Papa Francesco: il battesimo è il primo passo sul cammino dell’umiltà

Nel chiedere di essere battezzato, Gesù esemplifica la chiamata cristiana a seguire il cammino dell’umiltà e della mansuetudine piuttosto che andare in giro ed essere uno spettacolo, ha detto Papa Francesco.

Rivolgendosi ai pellegrini in Piazza San Pietro il 12 gennaio, festa del Battesimo del Signore, il papa ha affermato che l’umile atto di Cristo mostra “l’atteggiamento di semplicità, rispetto, moderazione e occultamento richiesto oggi ai discepoli del Signore”.

“Quanti – è triste a dirsi – dei discepoli del Signore mettono in mostra l’essere discepoli del Signore. Una persona che si mette in mostra non è un buon discepolo. Un buon discepolo è umile, mansueto, uno che fa del bene senza lasciarsi o si vede, “disse Francis durante il suo discorso di mezzogiorno su Angelus.

Il papa ha iniziato la giornata celebrando la messa e battezzando 32 bambini – 17 ragazzi e 15 ragazze – nella Cappella Sistina. Nella sua breve omelia prima di battezzare i bambini, il papa ha detto ai genitori che il sacramento è un tesoro che dà ai bambini “la forza dello Spirito”.

“Ecco perché è così importante battezzare i bambini, in modo che crescano con la forza dello Spirito Santo”, ha detto.

“Questo è il messaggio che vorrei darti oggi. Oggi hai portato i tuoi figli qui affinché possano avere lo Spirito Santo dentro di loro. Abbi cura di crescere con la luce, con la forza dello Spirito Santo, attraverso catechesi, aiutandoli, insegnandoli, attraverso gli esempi che li darai a casa “, ha detto.

Mentre i rumori dei bambini esigenti riempivano la cappella affrescata, il papa ha ripetuto i suoi consueti consigli alle madri dei bambini, incoraggiandoli a mettere a proprio agio i propri figli e a non preoccuparsi se iniziano a piangere nella cappella.

“Non arrabbiarti; lascia che i bambini piangano e gridino. Ma, se tuo figlio piange e si lamenta, forse è perché si sentono troppo caldi”, ha detto. “Togliti qualcosa, o se hanno fame, allattali al seno; qui, sì, sempre in pace.”

Più tardi, prima di pregare l’Angelus con i pellegrini, Francesco disse che la festa del battesimo del Signore “ci ricorda il nostro battesimo”, e chiese ai pellegrini di scoprire la data in cui furono battezzati.

“Celebra la data del tuo battesimo ogni anno nel tuo cuore. Fallo. È anche un dovere di giustizia verso il Signore che è stato così buono con noi”, ha detto il papa.

Articoli correlati