mario bergoglio

Papa Francesco in visita alla cattedrale irachena bruciata dallo Stato islamico

La grande cattedrale dell’Immacolata Concezione di Al-Tahira a Bakhdida è stata annerita all’interno dopo che lo Stato Islamico l’ha incendiata dopo aver preso il controllo della città nel 2014. Ora la cattedrale restaurata si prepara ad accogliere Papa Francesco durante il suo viaggio in Iraq il mese prossimo . Papa Francesco sarà il primo Papa a visitare l’Iraq. Il suo viaggio di quattro giorni nel paese dal 5 all’8 marzo includerà soste a Baghdad, Mosul e Bakhdida (noto anche come Qaraqosh). La cattedrale che il papa visiterà a Bakhdida, ha servito una comunità cristiana in crescita, fino a quando lo Stato Islamico ha trasformato la cattedrale in un poligono di tiro al coperto dal 2014 al 2016. Dopo la liberazione della città dallo Stato Islamico nel 2016, le messe sono riprese nella cattedrale danneggiata mentre i cristiani tornavano per ricostruire la loro comunità. Gli aiuti alla Chiesa che Soffre si sono impegnati a ripristinare completamente gli interni danneggiati dal fuoco della cattedrale alla fine del 2019.

“Penso che sia molto importante sostenere questa città perché è il più grande simbolo della cristianità in Iraq. Fino ad ora l’abbiamo mantenuta come una città cristiana, ma non sappiamo cosa ci porterà il futuro ”, p. Georges Jahola, un parroco di Bakhdida. Una nuova statua mariana scolpita da un artista cristiano locale è stata collocata in cima al campanile della cattedrale dell’Immacolata Concezione a gennaio. Papa Francesco è previsto per recitare l’Angelus in questa cattedrale nel programma del viaggio papale in Iraq pubblicato dal Vaticano l’8 febbraio. Il programma diffuso dal Vaticano conferma anche che il papa incontrerà Ali al-Sistani, leader dei musulmani sciiti in Iraq, durante la sua visita. Al suo arrivo all’aeroporto internazionale di Baghdad, il papa incontrerà il primo ministro iracheno Mustafa Al-Kadhimi prima di visitare il presidente iracheno Barham Salih al palazzo presidenziale il 5 marzo. Il papa terminerà la sua prima giornata nella cattedrale siro-cattolica di Nostra Signora della Salvezza a Baghdad, dove si rivolgerà ai vescovi locali, ai sacerdoti, ai religiosi e ad altri cattolici iracheni.

Nel suo secondo giorno in Iraq, Papa Francesco viaggerà con Iraqi Airways fino a Najaf per incontrare al-Sistani. Il papa si recherà quindi nella pianura di Ur, nel sud dell’Iraq, che la Bibbia riporta come il luogo di nascita di Abramo. A Ur, il papa terrà un discorso a un raduno interreligioso il 6 marzo prima di tornare a Baghdad per celebrare la messa nella cattedrale caldea di San Giuseppe. Papa Francesco visiterà le comunità cristiane nella Piana di Ninive nel suo terzo giorno in Iraq. Queste comunità sono state devastate dallo Stato Islamico dal 2014 al 2016, costringendo molti cristiani a fuggire dalla regione. Il papa ha più volte espresso la sua vicinanza a questi cristiani perseguitati. Il papa sarà prima accolto all’aeroporto di Erbil il 7 marzo dalle autorità religiose e civili del Kurdistan iracheno prima di recarsi a Mosul per pregare per le vittime della guerra in piazza Hosh al-Bieaa.

Secondo il programma, il papa visiterà poi la comunità cristiana locale a Bakhdida presso la cattedrale dell’Immacolata Concezione, dove reciterà l’Angelus. Nella sua ultima sera in Iraq, Papa Francesco celebrerà la messa in uno stadio di Erbil il 7 marzo prima di partire dall’aeroporto internazionale di Baghdad la mattina seguente. Papa Francesco ha detto l’8 febbraio che non vede l’ora di riprendere le sue visite apostoliche. La sua visita in Iraq sarà il primo viaggio internazionale del papa in oltre un anno a causa della pandemia di coronavirus. “Queste visite sono un segno importante della sollecitudine del Successore di Pietro per il Popolo di Dio diffusa nel mondo e del dialogo della Santa Sede con gli Stati”, ha detto Papa Francesco.

Un uomo muore in ginocchio davanti all'altare nella chiesa

Un uomo muore in ginocchio davanti all'altare nella chiesa

Vaticano: abusi al Preseminario San Pio

Vaticano: abusi al Preseminario San Pio

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo

Papa Francesco elogia gli italiani morti nel Congo

Il papa: una lettera per le vittime del Congo

Il papa: una lettera per le vittime del Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Il Papa celebra l'apparizione della Divina Misericordia

Il Papa celebra l'apparizione della Divina Misericordia

Il Vaticano prevede un deficit di quasi 50 milioni di euro a causa delle perdite del COVID

Il Vaticano prevede un deficit di quasi 50 milioni di euro a causa delle perdite del COVID