Perché l’obbedienza a Dio è importante?

Dalla Genesi all’Apocalisse, la Bibbia ha molto da dire sull’obbedienza. Nella storia dei Dieci Comandamenti , vediamo quanto sia importante il concetto di obbedienza per Dio.

Deuteronomio 11: 26-28 lo riassume così: “Obbedisci e sarai benedetto. Disobbedisci e sarai maledetto”. Nel Nuovo Testamento apprendiamo attraverso l’esempio di Gesù Cristo che i credenti sono chiamati a una vita di obbedienza.

Definizione di Obbedienza nella Bibbia
Il concetto generale di obbedienza sia nell’Antico che nel Nuovo Testamento si riferisce all’ascolto o all’ascolto di un’autorità superiore. Uno dei termini greci per obbedienza trasmette l’idea di posizionarsi sotto qualcuno sottoponendosi alla loro autorità e comando. Un’altra parola greca per obbedire nel Nuovo Testamento significa “fidarsi”.

Secondo Holman’s Illustrated Bible Dictionary una definizione sintetica di obbedienza biblica è “ascoltare la Parola di Dio e agire di conseguenza”. Il Dizionario Biblico di Eerdman afferma che “La vera ‘udienza’ o obbedienza implica l’udito fisico che ispira l’ascoltatore e una convinzione o fiducia che a sua volta motiva l’ascoltatore ad agire in conformità con i desideri di chi parla.”

Pertanto, l’obbedienza biblica a Dio significa ascoltare, confidare, sottomettersi e arrendersi a Dio e alla sua Parola.

8 motivi per cui l’obbedienza a Dio è importante
1. Gesù ci chiama all’obbedienza
In Gesù Cristo troviamo il modello perfetto di obbedienza. Come suoi discepoli, seguiamo l’esempio di Cristo così come i suoi comandi. La nostra motivazione per l’obbedienza è l’amore:

Se mi ami, obbedirai ai miei comandamenti. (Giovanni 14:15, ESV )
2. L’obbedienza è un atto di adorazione
Mentre la Bibbia pone una forte enfasi sull’obbedienza, è fondamentale ricordare che i credenti non sono giustificati (resi giusti) dalla nostra obbedienza. La salvezza è un dono gratuito di Dio e non possiamo fare nulla per meritarla. La vera obbedienza cristiana scaturisce da un cuore di gratitudine per la grazia che abbiamo ricevuto dal Signore:

E così, cari fratelli e sorelle, vi supplico di dare i vostri corpi a Dio per tutto quello che ha fatto per voi. Lascia che siano un sacrificio vivente e santo, il tipo che troverà accettabile. Questo è veramente il modo di adorarlo. (Romani 12: 1, NLT )

3. God Rewards Obedience
Più volte leggiamo nella Bibbia che Dio benedice e premia l’obbedienza:

“E attraverso i tuoi discendenti tutte le nazioni della terra saranno benedette, tutto perché mi hai obbedito.” (Genesi 22:18, NLT)
Ora se mi obbedirai e manterrai la mia alleanza, sarai il mio tesoro speciale tra tutti i popoli della terra; poiché tutta la terra mi appartiene. (Esodo 19: 5, NLT)
Gesù rispose: “Ma ancora più beati sono tutti coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica”. (Luca 11:28, NLT)
Ma non limitarti ad ascoltare la parola di Dio. Devi fare quello che dice. Altrimenti, ti stai solo prendendo in giro. Perché se ascolti la parola e non obbedisci, è come guardare il tuo viso in uno specchio. Ti vedi, vai via e dimentica quello che sembri. Ma se osservi attentamente la legge perfetta che ti rende libero, e se fai ciò che dice e non dimentichi ciò che hai sentito, allora Dio ti benedirà per averlo fatto. (Giacomo 1: 22–25, NLT)

4. L’obbedienza a Dio dimostra il nostro amore
I libri di 1 Giovanni e 2 Giovanni spiegano chiaramente che l’obbedienza a Dio dimostra amore per Dio. Amare Dio implica seguire i suoi comandi:

Con ciò sappiamo che amiamo i figli di Dio, quando amiamo Dio e obbediamo ai suoi comandamenti. Perché questo è l’amore di Dio, che osserviamo i suoi comandamenti. (1 Giovanni 5: 2–3, ESV)
Amore significa fare ciò che Dio ci ha comandato e ci ha comandato di amarci l’un l’altro, proprio come hai sentito dall’inizio. (2 Giovanni 6, NLT)
5. L’obbedienza a Dio dimostra la nostra fede
Quando obbediamo a Dio, mostriamo la nostra fiducia e fede in lui:

E possiamo essere sicuri di conoscerlo se obbediamo ai suoi comandamenti. Se qualcuno afferma “Conosco Dio” ma non obbedisce ai comandamenti di Dio , quella persona è bugiarda e non vive nella verità. Ma quelli che obbediscono alla parola di Dio mostrano veramente quanto lo amano completamente. È così che sappiamo di vivere in lui. Coloro che dicono di vivere in Dio dovrebbero vivere la propria vita come fece Gesù. (1 Giovanni 2: 3–6, NLT)
6. L’obbedienza è meglio del sacrificio
La frase “l’obbedienza è meglio del sacrificio” ha spesso sconcertato i cristiani. Può essere compreso solo dal punto di vista dell’Antico Testamento. La legge imponeva al popolo israelita di offrire sacrifici a Dio, ma quei sacrifici e offerte non erano mai destinati a prendere il posto dell’obbedienza.

Ma Samuele rispose: “Cosa è più gradito all’Eterno: le tue offerte e i tuoi sacrifici bruciati o la tua obbedienza alla sua voce? Ascolta! L’obbedienza è meglio del sacrificio e la sottomissione è meglio dell’offrire il grasso degli arieti. La ribellione è peccaminosa quanto la stregoneria e testardaggine come adorare gli idoli. Perciò, poiché hai rifiutato il comando dell’Eterno, egli ti ha respinto come re “. (1 Samuele 15: 22–23, NLT)
7. La disobbedienza porta al peccato e alla morte
La disobbedienza di Adamo ha portato il peccato e la morte nel mondo. Questa è la base del termine ” peccato originale “. Ma la perfetta obbedienza di Cristo ripristina l’amicizia con Dio per tutti coloro che credono in lui:

Poiché, come per la disobbedienza di un uomo [di Adamo], molti furono fatti peccatori, così per l’obbedienza di un solo [Cristo] i molti saranno resi giusti. (Romani 5:19, ESV)
Perché come in Adamo tutti muoiono, così anche in Cristo saranno tutti resi vivi. (1 Corinzi 15:22, ESV)
8. Attraverso l’obbedienza, sperimentiamo le benedizioni della vita santa
Solo Gesù Cristo è perfetto, quindi solo lui poteva camminare nell’obbedienza senza peccato e perfetta. Ma quando permettiamo allo Spirito Santo di trasformarci dall’interno, cresciamo nella santità. Questo è noto come il processo di santificazione , che può anche essere descritto come crescita spirituale . Più leggiamo la Parola di Dio, trascorriamo del tempo con Gesù e permettiamo allo Spirito Santo di cambiarci dall’interno, più cresciamo nell’obbedienza e nella santità come cristiani:

Sono gioiose le persone integre che seguono le istruzioni dell’Eterno. Gioiosi sono coloro che obbediscono alle sue leggi e lo cercano con tutto il loro cuore. Non scendono a compromessi con il male e camminano solo sui suoi sentieri. Ci hai incaricato di osservare attentamente i tuoi comandamenti. Oh, che le mie azioni rispecchierebbero costantemente i tuoi decreti! Quindi non mi vergognerò quando confronterò la mia vita con i tuoi comandi. Mentre apprendo i tuoi giusti regolamenti, ti ringrazierò vivendo come dovrei! Obbedirò ai tuoi decreti. Per favore, non mi arrendere! (Salmo 119: 1–8, NLT)
Questo è ciò che dice l’Eterno: il tuo Redentore, il Santo d’Israele: “Io sono l’Eterno, il tuo DIO, che ti insegna ciò che è buono per te e ti guida lungo i sentieri che dovresti seguire. Oh, che hai ascoltato il mio comandi! Allora avresti avuto la pace che scorreva come un fiume dolce e la giustizia che rotolava su di te come onde nel mare. I tuoi discendenti sarebbero stati come le sabbie lungo la riva del mare – troppe da contare! Non ci sarebbe stato bisogno della tua distruzione o per tagliare il cognome. ” (Isaia 48: 17–19, NLT)
Perché abbiamo queste promesse, cari amici, purificiamoci da tutto ciò che può contaminare il nostro corpo o spirito. E lavoriamo per la completa santità perché temiamo Dio. (2 Corinti 7: 1, NLT)
Il versetto sopra dice: “Lavoriamo per la santità completa”. Quindi non impariamo l’obbedienza dall’oggi al domani; è un processo che perseguiamo per tutta la vita rendendolo un obiettivo quotidiano.

Articoli correlati