Perché dovresti pregare la Coroncina della Divina Misericordia?

Se Gesù promette queste cose, allora ci sto.

Quando ho sentito parlare per la prima volta della Coroncina della Divina Misericordia, ho pensato che fosse ridicolo.

Fu l’anno 2000, quando San Giovanni Paolo II canonizzò Santa Faustina e garantì l’osservanza universale della Festa della Divina Misericordia ogni anno la Seconda Domenica di Pasqua. Fino a quel momento, non avevo mai sentito parlare della Divina Misericordia, né sapevo molto delle coroncine in generale. Quindi, non sapevo nulla della Coroncina della Divina Misericordia.

Abbiamo il rosario; perché abbiamo bisogno di qualcos’altro? Ho pensato.

Ho pensato che una devozione legata alle perle fosse abbondante. La stessa Beata Madre aveva dato la devozione a San Domenico (m. 1221), citando 15 promesse a tutti coloro che pregano il Rosario. “Qualunque cosa tu chieda nel Rosario sarà concessa”, gli disse.

Quindi ha promesso questo:

Chiunque mi servirà fedelmente con la recita del Rosario, riceverà grazie di segnale.
Prometto la mia protezione speciale e le più grandi grazie a tutti coloro che reciteranno il Rosario.
Il Rosario sarà una potente armatura contro l’inferno, distruggerà il vizio, diminuirà il peccato e sconfiggerà le eresie.
Il Rosario farà fiorire la virtù e le opere buone; otterrà per le anime l’abbondante misericordia di Dio; ritirerà i cuori degli uomini dall’amore per il mondo e le sue vanità e li solleverà al desiderio di cose eterne. Oh, quelle anime si santificerebbero in questo modo.
L’anima che mi raccomanda di recitare il Rosario, non perirà.
Chiunque reciterà devotamente il Rosario, applicandosi alla considerazione dei suoi sacri misteri, non sarà mai conquistato dalla sventura. Dio non lo castigherà nella sua giustizia, non perirà per una morte non fornita; se è giusto rimarrà nella grazia di Dio e diventerà degno della vita eterna.
Chiunque abbia una vera devozione per il Rosario non morirà senza i sacramenti della Chiesa.
Coloro che sono fedeli a recitare il Rosario avranno durante la loro vita e alla loro morte la luce di Dio e la pienezza delle sue grazie; al momento della morte parteciperanno ai meriti dei santi in paradiso.
Libererò dal Purgatorio coloro che sono stati devoti al Rosario.
I fedeli figli del Rosario meriteranno un alto grado di gloria in Paradiso.
Otterrai tutto ciò che mi chiedi recitando il Rosario.
Tutti coloro che propagano il Santo Rosario saranno aiutati da me nelle loro necessità.
Ho ottenuto dal mio Divin Figlio che tutti i sostenitori del Rosario avranno per intercessori l’intera corte celeste durante la loro vita e nell’ora della morte.
Tutti coloro che recitano il Rosario sono i miei figli e le mie figlie e fratelli e sorelle del mio unico Figlio Gesù Cristo.
La devozione del mio rosario è un grande segno di predestinazione.
Ho pensato che copre quasi tutto.

Date queste promesse, ho visto simili devozioni come una perdita di tempo. Fino a quando, cioè, ho ascoltato le parole di San Giovanni Paolo II in merito a Santa Faustina e alla devozione alla Divina Misericordia.

Nell’omelia durante la Messa di canonizzazione di Santa Faustina, ha detto:

“Oggi la mia gioia è davvero grande nel presentare la vita e la testimonianza di Suor Faustina Kowalska a tutta la Chiesa come un dono di Dio per il nostro tempo. Per divina Provvidenza, la vita di questa umile figlia della Polonia era completamente legata alla storia del 20 ° secolo, il secolo che ci siamo appena lasciati alle spalle. In effetti, fu tra la prima e la seconda guerra mondiale che Cristo le affidò il suo messaggio di misericordia. Coloro che ricordano, che sono stati testimoni e partecipanti agli eventi di quegli anni e alle orribili sofferenze che hanno causato a milioni di persone, sanno bene quanto fosse necessario il messaggio di misericordia ”.

Ero curioso. Chi è questa sorella polacca che ha toccato così tanto il cuore di Giovanni Paolo II?

Quindi, ho letto il suo diario, da copertina a copertina. Poi, ho letto delle devozioni legate alla Divina Misericordia: le promesse, la novena e, sì, la Coroncina. Quello che ho scoperto è stato come un fulmine che mi ha spezzato il cuore.

Sono stato particolarmente “distrutto” da ciò che Gesù aveva detto a Santa Faustina della coroncina.

“Di ‘incessantemente la Coroncina che ti ho insegnato. Chiunque lo reciterà, riceverà grande misericordia nell’ora della morte. I sacerdoti lo consiglieranno ai peccatori come ultima speranza di salvezza. Anche se ci fosse un peccatore più indurito, se recitasse questa coroncina solo una volta, riceverebbe la grazia dalla Mia infinita misericordia ”. (Diario, 687)

Non mi considero un peccatore indurito, ma ammetto di essere davvero un peccatore – e ho davvero bisogno della Divina Misericordia.

In un’altra occasione, Gesù disse a Santa Faustina questo:

“Mi fa piacere concedere tutto ciò che le anime mi chiedono dicendo la coroncina. Quando i peccatori incalliti lo diranno, riempirò le loro anime di pace, e l’ora della loro morte sarà felice. Scrivi questo a beneficio delle anime in difficoltà; quando un’anima vede e realizza la gravità dei suoi peccati, quando l’intero abisso della miseria in cui si è immerso viene mostrato davanti ai suoi occhi, non lasciarlo disperare, ma con fiducia, lasciarlo gettarsi tra le braccia della Mia Misericordia, come un bambino tra le braccia della sua amata madre. Di ‘loro che nessuna anima che ha invocato la mia misericordia è stata delusa o portata alla vergogna. Mi diletto particolarmente in un’anima che ha riposto la sua fiducia nella Mia bontà. Scrivi che quando dicono questa Coroncina alla presenza del morente, starò tra mio padre e la persona morente, non come Giudice Giusto ma come Salvatore Misericordioso.

Fa piacere a Gesù concedere tutto ciò che le anime gli chiedono dicendo la coroncina.

Sono stato venduto!

Se Gesù promette queste cose, allora ci sto. Da quel giorno in poi, ho iniziato a pregare la Coroncina della Divina Misericordia ogni giorno – o quasi quotidianamente come potevo fare – alle 15:00

Prego ancora il Rosario ogni giorno, e spesso, più volte durante il giorno. Questo è un pilastro del mio programma spirituale. Ma anche la Coroncina della Divina Misericordia è diventata un pilastro.

Santa Bernadette, 16 Aprile : quello che non sapevi della santa che vide la Madonna

Santa Bernadette, 16 Aprile : quello che non sapevi della santa che vide la Madonna

Il pensiero del giorno 14 Aprile 2021 di Padre Pio e il commento al Vangelo di oggi

Il pensiero del giorno 14 Aprile 2021 di Padre Pio e il commento al Vangelo di oggi

La preghiera: Dio è presente quando le nostre menti vagano

La preghiera: Dio è presente quando le nostre menti vagano

Padre Pio: la libertà, l’opera per i poveri

Padre Pio: la libertà, l’opera per i poveri

Un altro miracolo di Padre Pio : ha visitato un uomo in prigione

Un altro miracolo di Padre Pio : ha visitato un uomo in prigione

La veggente di Akita ha ricevuto l'ultimo messaggio

La veggente di Akita ha ricevuto l'ultimo messaggio

Chi era Amanda Berry? perché pregare è importante?

Chi era Amanda Berry? perché pregare è importante?