“Oblatio vitae” la nuova santità istituita da papa Francesco

“Oblatio vitae” la nuova santità: Papa Francesco ha creato una nuova categoria per la beatificazione , il livello immediatamente inferiore alla santità, nella Chiesa cattolica: coloro che danno la vita per gli altri. Questa si chiama “oblatio vitae”, l ‘”offerta di vita” per il benessere di un’altra persona.

Anche i martiri, una categoria speciale di santi, offrono la loro vita, ma lo fanno per la loro “fede cristiana”. E così, la decisione del papa solleva la domanda: la concezione cattolica della santità sta cambiando?

Chi è un “santo”?


La maggior parte delle persone usa la parola “santo” per riferirsi a qualcuno che è eccezionalmente buono o “santo”. Nella Chiesa cattolica, invece, un “santo” ha un significato più specifico: qualcuno che ha condotto una vita di “virtù eroica”. Questa definizione comprende le quattro virtù “ cardinali ”: prudenza, temperanza, fortezza e giustizia; così come i “ teologali virtù”: la fede, speranza e carità. Un santo mostra queste qualità in modo coerente ed eccezionale.

Quando qualcuno viene proclamato santo dal papa – cosa che può avvenire solo dopo la morte – la pubblica devozione al santo, chiamata “cultus”, è autorizzata per i cattolici di tutto il mondo.

Chi è un “santo”?


Il processo per essere nominato santo nella Chiesa cattolica è chiamato “canonizzazione”, la parola ” canone ” che significa un elenco autorevole. Le persone chiamate “santi” sono elencate nel “canone” come santi e hanno un giorno speciale, chiamato ” festa “, nel calendario cattolico . Prima dell’anno Mille circa, i santi venivano nominati dal vescovo locale. Ad esempio, San Pietro Apostolo e San Patrizio d’Irlanda erano considerati “santi” molto prima che venissero stabilite procedure formali. Ma quando il papato aumentò il suo potere, rivendicò l’ autorità esclusiva di nominare un santo.

“Oblatio vitae” Un nuovo tipo di santo?


Data questa complessa storia della santità cattolica, è giusto chiedersi se Papa Francesco stia facendo qualcosa di nuovo. La dichiarazione del papa chiarisce che chi dà la vita per gli altri dovrebbe dimostrare virtù “ almeno come ordinariamente possibile ” per tutta la vita. Ciò significa che qualcuno può diventare “benedetto” non solo vivendo una vita di virtù eroica, ma anche compiendo un singolo atto eroico di sacrificio.

Tale eroismo potrebbe includere morire mentre si cerca di salvare qualcuno che sta annegando o che sta perdendo la vita nel tentativo di salvare una famiglia da un edificio in fiamme. Un solo miracolo, dopo la morte, è ancora necessario per la beatificazione. Ora i santi possono essere persone che conducono una vita abbastanza ordinaria fino a un momento straordinario di supremo sacrificio di sé. Dal mio punto di vista come studioso cattolico di religione, questa è un’espansione della comprensione cattolica della santità, e ancora un altro passo verso Papa Francesco che rende il papato e la Chiesa cattolica più rilevanti per le esperienze dei cattolici comuni.

3 cose che ogni Cristiano dovrebbe fare, tu le fai?

3 cose che ogni Cristiano dovrebbe fare, tu le fai?

Sai chi è il Santo che, per primo, usò il termine 'Cristiani'?

Sai chi è il Santo che, per primo, usò il termine 'Cristiani'?

Quanto tempo Cristo resta nell'Eucaristia dopo avere ricevuto la Comunione?

Quanto tempo Cristo resta nell'Eucaristia dopo avere ricevuto la Comunione?

Le ultime parole di Cristo sulla Croce, ecco quali sono state

Le ultime parole di Cristo sulla Croce, ecco quali sono state

Cosa sono i peccati veniali? Qualche esempio per riconoscerli

Cosa sono i peccati veniali? Qualche esempio per riconoscerli

Spirito Santo, ci sono 5 cose che (forse) non sai, eccole

Spirito Santo, ci sono 5 cose che (forse) non sai, eccole

Cos'è la Pentecoste? E i simboli che la rappresentano?

Cos'è la Pentecoste? E i simboli che la rappresentano?