure da aprile.

Il vicepresidente Constantino Chiwenga, ex capo dell’esercito dietro l’acquisizione militare che ha portato alla caduta di Mugabe due anni fa, è appena tornato da quattro mesi di cure mediche in Cina.

Al suo ritorno, il sig. Chiwenga ha agitato i dottori per lo sciopero .

Il governo afferma che assumerà personale medico da altre organizzazioni e dall’estero. Nel corso degli anni Cuba ha fornito allo Zimbabwe medici e specialisti.

Linea di vita del miliardario
Nessuno sa come andrà a finire.

Strive Masiyiwa, miliardario di telecomunicazioni dello Zimbabwe con sede nel Regno Unito, ha offerto di costituire un fondo da 100 milioni di dollari dello Zimbabwe ($ 6,25 milioni; £ 4,8 milioni) per cercare di rompere l’impasse.

Tra l’altro, pagherebbe fino a 2.000 medici poco più di $ 300 al mese e fornirebbe loro il trasporto per lavorare per un periodo di sei mesi.

Non c’è stata ancora alcuna reazione da parte dei medici.

Crisi dello Zimbabwe in cifre:

Inflazione intorno al 500%
60% della popolazione di 14 milioni di insicurezza alimentare (il che significa che non c’è abbastanza cibo per i bisogni di base)
Il 90% dei bambini di età compresa tra sei mesi e due anni non consuma una dieta minima accettabile
Fonte: relatore speciale delle Nazioni Unite sul diritto al cibo

Lo sciopero ha diviso lo Zimbabwe.

Tendai Biti, ex ministro delle finanze in un governo di unità e vicedirettore del principale movimento di opposizione per il cambiamento democratico (MDC), ha chiesto una revisione urgente delle condizioni di servizio dei medici.

“Un paese con un budget di 64 miliardi di dollari non può sicuramente non riuscire a risolvere questo … il problema qui è la leadership”, ha detto.

Altri medici, alcuni visti qui protestare per il rapimento di Peter Magombeyi, ora non stanno segnalando di lavorare
L’analista Stembile Mpofu afferma che non è più un problema di lavoro ma politico.

“È difficile trovare la posizione dei medici meno spietata di quella dei politici per quanto riguarda la popolazione dello Zimbabwe”, afferma.

Molti qui, inclusa l’associazione dei medici senior, hanno usato il termine “genocidio silenzioso” per descrivere la crisi.

Così tanti stanno morendo tranquillamente. Non è chiaro quante altre persone continueranno a morire mentre questo distacco si avvicina al suo terzo mese.

Credere significa affidarsi a Dio.

Credere significa affidarsi a Dio.

Regole di Dio per vivere meglio.

Regole di Dio per vivere meglio.

Angelo custode: perché ci viene donato ?

Angelo custode: perché ci viene donato ?

I Santi in cielo non sanno degli affari sulla terra? scoprilo!

I Santi in cielo non sanno degli affari sulla terra? scoprilo!

L'aborto e la pedofilia due grandi ferite per la Chiesa cattolica

L'aborto e la pedofilia due grandi ferite per la Chiesa cattolica

Religione: le donne non sono considerate seriamente dalla società

Religione: le donne non sono considerate seriamente dalla società

La polizia britannica interrompe il battesimo nella chiesa di Londra per le restrizioni sul coronavirus

La polizia britannica interrompe il battesimo nella chiesa di Londra per le restrizioni sul coronavirus