Papa Francesco prega per l’Indonesia dopo il terremoto mortale

Papa Francesco ha inviato venerdì un telegramma con le sue condoglianze per l’Indonesia, dopo che un forte terremoto ha ucciso almeno 67 persone sull’isola di Sulawesi.

Centinaia di persone sono rimaste ferite anche nel terremoto di magnitudo 6,2, secondo Jan Gelfand, capo della Federazione internazionale delle società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa in Indonesia.

Papa Francesco è stato “rattristato nell’apprendere della tragica perdita di vite umane e della distruzione di proprietà causata dal violento terremoto in Indonesia”.

In un telegramma al nunzio apostolico in Indonesia, firmato dal segretario di Stato cardinale Pietro Parolin, il papa ha espresso la sua “sincera solidarietà a tutti coloro che sono stati colpiti da questo disastro naturale”.

Francesco “prega per il riposo del defunto, la guarigione dei feriti e la consolazione di tutti coloro che soffrono. In un modo particolare, offre incoraggiamento alle autorità civili e a coloro che sono coinvolti nei continui sforzi di ricerca e soccorso “, si legge nella lettera.

Il bilancio delle vittime dovrebbe aumentare, secondo le squadre di ricerca e soccorso locali, che affermano che molte persone sono ancora intrappolate tra le macerie degli edifici crollati, ha riferito la CNN.

Il telegramma si è concluso con l’invocazione del papa alle “benedizioni divine di forza e speranza”.

Sulawesi, governata dall’Indonesia, è una delle quattro isole della Grande Sonda. Il lato occidentale è stato colpito dal terremoto di magnitudo 6,2 alle 1:28 ora locale a circa 3,7 miglia a nord-est della città di Majene.

Otto persone sono morte e almeno 637 sono rimaste ferite a Majene. Trecento case sono state danneggiate e 15.000 residenti sfollati, secondo il National Board for Disaster Management dell’Indonesia.

L’area interessata è anche una zona rossa COVID-19, provocando preoccupazioni sulla diffusione del coronavirus durante il disastro.

Vaccino anti covid-19: non ci sono miracoli

Vaccino anti covid-19: non ci sono miracoli

Carlo Acutis: dall'informatica al cielo

Carlo Acutis: dall'informatica al cielo

Il nunzio apostolico in Iraq risulta positivo al COVID-19

Il nunzio apostolico in Iraq risulta positivo al COVID-19

La nuova moneta italiana onorerà gli operatori sanitari

La nuova moneta italiana onorerà gli operatori sanitari

Famiglia indiana costretta a lasciare il villaggio

Famiglia indiana costretta a lasciare il villaggio

Amazon cancella il libro evangelico

Amazon cancella il libro evangelico

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo