Papa Francesco nomina 13 nuovi cardinali tra cui Cantalamessa e fra Mauro Gambetti

Papa Francesco ha detto domenica che creerà 13 nuovi cardinali, tra cui l’arcivescovo di Washington Wilton Gregory, in un concistoro il 28 novembre, vigilia della prima domenica dell’Avvento.

Il papa ha annunciato la sua intenzione di aggiungere al Collegio Cardinalizio da una finestra che si affaccia su Piazza San Pietro, dopo aver guidato l’Angelus il 25 ottobre.

Gregory, che è stato nominato arcivescovo di Washington nel 2019, diventerà il primo cardinale nero degli Stati Uniti.

Altri cardinali designati includono il vescovo maltese Mario Grech, che è diventato segretario generale del Sinodo dei vescovi a settembre, e il vescovo italiano Marcello Semeraro, che è stato nominato prefetto della Congregazione per le cause dei santi all’inizio di questo mese.

A ricevere il cappello rosso è anche il cappuccino italiano p. Raniero Cantalamessa, Predicatore della Casa Pontificia dal 1980. A 86 anni, non potrà votare in un futuro conclave.

Altri nominati al Collegio cardinalizio includono l’Arcivescovo Celestino Aós Braco di Santiago, Cile; L’Arcivescovo Antoine Kambanda di Kigali, Ruanda; L’Arcivescovo Jose Fuerte Advincula di Capiz, nelle Filippine; e il vescovo Cornelius Sim, vicario apostolico del Brunei.

Elevati al grado di cardinale anche l’Arcivescovo Augusto Paolo Lojudice, già Vescovo Ausiliare di Roma e attuale Arcivescovo di Siena-Colle di Val d’Elsa-Montalcino, Italia; e Fra Mauro Gambetti, Custode del Sacro Convento di Assisi.

Accanto a Cantalamessa, il papa ha nominato altri tre che riceveranno il cappello rosso ma non potranno votare nei conclavi: il vescovo emerito Felipe Arizmendi Esquivel di San Cristóbal de Las Casas, Chiapas, Messico; Mons. Silvano Maria Tomasi, Osservatore Permanente Emerito presso l’Ufficio delle Nazioni Unite e le Agenzie specializzate a Ginevra; e mons. Enrico Feroci, parroco di Santa Maria del Divino Amore a Castel di Leva, Roma.

Il cardinale designato Gregory ha colpito i titoli dei giornali nel giugno di quest’anno, quando ha fortemente criticato la visita del presidente degli Stati Uniti Donald Trump al Santuario di Giovanni Paolo II a Washington, DC, in mezzo agli scontri tra polizia e manifestanti.

“Trovo sconcertante e riprovevole che qualsiasi struttura cattolica permetta a se stessa di essere usata in modo così egregiamente improprio e manipolata in un modo che viola i nostri principi religiosi, che ci chiamano a difendere i diritti di tutte le persone, anche quelle con cui potremmo non essere d’accordo”, egli disse.

“St. Papa Giovanni Paolo II è stato un ardente difensore dei diritti e della dignità degli esseri umani. La sua eredità è una vivida testimonianza di questa verità. Certamente non condonerebbe l’uso di gas lacrimogeni e altri deterrenti per zittirli, disperderli o intimidirli per un’opportunità fotografica di fronte a un luogo di culto e di pace “, ha aggiunto.

In seguito è emerso che Gregory era stato a conoscenza della visita di Trump al santuario giorni prima che sembrasse esserlo.

Gregory è stato presidente della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti dal 2001 al 2004. È stato arcivescovo di Atlanta dal 2005 al 2019

Credere significa affidarsi a Dio.

Credere significa affidarsi a Dio.

Regole di Dio per vivere meglio.

Regole di Dio per vivere meglio.

Angelo custode: perché ci viene donato ?

Angelo custode: perché ci viene donato ?

I Santi in cielo non sanno degli affari sulla terra? scoprilo!

I Santi in cielo non sanno degli affari sulla terra? scoprilo!

L'aborto e la pedofilia due grandi ferite per la Chiesa cattolica

L'aborto e la pedofilia due grandi ferite per la Chiesa cattolica

Religione: le donne non sono considerate seriamente dalla società

Religione: le donne non sono considerate seriamente dalla società

La polizia britannica interrompe il battesimo nella chiesa di Londra per le restrizioni sul coronavirus

La polizia britannica interrompe il battesimo nella chiesa di Londra per le restrizioni sul coronavirus